FANDOM


Tyrion: Sono colpevole di un crimine più mostruoso: essere un nano. La mia colpa è questa.

Tywin: Non sei di certo sotto processo per essere un nano.
Tyrion: Oh, sì invece. Sono sotto processo per questo dal primo vagito che ho fatto.

-- Tyrion e Tywin Lannister

Lord Tyrion Lannister è il terzogenito di lord Tywin Lannister e sua moglie Joanna, che morì di parto dandolo alla luce, ed è il fratello più giovane della Regina Cersei Lannister e di ser Jaime Lannister. Viene ironicamente chiamato Folletto (Imp), poiché affetto da nanismo. Il Folletto è disprezzato dal padre e dalla sorella Cersei, ma amato e rispettato dal fratello Jaime e dai suoi zii, che l'hanno sempre protetto. Tyrion si sente un emarginato, e simpatizza spesso per altri personaggi in condizioni simili alla sua, come Jon Snow.

La sua cattura da parte di Catelyn Stark per un crimine in realtà da lui non commesso fu una delle cause scatenanti della Guerra dei Cinque Re. Dopo essere fuggito ai suoi rapitori, Tyrion servì come Primo Cavaliere per Re Joffrey Baratheon e riuscì a difendere la capitale Approdo del Re dall'attacco di Stannis Baratheon in quella che verrà poi ricordata come la battaglia delle Acque Nere. Tyrion viene declassato a Maestro del Conio, rimpiazzando Petyr Baelish ed è anche obbligato a sposare Sansa Stark per evitare che questa sposi Willas Tyrell. Tyrion risulta sempre più inviso sia a Re Joffrey che a sua sorella Cersei tanto che ipotizza che quest'ultima abbia tentato di farlo assassinare. Alla festa per il matrimonio di Joffrey, Tyrion litiga con il nipote e questi, poco dopo muore avvelenato. Tyrion viene subito accusato di essere l’assassino e sotto ordine di Cersei, viene arrestato. Di nuovo, viene sottoposto ad un processo per un crimine che non ha commesso. Tyrion opta, anche questa volta, per un processo per singolar tenzone ma dopo che il Principe Oberyn Martell, il suo campione, perde al duello con Gregor Clegane, Tyrion viene fatto evadere da suo fratello Jamie e da Varys che organizzano la sua fuga verso Essos. Prima di lasciare la Fortezza Rossa, Tyrion uccide la sua ex amante Shae e il suo stesso padre Tywin Lannister.

Nell'est Tyrion viene catturato da Jorah Mormont e portato al cospetto di Daenerys Targaryen, che nonostante un'iniziale reticenza decide di usare il suo aiuto per conquistare il Trono di Spade. Per la sua fedeltà e i suoi servigi, Tyrion viene nominato Primo Cavaliere della Regina Daenerys prima che questa raggiunga finalmente Westeros con il suo esercito e i suoi alleati. A Roccia del Drago Tyrion opera come stratega per Daenerys ma dopo numerosi fallimenti la Regina comincia ad avere riguardi per il Folletto mettendo quindi in discussione la sua fedeltà anche a causa del legame di parentela tra Tyrion e la sua peggior nemica: Cersei Lannister.

Durante la Grande Guerra Tyrion segue la sua regina a Grande Inverno dove si tiene la grande battaglia tra le forze dei vivi guidate da Daenerys e da Jon Snow e l'armata dei morti del Re della Notte. Dopo la vittoria dei vivi, Daenerys riprende le ostilità contro Cersei per conquistare il Trono di Spade. Tyrion consiglia a Daenerys di non attaccare Approdo del Re nella speranza di una resa pacifica, ma anche dopo che i Lannister si arrendono alla battaglia di Approdo del Re, Daenerys continua il suo attacco, bruciando la città con il suo drago, portando alle dimissioni di Tyrion come Primo Cavaliere della Regina. Viene quindi arrestato per tradimento, ma viene liberato dopo l' assassinio di Daenerys. Tyrion partecipa al Gran Consiglio del 305 DC in cui consiglia di riformare i Sei Regni (così chiamati in seguito alla secessione del Nord) rendendoli una monarchia elettiva sotto Bran Stark. Bran nomina Tyrion come Primo Cavaliere del Re, facendo sì che Tyrion inizi un terzo mandato come Primo Cavaliere.

Biografia

Passato

All'età di 13 anni, durante la falsa primavera, Tyrion e il fratello Jaime, sulla strada del ritorno da Lannisport, incontrano una ragazza inseguita da due uomini: i due corrono in soccorso della ragazza e, mentre il fratello insegue gli aggressori in fuga, Tyrion soccorre la ragazza, di circa un anno più grande; successivamente la porta in una locanda vicina, ove la rifocilla. La ragazza, di nome Tysha, è una popolana orfana, e i due, a causa anche del vino, finiscono a letto insieme, entrambi per la prima volta. Tysha, durante la loro prima notte passata insieme, gli canta una canzone di Myr, Le stagioni del mio amore, che Tyrion non riuscirà mai più a dimenticare. Tyrion, ubriaco, se ne innamora immediatamente; paga un septon e di lì a poco la sposa, nascondendo però tutta la faccenda al padre. Quando lord Tywin scopre il matrimonio tra il figlio e la popolana, costringe Jaime a confessare la verità: il fratello maggiore, infatti, pensando che fosse giunto il tempo che Tyrion diventasse uomo, aveva pagato la ragazza, una meretrice, affinché giacesse con lui, insieme ai finti aggressori per organizzare una montatura credibile. Per impartire una dura lezione al figlio, Tywin fece possedere la ragazza dalle sue guardie, facendole consegnare un cervo d'argento da ogni uomo; Tyrion fu costretto ad assistere a tutta la scena e a essere l'ultimo uomo ad avere la ragazza, pagandola con un dragone d'oro perché, come gli disse suo padre, un Lannister vale di più. Tyrion, che si era innamorato veramente della ragazza, rimarrà per sempre traumatizzato da questo evento.

A dieci giorni dal suo sedicesimo compleanno, che nei Sette Regni rappresenta l'ingresso di un uomo nell'età adulta, chiese al padre di poter visitare le nove Città libere, così come avevano fatto in precedenza i suoi zii. Il lord di Castel Granito gli rispose che era libero di andare a condizione che si fosse pagato lui stesso il viaggio e che non facesse più ritorno. Tyrion rimase e fu costretto dal padre a pulire tutti gli scarichi e le cisterne di Castel Granito. Quando la sorella Cersei sposa Robert Baratheon, Tyrion si reca ad Approdo del Re con il preciso intento di vedere i teschi dei draghi Targaryen che Robert aveva tolto dalla sala del trono ed accantonati nei sotterranei della Fortezza Rossa. Per il 23º compleanno riceve in regalo dal fratello Jaime un cavallo.

Prima Stagione

Tyrion prima appariz

Tyrion Lannister con la prostituta Ros a Città dell'Inverno.

Tyrion, si reca a Grande Inverno insieme ai fratelli Cersei e Jaime e gran parte della Corte reale di Re Robert Baratheon. Lì conosce Jon Snow, figlio bastardo di Lord Eddard Stark. Re Robert elegge Lord Eddard come nuovo Primo Cavaliere del Re e quando il corteo reale fa ritorno ad Approdo del Re, Tyrion decide di recarsi alla Barriera per poterla ammirare e per "pisciare dall'altra parte di essa sulla cima del mondo". Si distacca dal corteo reale per dirigersi a nord assieme a Benjen Stark e Jon Snow, nuova recluta dei Guardiani della Notte. Lungo il viaggio, il Folletto fa amicizia con il ragazzo e gli dà ottimi consigli su come affrontare la sua condizione di bastardo. Al Castello Nero il lord comandante Jeor Mormont gli chiede di intercedere presso sua sorella, il re ed il lord suo padre, affinché mandino aiuti alla confraternita in nero in quanto ormai scesa sotto le mille unità e non in grado di sorvegliare le centinaia di miglia che costituiscono la Barriera.

Tyrion and Bran 1x04

Tyrion incontra Bran Stark.

Lungo il viaggio di ritorno, passa da Grande Inverno e consegna al Maestro Luwin il progetto, da lui stesso ideato, di una sella speciale per Bran Stark, recentemente rimasto storpio dopo una caduta e rimasto vittima di un tentato omicidio, mentre giaceva incosciente dopo l'incidente. Tyrion fa questo per mantenere la promessa fatta a Jon Snow di aiutare in qualche modo il fratellastro, nonostante Robb Stark e Theon Greyjoy siano sospettosi nei suoi confronti.

Games of Throne S1x04

Tyrion Lannister viene arrestato da Catelyn Stark.

Durante il prosieguo del suo viaggio verso sud, Tyrion si ferma alla locanda di Masha Heddl ove incontra casualmente Catelyn Stark che stava facendo ritorno a Grande Inverno dal viaggio effettuato in incognito ad Approdo del Re ove aveva appreso da Petyr Baelish che il proprietario della daga in acciaio di Valyria con cui il sicario aveva cercato di assassinare il figlio Bran, era proprio Tyrion. All'interno della locanda lady Stark accusa Tyrion del tentato omicidio di Bran e con abili parole riesce a portar dalla sua parte gli avventori della locanda ed a far suo prigioniero il Folletto che si dichiara completamente estraneo alla vicenda. Contrariamente a quanto Catelyn dichiara nella locanda, lei e la sua scorta, invece di dirigersi verso nord a Grande Inverno, prendono la strada delle montagne in direzione di Nido dell'Aquila per raggiungere la sorella Lysa. Durante il faticoso viaggio per le Montagne della Luna, vengono attaccati da membri dei Clan delle Montagne e poco prima dello scontro, vista la situazione di netta inferiorità numerica, Tyrion chiede a Catelyn Stark di armare lui e la sua scorta. Dopo qualche attimo di perplessità e valutata la situazione Catelyn acconsente alla richiesta. Tale gesto risulta provvidenziale, infatti Tyrion salva la vita proprio a lady Stark lanciandosi all'attacco di tre selvaggi che la circondavano. Questo combattimento rappresenta per Tyrion il primo scontro armato a cui partecipa nella sua vita. La battaglia è cruenta, ma vittoriosa.

Tyrion celle del cielo

Tyrion nelle celle del cielo a Nido dell'Aquila.

Dopo lo scontro Tyrion, chiarisce a Catelyn Stark che ciò che Petyr Baelish le ha detto circa la proprietà della daga è una menzogna e la informa inoltre dei pettegolezzi di corte, messi in giro dallo stesso Ditocorto, secondo cui lei avrebbe perso la sua verginità a Delta delle Acque proprio con lui. Durante il viaggio, Tyrion stringe amicizia con Bronn, uno dei mercenari facenti parte della scorta di lady Catelyn. A Nido dell'Aquila, Lysa lo processa per il tentato omicidio di suo nipote e per l’assassinio di suo marito Jon Arryn, sebbene egli sia innocente per entrambi i crimini. Per costringerlo a confessare, Lysa lo rinchiude nelle Celle di Cielo. Tyrion riesce a corrompere il suo carceriere Mord affinché riferisca a Lysa che è pronto a confessare. Ma, una volta al cospetto di lady Lysa, Tyrion chiede di essere giudicato con un processo per singolar tenzone. Bronn, intuendo le potenzialità di guadagno dello schierarsi dalla parte di Tyrion, si offre come suo campione e, uccidendo Ser Vardis Egen, assicura al Folletto la libertà. I due uomini lasciano Nido dell’Aquila e durante la via del ritorno, vengono circondati dal Clan delle Montagne guidato da Shagga. Tyrion usa a suo favore l’intelletto e le parole per conquistare il clan promettendogli armi, armature e gloria. Il clan arriva alla fine all'accampamento Lannister guidato da Tywin Lannister che a seguito della cattura di Tyrion, aveva invaso le Terre dei Fiumi, dominio di Casa Tully, famiglia di Catelyn.

Tyrion e Bronn bevono 1x09

Tyrion e Bronn nell'accampamento.

Tyrion viene a sapere dal padre dei fatti avvenuti in quelle settimane nella capitale: Re Robert è morto in seguito ad una battuta di caccia sfortunata e Joffrey (figlio di Cersei e nipote di Tyrion) è quindi stato incoronato nuovo Re dei Sette Regni. Lord Eddard Stark è stato arrestato da Joffrey per tradimento, motivo per cui Robb Stark ha chiamato alle armi tutti il nord per dichiarare guerra a Casa Lannister e al Trono di Spade.

Lord Tywin decide di far combattere Tyrion e i suoi uomini nell'imminente battaglia contro le forze degli Stark. Quella stessa notte, Tyrion manda Bronn a cercargli compagnia femminile e il mercenario gli porta una giovane prostituta di nome Shae. La ragazza piace fin dall'inizio a Tyrion che la prende al suo servizio. Il giorno seguente, combatte nella Battaglia della Forca Verde contro l’esercito degli Stark guidato da Roose Bolton. Vincono la battaglia sebbene scopriranno solo in seguito che la battaglia non era altro che un diversivo.

Tywin e Tyrion S1

Tyrion Lannister con suo padre Tywin.

Nel frattempo l’esercito Lannister guidato da Jaime Lannister è stato sconfitto a Delta delle Acque e Jaime viene catturato. Arriva la notizia che Eddard Stark è stato giustiziato per ordine di Joffrey, cosa che sia Tyrion che Tywin ritengono sia stato un grave errore.

Lord Tywin decide di ritirarsi ad Harrenhal e invia Tyrion ad Approdo del Re affinché ricopra il ruolo di Primo Cavaliere del Re in sua assenza, per evitare che il nuovo e giovane re Joffrey Baratheon commetta altri errori come l’esecuzione di Eddard Stark. Vieta a Tyrion di portare con sé Shae, ma questi la porta via in segreto.

Seconda Stagione

Tyrion e Shae

Tyrion e Shae ad Approdo del Re.

Sia Re Joffrey che la Regina madre Cersei provano disappunto per la presenza di Tyrion a corte come Primo Cavaliere. Tyrion prende alloggio nella Torre del Primo Cavaliere e per prima cosa rimuove dalle mura della Fortezza Rossa, la testa esposta di Eddard Stark. Tyrion si cura di tenere nascosta Shae, temendo che se Cersei scopra di lei, possa usarla per nuocere a Tyrion. Fa così in modo che Shae diventi un'ancella di Sansa Stark, promessa sposa di Joffrey. Un giorno Tyrion torna nei suoi appartamenti e trova Varys che si diletta in compagnia di Shae, e subito dopo intima al Ragno Tessitore di non osare a minacciarlo nuovamente.

Games of Throne S2x03

Tyrion nella Fortezza Rossa come Primo Cavaliere.

Tyrion licenzia poi Janos Slynt come Comandante della Guardia Cittadina inviandolo alla Barriera e nominando al suo posto Bronn. Subito dopo, si concentra a eliminare dal Concilio Ristretto l’informatore di sua sorella: rivela a Petyr Baelish, Varys e al Gran Maestro Pycelle un piano differente sulle sue intenzioni future riguardanti la Principessa Myrcella. Quando Cersei lo affronta e parla del piano che Tyrion aveva comunicato a Pycelle, Tyrion capisce che è lui l’informatore segreto di sua sorella. Il vero piano che Tyrion ha per Myrcella è quello di inviarla a Dorne affinché venga promessa sposa al Principe Trystane Martell. Per aver riferito a Cersei il piano, Pycelle viene incarcerato. Tyrion Lannister invia poi Petyr Baelish nelle Terre della Tempesta per consegnare la salma di Eddard Stark alla vedova Catelyn Stark, in modo da convincerla a liberare suo fratello Jaime.

Tyrion e Joffrey

Tyrion rimprovera suo nipote Re Joffrey.

Quando Re Joffrey maltratta davanti a tutta la corte Lady Sansa Stark dopo che suo fratello Robb ha sconfitto i Lannister nella battaglia di Oxcross, Tyrion interrompe i maltrattamenti e richiama suo nipote Joffrey per il suo comportamento nei confronti di Lady Sansa. Quando la Guardia Reale ser Meryn Trant accusa Tyrion di minacciare il Re, Tyrion ordina a Bronn di uccidere ser Meryn se dovesse parlare ancora. In privato, Bronn dice a Tyrion che "il re bambino è totalmente andato, dalle palle al cervello" e suggerisce a Tyrion l'idea che potrebbe trarre beneficio da rapporti sessuali, motivo per cui Lord Tyrion procura a Joffrey delle prostitute, ma il piano non va a buon fine in quanto Re Joffrey ordina alle due di picchiarsi con mero sadismo.

Nel frattempo prepara le difese della città per l'imminente arrivo della flotta di Stannis Baratheon (fratello di Re Robert che vuole reclamare per sé il Trono di Spade). Tyrion apprende da suo cugino Lancel Lannister che sua sorella Cersei Lannister ha intenzione di usare l'altofuoco per respingere le forze di Stannis. Tyrion si reca quindi nel quartier generale della Gilda degli Alchimisti per scoprire che essi hanno realizzato una quantità tale di altofuoco da radere al suolo l'intera capitale.
Tyrion e Varys Fortezza Rossa

Varys mette in guardia Tyrion su Daenerys Targaryen.

Tyrion fa fatica a contenere le sommosse popolari della capitale, in cui scarseggiano i viveri di prima necessità. Il popolo rumoreggia inoltre contro sua sorella Cersei, accusandola (non a torto) di aver avuto una relazione incestuosa con suo fratello Jaime, contro re Joffrey, accusato di non essere il sovrano di diritto, e contro lo stesso Tyrion per essere il suo primo consigliere. Duarnte una di queste sommosse, Sansa Stark viene quasi stuprata da dei popolani. Varys riconosce che Tyrion è abile al "gioco del trono" e successivamente lo mette in guardia su Daenerys Targaryen e dei suoi tre piccoli draghi. Tyrion commenta che debbono occuparsi di un problema alla volta.

Joffrey Tyrion Lancel

Joffrey, Tyrion e Lancel Lannister durante la battaglia delle Acque Nere.

Durante la battaglia delle Acque Nere, quando Approdo del Re viene assaltata dalle forze di Stannis Baratheon, nel Golfo delle Acque Nere la flotta nemica viene decimata grazie all'altofuoco del Folletto, mentre via terra è l'esercito di Stannis ad avere la meglio. Quando Re Joffrey lascia il campo di battaglia rifugiandosi nella Fortezza Rossa, Tyrion stesso guida l'assalto sulla spiaggia contro i soldati di Stannis. Durante lo scontro, Tyrion viene ferito gravemente al volto dalla Guardia Reale ser Mandon Moore. Quando quest'ultimo sta per sferrare un altro colpo, questa volta fatale, Tyrion viene salvato dal suo scudiero Podrick Payne, che uccide Moore piantandogli una lancia nel cranio. Tyrion perde i sensi; al suo risveglio scopre che la battaglia è stata vinta grazie all'arrivo di suo padre Tywin a capo di una forza congiunta di soldati di Casa Lannister e Casa Tyrell, mentre egli è rimasto sfregiato al volto.

Tyrion cicatrice

Tyrion sfigurato in volto dalla cicatrice.

Al suo risveglio, Tyrion si ritrova in una stanza molto più piccola rispetto agli appartamenti del Primo Cavaliere e scopre che il Gran Maestro Pycelle ha riottenuto la sua posizione. Il Gran Maestro si compiace dell'annunciare al Folletto che suo padre Tywin Lannister lo ha dismesso dall'incarico di Primo Cavaliere provvisorio per assumerne ora lui la carica. Per questo motivo Tyrion è stato trasferito nell'alloggio in cui si trova ora. Tyrion riceve poi la visita di Varys, che riconosce in lui il salvatore della capitale dall'assedio di Stannis, dicendogli che sebbene nessun altro gli riconoscerà questo onore, lui (Varys) non lo dimenticherà. Anche Shae fa visita a Tyrion pretende di essere la prima a rimuovere le bende per vedere il volto sfigurato. La donna propone poi all'amante di fuggire da Approdo del Re per cominciare una nuova vita insieme a Pentos, dal momento che ora nella corte reale tutti lo odiano. Nonostante Tyrion apprezzi la proposta, dice che oramai è abituato all'odio nei suoi confronti e decide di rimanere nella capitale poiché quello è il suo posto.

Terza Stagione

Tyrion, Bronn e Podrick

Tyrion, Ser Bronn e Podrick Payne.

Tyrion Lannister è ancora chiuso nei suoi nuovi "appartamenti" e riceve la visita della sorella Cersei. Tyrion è sospettoso nel vedere la sorella accompagnata da due Guardie Reali, temendo che sia venuta con loro per farlo uccidere, e perciò esita a farla entrare. Tyrion scopre poi che Bronn è stato nominato cavaliere come "Ser Bronn delle Acque Nere".

Tyrion Lannister si reca poi da suo padre Tywin nella Torre del Primo Cavaliere. Qui dice al padre di essere sorpreso di non aver mai ricevuto una sola sua visita nelle settimane di convalescenza e successivamente gli chiede di poter ereditare Castel Granito, suo di diritto (dal momento che Jaime non può ereditare nulla essendo una Guardia Reale). Tywin si adira e si rifiuta di cedergli il castello sostenendo che Tyrion lo avrebbe reso il suo bordello, infangando così il nome della famiglia. Mentre Tyrion sta lasciando la stanza, Tywin lo avverte che scoprirà un altra prostituta nel suo letto la farà impiccare. Tyrion ritorna poi nelle sue stanze dove ha una discussione con Shae riguardo a Sansa Stark.

Tywin Concilio Ristretto

Tyrion arriva alla seduta del Concilio Ristretto presieduta da suo padre Tywin Lannister.

Lord Tyrion partecipa alla prima seduta del Concilio Ristretto dall'arrivo di Tywin in città. Tywin ha deciso che d'ora in poi tutte le sedute del concilio si terranno nel suo studio nella Torre del Primo Cavaliere, e non più nella Sala del Concilio Ristretto. Lord Tywin ha inoltre disposto tutte le sedie dei partecipanti da un solo lato del tavolo, in modo da poter tener bene sotto controllo tutti i partecipanti senza che gli sfugga qualche espressione o occhiata sospetta tra i partecipanti. Quando arriva alla seduta, Tyrion sposta la sua sedia a capo tavola sedendo di fronte al padre per evitare si sedere accanto al Gran Maestro Pycelle, anche come una sorta di provocazione al padre per eludere la sua strategia. Durante la seduta, Tywin nomina Tyrion Maestro del Conio come successore di Petyr Baelish che ora è incaricato di sposare Lysa Arryn per rafforzare i legami tra la Corona e la Valle di Arryn

Tyrion Lannister S3E3

Tyrion Lannister, nuovo Maestro del Conio.

Lady Olenna viene invitata da Tyrion nelle sue stanze per parlare delle spese del matrimonio reale tra Margaery e Joffrey. Alla fine i due trovano un accordo: i Tyrell e i Lannister si divideranno le spese nuziali. Lord Tywin Lannister ha un colloquio con i figli Cersei e Tyrion. Dopo che il Folletto informa suo padre dei dettagli delle spese delle nozze reali, il Primo Cavaliere illustra i suoi nuovi piani per sventare quelli dei Tyrell: ordina a Tyrion di prendere in sposa Sansa e a Cersei di sposare Loras. Il Folletto si reca nelle stanze di Sansa e informa la ragazza che sarà sposata a lui e non a Ser Loras. Nelle stanze di Lord Tyrion, Shae dice al Folletto che quando lui sarà sposato con Sansa, lei non avrà intenzione di dividere il letto con la Stark e che quindi la loro relazione finirà.

Tyrion e Sansa matrimonio

Il matrimonio tra Tyrion e Sansa Stark.

Tyrion visita la sua promessa sposa Sansa e cerca di alleviare la sua apprensione di fronte alla prospettiva di diventare sua moglie. Inizia la cerimonia e Sansa viene accompagnata lungo la navata da Re Joffrey. Quest'ultimo, nel tentativo di mettere in difficoltà lo zio, gli impedisce di usare una scaletta per avvolgere la sposa nel mantello nuziale e così il Folletto è costretto a chiedere umilmente a Sansa di abbassarsi, tra le risa dei presenti. Quella sera, alla festa di nozze, Tyrion si ubriaca e diventa irritante sia per Sansa che per Tywin, il quale consiglia al figlio di smettere di bere e gli ordina di concepire un figlio con la sua nuova moglie. Joffrey, dopo aver minacciato di violentare Sansa, annuncia la cerimonia della messa a letto degli sposi, ma il suo piano viene sventato quando Tyrion minaccia di castrare il re. Tywin cerca di risolvere la situazione e gli sposi si dirigono da soli verso la stanza da letto. Sebbene suo padre gli abbia ordinato di consumare il suo matrimonio, il Folletto dice a Sansa che non condividerà il suo letto finché lei non desidererà farlo.

Tywin e Tyrion S3

Tyrion discute con suo padre Tywin.

Tyrion e Sansa passeggiano nei giardini e parlano di come affrontare i pettegolezzi della gente riguardo al loro matrimonio. Poco dopo, Podrick Payne informa il Folletto che è stata convocata una riunione del Concilio Ristretto e così Tyrion si dirige alla Torre del Primo Cavaliere, dove ad aspettarlo vi sono Tywin, Cersei, Joffrey, Varys e Pycelle. Tyrion viene a sapere che Robb e Catelyn Stark sono stati uccisi durante le Nozze Rosse e che Joffrey intende far pesare questo avvenimento a Sansa, cosa a cui risponde irritando il re. Interviene Tywin che, dopo essere stato gravemente insultato dal re, lo rimanda "gentilmente" nelle sue stanze. Rimasti soli, Tywin informa Tyrion che Lord Roose Bolton è stato nominato Protettore del Nord fino a quando il figlio di Sansa e di Tyrion non avrà l'età per diventare lord di Grande Inverno. A tale proposito Tywin ricorda a suo figlio che deve ancora consumare il matrimonio. Successivamente, arrivato da Sansa per informarla della morte di suo fratello e di sua madre, Tyrion trova la ragazza in lacrime comprendendo che ne è già venuta a conoscenza.

Quarta Stagione

Tyrion Oberyn

Tyrion parla con Oberyn Martell.

Lord Tyrion Lannister viene inviato alle porte di Approdo del Re ad accogliere il corteo del Principe Doran Martell e il suo seguito di Dorne arrivati nella capitale per attendere al matrimonio reale. Il Principe Doran è tuttavia dovuto rimanere a Lancia del Sole per problemi di salute e perciò a inviato il Principe Oberyn Martell, suo fratello, al suo posto. Tyrion incontra Oberyn nel bordello di Ditocorto assieme alla sua amante Ellaria Sand. Oberyn parla con il Folletto facendo velate minacce a Casa Lannister e dice di essere venuto nella capitale per ottenere giustizia per il massacro della sorella Elia Martell, moglie del principe Rhaegar Targaryen, brutalmente stuprata e uccisa da ser Gregor Clegane con i suoi figli per ordine di Tywin Lannister durante il sacco di Approdo del Re. Oberyn dice a Tyrion di dire a suo padre che lui è qui e che "i Lannister non sono gli unici a pagare sempre i loro debiti".

In questi giorni, Tyrion e Shae cercano di confortare Sansa, la quale non mangia e non dorme ancora sconvolta dalla morte della madre e del fratello Robb nelle Nozze Rosse. Tyrion le dice di essere forte poiché è quello che lady Catelyn vorrebbe. In privato con Shae, questa si chiede se Tyrion la ami ancora o se si ora ami Sansa ma il Folletto le assicura di amarla ancora, ma proprio per questo teme per la sua sicurezza in quanto la capitale non è un luogo sicuro.

Shae se ne và

Shae allontanata da Tyrion.

Il giorno delle nozze di Joffrey, durante la colazione Tyrion consegna al nipote come dono di nozze il libro Vita di Quattro Re, un'opera con le biografie di quattro importanti sovrani di Westeros. Con sorpresa di Tyrion, Joffrey ringrazia gentilmente lo zio per il regalo. Tuttavia, il regalo successivo è una spada in acciaio di Valyria che Joffrey chiama Lamento di Vedova e per testarne l'uso la utilizza per distruggere il libro regalatogli da Tyrion, con stupore di tutti i presenti. Più tardi Tyrion si incontra in privato con Shae per convincerla per l'ennesima volta a lasciare la capitale e iniziare una nuova vita a Pentos. All'ennesimo rifiuto della donna, Tyrion, per costringerla ad andarsene in modo da tenerla al sicuro, la caccia malamente dicendole freddamente di andarsene, quasi rinnegando la loro relazione dicendo che è stata per tutto il tempo la "sua puttana".

Joffrey e Tyrion vino

Re Joffrey versa del vino in testa allo zio.

Durante il banchetto delle nozze di suo nipote Joffrey e lady Margaery Tyrell, Tyrion subisce diverse umiliazioni, a cominciare dalla messa in scena di una parodia di dubbio gusto della "Guerra dei Cinque Re" interpretata da cinque nani. Concluso lo spettacolo, Joffrey cerca di mettere ulteriormente in ridicolo Tyrion costringendolo a servirlo come coppiere. All'ultimo sorso di vino, tuttavia, Joffrey muore avvelenato. Il Folletto viene subito accusato da Cersei di aver assassinato il re e viene incarcerato nella Fortezza Rossa.

Games of Throne S4x06

Il processo a Tyrion.

Al processo sua sorella Cersei porta numerosi testimoni che accusano Tyrion di regicidio, tra i quali anche la sua fidata Shae. L'unica che potrebbe parlare a suo favore, sua moglie Sansa, è invece misteriosamente scomparsa dopo l'accaduto. Il Folletto chiede dunque un processo per singolar tenzone, avendo saputo che il principe di Dorne, Oberyn Martell, detto "La Vipera Rossa", avrebbe combattuto per lui. Oberyn riesce a colpire mortalmente il suo avversario, Gregor Clegane, ma viene comunque ucciso prima della fine del duello.

Tyrion Shae morta

Tyrion dopo aver ucciso Shae.

Imprigionato nelle "celle oscure" della Fortezza Rossa, il giorno prima di subire la pena di morte viene liberato da suo fratello Jaime, il quale gli dice di aver organizzato la sua fuga assieme a Varys. I due fratelli si separano con un abbraccio, credendo che quella sarebbe stata l'ultima volta che si sarebbero visti. Invece che procedere verso il passaggio segreto indicatogli da Jaime, Tyrion decide prima di fuggire di recarsi negli appartamenti del padre nella Torre del Primo Cavaliere. Qui, con sorpresa e orrore, trova Shae nuda nel letto di suo padre. Quando la ragazza lo vede, impugna un coltello per ucciderlo, ma Tyrion riesce a bloccarla e successivamente la strangola con la collana che lui stesso le aveva regalato. Sconvolto per aver ucciso la donna che amava, Tyrion si scusa con lei, ormai senza vita.

Games of Throne S4x10

Tyrion uccide suo padre Tywin.

Successivamente imbraccia la balestra di Joffrey e trova sui padre nella latrina. Qui si confronta con lui costringendolo a confessare di aver sempre voluto vederlo morto, nonostante fosse suo figlio. Tywin cerca di calmare Tyrion, ma dopo che si riferisce ancora una volta a Shae come "una puttana", nonostante Tyrion lo avesse avvertito di non farlo nuovamente, lo uccide con due dardi della balestra.

Tyrion viene guidato da Varys attraverso i meandri delle Fortezza Rossa sino a sbucare da un'uscita nei pressi delle Acque Nere, successivamente viene imbarcato nascosto in una cassa su una nave diretta verso est. Sentendo suonare le campane della Fortezza Rossa, anche Varys, temendo per la sua vita, decide di imbarcarsi anche lui e fuggire con Tyrion.

Quinta stagione

Tyrion e Varys a Pentos

Tyrion e Varys arrivati a Pentos nella villa di Illyrio Mopatis.

Dopo la loro fuga da Approdo del Re, Tyrion e Varys arrivano a Pentos nella villa di Illyrio Mopatis. Qui Varys rivela a Tyrion di essere stato fedele in tutti questi anni a Casa Targaryen sperando di un suo futuro ritorno sul Trono di Spade, salvando Westeros da se stesso. Varys dice a Tyrion di aver accettato di liberarlo e farlo fuggire perché crede che lui sia un uomo con una particolare dote per la politica e che quindi potrà avere un ruolo nella futura guerra che verrà. Varys esprime quindi a Tyrion la sua intenzione di viaggiare verso Meereen per incontrare Daenerys Targaryen e unirsi alla sua causa per riconquistare i Sette Regni.

Varys e Tyrion a Volantis

Varys e Tyrion a Volantis.

Varys e Tyrion partono per Meereen e fanno una sosta presso la città libera di Volantis. Tyrion costringe Varys a fare una passeggiata per le strade della città, anche se l'eunuco teme che i due possano essere scoperti da qualche informatore. Tyrion decide poi di recarsi in un bordello, dove però non riesce ad abbandonarsi ai piaceri lussuriosi in quanto ancora scosso dall'aver ucciso la sua amante Shae. Poco dopo, nel bordello, Tyrion viene rapito da uno sconosciuto.

Il rapitore ruba una barca a vela dove imbarca Tyrion per poi partire alla volta di Meeren. Tyrion riesce ad identificare il suo rapitore dalla sua armatura: ser Jorah Mormont, esiliato da Westeros e ex spia al servizio di Robert Baratheon che poi aveva giurato fedeltà a Daenerys Targaryen. Tyrion intuisce che Daenerys ha scoperto che Jorah un tempo la spiava e perciò lo ha bandito, motivo per cui lo ha rapito per portarlo alla Madre dei Draghi sperando di ottenere così il suo perdono. Jorah, sentendosi provocato, colpisce in faccia il Folletto.

Jorah e Tyrion schiavisti

Tyrion e Jorah Mormont catturati dagli schiavisti.

Jorah decide di attraversare le rovine della vecchia Valyria, invece che circumnavigarla per guadagnare tempo. Entrambi rimangono stupiti dal rovinato splendore di una civiltà ormai lontana. La barca viene assaltata dagli uomini di pietra e Jorah li combatte raccomandando Tyrion di non farsi toccare. Quando un uomo di pietra si sta avvicinando, Tyrion è costretto a gettarsi fuori bordo e quasi rischia di affogare, ma viene salvato da Jorah. I due sono riusciti a scappare agli uomini di pietra ma hanno perso la barca e perciò sono costretti a proseguire il loro viaggio a piedi. Giorni dopo, Tyrion e Mormont vengono catturati dagli schiavisti Yunkai e comprati da Yezzan zo Qaggaz.

Tyrion e Jorah sono obbligati ad inscenare nell'arena di Meereen in uno spettacolo organizzato in onore di Daenerys Targaryen. Quando Jorah si rivela alla madre dei Draghi, questa ordina che sia immediatamente allontanato, ma il cavaliere le dice di averle portato un dono. In quel momento, Tyrion si avvicina e si presenta, dicendo di essere il dono.

Tyrion and daenerys stagione 5

Tyrion Lannister parla con Daenerys Targaryen.

Tyrion e Jorah giungono al cospetto di Daenerys, che è sospettosa riguardo alla vera identità del Folletto. Tyrion prova a convincerla raccontandole di tutti i suoi omicidi e chiedendole poi di poter essere il suo consigliere. Dany continua a mettere alla prova il nano, chiedendogli cosa avrebbe dovuto fare di ser Jorah. Tyrion le spiega che il cavaliere le è molto devoto e che la ha tradita solo per paura di dirle ciò che accadeva veramente. Afferma inoltre che Mormont è cambiato e che ha disobbedito al bando da Meereen solo per poterglielo dimostrare. Daenerys decide allora di non giustiziare un uomo che le è devoto, ma caccia ugualmente Jorah dalla città. Il cavaliere torna allora da Yezzan, dove gli chiede di poter tornare a lottare nelle Fosse di Combattimento. Più tardi, Tyrion e Daenerys discutono delle azioni dei rispettivi padri. Il Folletto prova a convincere Dany a non attaccare Westeros, ma di governare le terre conquistate a Essos. La donna spiega che niente riuscirà a fermarla e nomina Tyrion suo consigliere.
Daario, tyrion, daenerys, missandei and jorah stagione 5

Daario, Tyrion, Daenerys, Missandei e Jorah accerchiati dai Figli dell'Arpia.

Tyrion Lannister assiste ai Grandi Giochi nella Grande Fossa di Daznak assieme a Daenerys, Hizdahr zo Loraq, Missandei e Daario Naharis. Tra i combattenti c'è anche ser Jorah Mormont, il quale prevale su tutti e, dopo essersi voltato verso Daenerys, nota alle sue spalle un Figlio dell'Arpia e lo uccide con una lancia. Dalle gradinate si alzano moltissimi altri Figli che iniziano a massacrare uomini. Per la regina, Missandei, Tyrion, Daario e Jorah inizia una fuga precipitosa, mentre Hizdahr zo Loraq viene accoltellato al cuore. Tyrion salva la vita a Missandei, ancella di Daenerys, da un membro dei Figli dell'Arpia, colpendolo alle spalle. Il gruppo incontra diverse difficoltà fino ad arrivare ad essere circondati da Figli dell'Arpia e da un ristretto gruppo di Immacolati. All'improvviso si sente un ruggito ed arriva Drogon, che inizia a bruciare i nemici, ma viene ferito. Dany, per salvarlo, gli salta in groppa e parte in volo con lui, lasciando attoniti i suoi compagni.
Jorah Tyrion e Daario

Jorah, Tyrion e Daario nella Grande Piramide decidono il da farsi.

Tornati nella Grande Piramide, Tyrion e Daario rimettono in discussione la lealtà di Jorah, seppure il comandante dei Secondi Figli riconosca che ha salvato Daenerys nell'attentato da parte dei Figli dell'Arpia. Scoprono poi che il drago è stato visto portarla a nord e perciò Jorah e Daario decidono di partire a cavallo per cercarla e riportarla in salvo. Verme Grigio, che si sta ancora riprendendo dalle sue ferite, si offre di accompagnarli, ma Daario dice lui e Tyrion dovranno rimanere a Meereen per governare la città in assenza della regina, in quanto lui è il capo degli Immacolati e Tyrion è l'unico con una certa esperienza politica. Daario e Jorah partono insieme, sperando di trovare la loro regina nel Mare Dothraki.

Sesta Stagione

Varys e Tyrion a Meereen

Tyrion e Varys passeggiano per Meereen.

A Meereen, Tyrion e Varys passeggiano per le strade della città cercando di ambientarsi e di conoscere il popolo meereenense. Poco dopo una serie di grida attira la loro attenzione: i due salgono sulle mura della città e assistono alla distruzione della flotta della città. Tyrion decide di liberare i draghi Rhaegal e Viserion dai loro collari d'acciaio e si reca dunque nelle catacombe con Varys. Il Folletto riesce nel suo intento parlando spontaneamente con le creature, sostenendo che da piccolo, aveva sempre segnato di potere vedere un drago un giorno, si sarebbe accontentato di poterne vedere persino uno piccolo, come lui.

Varys e Tyrion negoziano S6

Varys e Tyrion trattano con i Padroni.

Varys scopre che i finanziatori dei Figli dell'Arpia sono i Buoni Padroni di Astapor, i Saggi Padroni di Yunkai e la città libera di Volantis e lo comunica a Tyrion, Missandei e Verme Grigio. Tyrion incontra i rappresentanti degli schiavisti di Astapor, Yunkai e Volantis, e propone loro di abolire la schiavitù gradualmente, in un periodo di sette anni. I due schiavi liberati Missandei e Verme Grigio sono però contrari. Visti gli scarsi progressi in seguito alle riforme contro schiavitù, Tyrion e Varys stringono un'alleanza con la somma sacerdotessa del culto del Signore della Luce, Kinvara, la quale crede fermamente che Daenerys sia "il principe che fu promesso". A Meereen, Tyrion accompagna Lord Varys al porto, da dove il Ragno Tessitore parte per una missione segreta; poco dopo, mentre il Folletto si diletta in compagnia di Missandei e Verme Grigio, la città viene attaccata dalle navi schiaviste. La sera stessa, mentre i tre pensano ad un piano per difendere la Grande Piramide, qualcosa scuote l'intera struttura; tutti si dirigono verso la terrazza per vedere cos'è stato, quando una persona entra nella sala: Daenerys, tornata a Meereen a cavallo di Drogon.

Dany, Verme Grigio Tyrion e Missandei vs Padroni

Daenerys, Verme Grigio, Tyrion e Missandei si confrontano con i Padroni durante l'assedio di Meereen.

A Meereen, Daenerys affronta Tyrion, ritenendolo in parte colpevole dell'assedio che stanno subendo, ma il nano riesce a giustificarsi, avendo agito solo per il bene della città. Daenerys vorrebbe massacrare tutti i padroni degli schiavi per l'affronto subito, ma Tyrion riesce a farla desistere, rammentandole la pazzia di suo padre. La regina così incontra pacificamente i tre padroni degli schiavi con cui Tyrion aveva stretto l'accordo, per negoziare i termini della resa. Quando questi rifiutano, Daenerys, proclamatosi unica vera regina, brucia una delle navi degli schiavisti con i suoi tre draghi. Mentre la cavalleria dei Dothraki, guidata da Daario Naharis, travolge i Figli dell'Arpia che stanno massacrando i cittadini, Tyrion fa uccidere due dei tre padroni degli schiavi da Verme Grigio e lascia il terzo in vita, come monito per chi prova a contrastare Daenerys.

Daenerys, tyrion and missandei 6x10

Dopo la battaglia, Daenerys incontra e accetta la sottomissione di Theon e Yara Greyjoy, che le offrono cento navi in cambio del riconoscimento di Yara come regina delle Isole di Ferro, riuscendo così ad anticipare Euron. La regina, convinta da Tyrion, sembra apprezzare la risolutezza di Yara. Daenerys incontra Tyrion e lo nomina Primo Cavaliere della Regina. Daenerys e il suo seguito salpano quindi verso il Continente Occidentale col suo esercito di Immacolati e Dothraki su un'immensa flotta d'invasione comprendente le navi degli schiavisti, dei Martell, dei Tyrell e dei Greyjoy, mentre i suoi draghi volano nel cielo.

Settima Stagione

Dany e amici a Roccia del Drago

Tyrion e la corte di Daenerys arrivati a Roccia del Drago.

Daenerys accompagnata dai suoi fedeli consiglieri Tyrion Lannister, Varys, Missandei e Verme Grigio, approda sulle coste dell'isola di Roccia del Drago, dimora storica della sua famiglia. La Madre dei draghi è pronta a sferrare la sua offensiva al Continente Occidentale. Tyrion cerca fin da subito di dissuadere Daenerys da lanciare subito un attacco alla capitale Approdo del Re. Quando Daenerys mette in discussione la lealtà di Varys, Tyrion interviene in difesa dell'amico, garantendo per lui. Tyrion è presente quando Daenerys incontra la Sacerdotessa Rossa Melisandre, la quale consiglia di stringere un'alleanza con Jon Snow, acclamato Re del Nord. Tyrion approva il consiglio ricordando di aver conosciuto Jon anni prima.

Consiglio di guerra di Dany a Roccia del Drago

Tyrion al consiglio di guerra di Daenerys.

Tyrion è presente al consiglio di guerra di Daenerys con Olenna Tyrell e Ellaria Sand. Qui ha un breve diverbio con quest'ultima, accusandola dell'omicidio di sua nipote Myrcella Baratheon, la quale era innocente per quanto riguarda la morte di Oberyn Martell. Tyrion pianifica che gli eserciti di Dorne e dell'Altopiano assedieranno Approdo del Re mentre gli Immacolati assedieranno Castel Granito, sede ancestrale di Casa Lannister. La strategia non va a buon fine, in quanto la flotta di Yara Greyjoy che trasportava le forze di Dorne viene attaccata e distrutta da Euron Greyjoy. Daenerys perde così in una sola mossa gli alleati di Dorne e delle Isole di Ferro.

Jon e Tyrion

Tyrion accoglie Jon Snow a Roccia del Drago.

Tyrion Lannister è presente all'incontro tra Daenerys e il Re del Nord Jon Snow, il quale li mette in guardia che il vero nemico si trova al nord domandandole appoggio nella guerra contro gli Estranei e dichiarandosi non coinvolto nello scontro tra lei e Cersei. Daenerys non crede alle sue parole e ribadisce la sua imposizione, ma Jon rifiuta nuovamente, non conoscendola affatto. Nei giorni successivi, ospite della regina, Jon ha una conversazione con Tyrion, intercedendo con successo a favore di Daenerys e ottenendo da lei il permesso di fargli estrarre il vetro di drago dal sottosuolo. La Madre dei Draghi, pur lodando la risolutezza e l'onestà di Jon, rimane scettica sull'esistenza degli Estranei.

Tyrion e Daenerys Forte Orientale

Tyrion e Daenerys dopo la battaglia della Strada dell'Oro.

La Madre dei Draghi viene informata della morte di Olenna Tyrell e del suo esercito. Furibonda, Daenerys realizza che tutti i suoi alleati sono morti o catturati, mentre lei, per tutto questo tempo, è rimasta sulla sua isola ad attendere che tutto ciò avvenisse. Daenerys decide allora di attaccare direttamente la Fortezza Rossa con i suoi tre draghi, nonostante l'opinione contraria di Tyrion, che la sprona a cambiare idea. In sella a Drogon, Daenerys si reca allora sulla Strada dell'Oro, usando le fiamme del suo drago per sfondare la linea difensiva dei Lannister e dei Tarly. Tyrion assiste alla battaglia da lontano, ma vede suo fratello Jaime Lannister impugnare una lancia per cercare di uccidere Daenerys, fallendo. Tyrion cerca poi di convincere Daenerys a non giustiziare Lord Randyll e Dickon Tarly per essersi rifiutati di sottomettersi, ma la Madre dei Draghi li fa entrambi bruciare vivi da Drogon.

Tornati a Roccia del Drago, Tyrion discute con Varys le sue preoccupazioni riguardo l'eccessiva durezza di Daenerys sul campo di battaglia, mettendo in dubbio che anche lei col tempo possa maturare la tipica pazzia dei Targaryen. Durante un consiglio di guerra, Tyrion propone a Jon Snow di catturare un non-morto oltre la Barriera per mostrarlo a Cersei in un incontro tra lei e Daenerys che si svolgerà a breve, per convincere la Regina Lannister della realtà del pericolo in modo da mettere da parte la loro guerra per allearsi e combattere insieme il comune nemico. Tyrion deve organizzare però l'incontro.

Tyrion e Jaime S7

Tyrion si incontra con Jaime nelle catacombe della Fortezza Rossa.

Per questo motivo chiede a Davos Seaworth di portarlo clandestinamente nella capitale per incontrarsi con Jaime, in modo da convincerlo a parlare con Cersei. Con l'aiuto di Bronn, Tyrion e Jaime si incontrano nelle catacombe della Fortezza Rossa e dopo aver spiegato le ragioni per aver ucciso il loro padre, il Folletto riesce a convincere Jaime a parlare con Cersei di organizzare un incontro con Daenerys. Ritornato alla spiaggia, Tyrion viene riconosciuto da due Cappe dorate, ma esse vengono uccise da Gendry. A Roccia del Drago fa ritorno anche ser Jorah Mormont, a cui consegna la moneta con cui erano stati comprati da Yezzan tempo prima, sperando che gli porti fortuna per la spedizione con Jon Snow oltre la Barriera.

Conversando con Daenerys, Tyrion nota che la sua regina è in qualche modo interessata a Jon Snow. Daenerys si domanda poi se Cersei tenderà loro una trappola o meno, ma Tyrion la rassicura. Tyrion chiede poi alla Madre dei Draghi cosa pensa di fare con la successione, dal momento che lei non può avere figli. Daenerys risponde che sarà un problema di cui si occuperanno quando lei avrà conquistato il Trono di Spade. A Roccia del Drago arriva una lettera con una richiesta di soccorso da parte di Jon e i suoi compagni. Daenerys decide di partire con i suoi tre draghi, nonostante Tyrion cerchi di dissuaderla dicendo che è troppo pericoloso.

Jon e Tyrion Fossa del Drago

Tyrion interviene durante il vertice di Fossa del Drago.

Una volta ad Approdo del Re, mostrato il non-morto a Cersei Lannister, la regina proclama quindi una tregua a patto che, una volta terminato questo conflitto, il "Re del Nord" Jon Snow si dichiarerà neutrale quando la guerra tra lei e Daenerys riprenderà. Con sorpresa e sgomento di tutti, Jon Snow dichiara di aver già giurato fedeltà a Daenerys Targaryen, motivo per cui la Regina Cersei lascia le trattative senza che quindi Jon e Daenrys abbiano ottenuto nulla. Tyrion e Daenerys riconoscono la fedeltà di Jon e lo ringraziano, ma lo rimproverano dicendo che, vista la situazione, avrebbe anche potuto mentire mentre ora si è rivelato tutto inutile.

Tyrion e Cersei S7

Tyrion parla in privato con Cersei.

Il Folletto decide allora di cercare di persuadere la sorella in privato. Nonostante ora sappia che non è stato lui ad uccidere Joffrey, Cersei è ancora adirata con il Folletto per aver ucciso il loro padre Tywin Lannister. Cersei dice infatti al fratello che uccidendo Tywin, ha condannato Casa Lannister ad essere attaccata da tutti i loro nemici, sostenendo che se Tywin fosse ancora vivo, Myrcella e Tommen sarebbero ancora vivi. Secondo Cersei, Tyrion ha quindi distrutto il futuro della loro casa e allora Tyrion, cercando di smascherare il bluff della sorella, dice che se la pensa così dovrebbe ordinare a ser Gregor di ucciderlo. Cersei, dopo alcuni momenti di tensione, decide di non dare l'ordine e Tyrion riesce poi a convincerla ad accettare l'armistizio, capendo anche che lei è incinta.

Cersei, Tyrion e Jaime fanno quindi ritorno al vertice e la regina Lannister comunica che accetterà l'armistizio con Daenerys inviando truppe al nord per combattere insieme contro il nemico comune. Tornati a Roccia del Drago, Tyrion, Jon Snow, Daenerys e le loro armate salpano alla volta di Porto Bianco. Durante la navigazione, Tyrion vede Jon entrare nella cabina di Daenerys, dove i due hanno un rapporto sessuale.

Ottava stagione

Varys Tyrion e Davos S8

Tyrion con Varys e Davos Seaworth a Grande Inverno.

Tyrion Lannister arriva a Grande Inverno con le armate di Daenerys. Qui Davos Seaworth, osservando Jon e Daenerys, esprime a Tyrion e Varys la propria speranza che essendo i due regnanti un'ottima coppia, un matrimonio tra i due sarebbe il modo più efficace per porre fine alle ostilità tra il Nord e gli altri regni. Nel castello Tyrion incontra Sansa Stark dopo anni, dove lei gli confessa che lui è stato il migliore dei mariti che ha avuto. Sansa è poi delusa da Tyrion per essersi fidato di Cersei, poiché sicura che la Regina Lannister non invierà mai le sue truppe al nord per combattere al loro fianco.

L'ipotesi di Sansa si ritrova confermata quando Jaime Lannister arriva da solo a Grande Inverno dicendo che in realtà Cersei non ha intenzione di inviare le sue forze al nord, sperando che i suoi nemici si uccidano tra di loro mentre lei consolida il suo dominio nei Sette Regni. Quando Daenerys e Sansa intendono giustiziare Jaime per tutto il male che ha fatto alle rispettive famiglie, Tyrion interviene a difesa del fratello, ma viene interrotto da Daenerys, infuriata con lui per essersi fidato di Cersei. Alla fine a Jaime viene concesso di combattere assieme ai vivi, ma Tyrion teme che Daenerys si sceglierà un altro Primo Cavaliere. Danerys perdona però Tyrion su consiglio di Jorah.

Tyrion & Jaime S8 E2

Tyrion con il fratello Jaime la vigilia della battaglia.

Durante il consiglio di guerra, Tyrion dice di aver intenzione di combattere avendo già esperienza di combattimento (dalla battaglia delle Acque Nere), ma Daenerys gli impone di rifigiarsi nelle cripte assieme alle donne e i bambini in quanto troppo prezioso. La vigilia della battaglia, Tyrion passa l'attesa in una stanza a bere vino davanti al focolare in compagnia di Jaime, Davos Seaworth, Brienne di Tarth, Podrick Payne e Tormund. Assiste quindi al momento in cui Jaime Lannister nomina Brienne un cavaliere. Quando arriva l'allarme, Tyrion vede dai bastioni di Grande Inverno l'arrivo dell'armata di Estranei e non-morti per poi rifugiarsi nelle cripte assieme a Sansa e Varys.

Durante la battaglia di Grande Inverno, quando il Re della Notte solleva i caduti come nuovi non-morti, anche i defunti sepolti nelle cripte riprendono vita e iniziano ad uscire dalle proprie tombe, uccidendo i presenti. Tyrion e Sansa si nascondono dietro una tomba e sono tra i sopravvissuti alla battaglia. Durante i festeggiamenti della vittoria, Tyrion fa un gioco di bevute con Jaime, Brienne e Podrick.

Bronn minaccia Tyrion e Jaime S8

Bronn minaccia Tyrion e Jaime.

Una delle sere successive, Tyrion e Jaime si trovano in un bordello di Città dell'Inverno e qui vengono raggiunti da Bronn, il quale è stato incaricato da Cersei di ucciderli in cambio del titolo di Lord di Delta delle Acque. Jaime gli dice di non fidarsi di Cersei e Bronn è sempre più convinto che Daenerys vincerà la guerra contro Cersei e perciò quest'ultima non potrà dargli la sua ricompensa. Tyrion propone perciò un patto a Bronn: lui non ucciderà i due Lannister ma in cambio, se Daenerys vincerà la guerra, Bronn sarà nominato lord di Alto Giardino. Jaime non è d'accordo nel dare un castello così importante a un tagliagole ma dopo che Bronn quasi lo colpisce con un colpo di balestra, anche Jaime è costretto ad accettare. Bronn allora lascia i due raccomandandogli di non morire.

Tyrion salta

Tyrion si getta fuoribordo durante l'attacco di Euron Greyjoy.

Con la ripresa della guerra di Daenerys Targaryen contro Cersei per prendere il Trono di Spade, Tyrion, assieme a Jon, consiglia a Daenerys di assediare Approdo del Re invece che attaccarla direttamente con i suoi due draghi poiché così avrebbe luogo un massacro. Poco prima che Tyrion parta da Grande Inverno, Sansa gli rivela una scioccante verità: Jon è in realtà Aegon VI Targaryen figlio di Lyanna Stark e del Principe Rhaegar Targaryen e perciò legittimo erede al Trono di Spade, oltre che nipote di Daenerys. Tyrion rivela poi questo segreto a Varys, il quale comincia a pensare che effettivamente Jon sarebbe un sovrano migliore della Madre dei Draghi. Settimane dopo, di ritorno a Roccia del Drago, la flotta Targaryen viene colta in un imboscata dalla flotta di Euron Greyjoy. Il drago Rhaegal viene abbattuto, molte navi vengono affondate e Missandei viene fatta prigioniera.

Tyrion parla con Cersei S8E4

Tyrion parla con Cersei per persuaderla ad arrendersi.

Quando Daenerys è determinata ad attaccare subito la capitale, Tyrion e Varys convincono Daenerys di provare almeno a negoziare con Cersei, ma Varys è ora del tutto disilluso e dice a Tyrion che la natura più equilibrata di Jon Snow lo renderebbe più adatto a governare al contrario dell'impulsiva e sempre più instabile Daenerys. Durante le trattative sulle mura di Approdo del Re con Daenerys e le sue armate, Tyrion cerca di convincere Cersei ad arrendersi senza spargimenti di sangue. Nonostante il Folletto si rivolga alla sorella in maniera emotiva e confortante, Cersei ignora le sue preghiere e fa decapitare Missandei.

A Roccia del Drago, Varys, sempre più preoccupato per il comportamento di Daenerys dopo il fallito parlay, prende la sua difficile decisione e invia varie lettere in tutti i Sette Regni tramite i suoi uccellini per rendere nota la vera identità di Jon Snow. A malincuore, spinto dal dovere e dalla lealtà nei confronti della sua regina, Tyrion informa Daenerys della cospirazione di Varys e manda Verme Grigio ad arrestarlo. Tyrion assiste addolorato all'esecuzione dell'amico, che viene bruciato vivo da Dragon per ordine della Madre dei Draghi.
Jaime e Tyrion S8E5

Tyrion libera Jaime, salutandolo per l'ultima volta...

Daenerys, ora convinta di poter vincere su Westeros solo tramite a paura, viene convinta da Tyrion a fermare l'attacco quando Approdo del Re si arrenderà. Il segnale della sarà il suono delle campane della capitale. Daenerys informa che Jaime è stato catturato mentre si dirigeva ad Approdo del Re e avverte il Folletto che la prossima volta che la deluderà sarà l'ultima. Tyrion si reca nella tenda dove Jaime è imprigionato e lo libera di nascosto, anche per sdebitarsi per quando Jaime lo aveva liberato dalla Fortezza Rossa dopo la morte di Joffrey. Tyrion saluta il fratello dicendogli che nonostante la capitale sia ormai spacciata, lui e Cersei dovranno fuggire attraverso un passaggio segreto e imbarcarsi per Pentos, nelle Città libere, per iniziare una nuova vita. Tyrion prega inoltre il fratello di fare in modo che le campane della capitale suonino in segno di resa onde evitare un massacro.
Tyrion scioccato

Tyrion assiste scioccato all'attacco di Daenerys.

Il mattino seguente Approdo del Re è sotto assedio dalle forze di Daenerys Targaryen. Tyrion assiste scioccato alla distruzione della città da parte di Daenerys, ormai in preda alla pazzia, la quale in sella a Drogon devasta la capitale uccidendo centinaia di uomini, donne e bambini innocenti nonostante la capitale si fosse arresa quasi subito senza opporre resistenza. Tyrion, Jon e Davos camminano per la città devastata, vedendo i corpi carbonizzati dei popolani e la maggior parte degli edifici crollati: quella che fino a poche ore prima era la città più popolosa di Westeros con mezzo milione di abitanti, ora è un cumulo di macerie con pochi sopravvissuti. Camminando tra le macerie della Fortezza Rossa in più punti crollata, Tyrion Lannister nota una mano d'oro tra le macerie. Rimuovendo i mattoni ritrova i corpi dei due fratelli Jaime e Cersei, l'uno nelle braccia dell'altra.

Tyrion vs Daenerys

Tyrion decide di confrontarsi con Daenerys.

Tyrion raggiunge poi Daenerys la quale sta facendo un discorso di vittoria alle sue armate, dicendo che la sua guerra non è ancora finita, intendendo "liberare" ogni popolo del Mondo Conosciuto. Quando la Madre dei Draghi ha terminato il suo discorso, Tyrion le si avvicina. Quando Daenerys lo accusa di averla tradita liberando suo fratello Jaime, Tyrion replica asserendo: "Ho liberato mio fratello. E tu hai massacrato una città." Detto ciò, si toglie la spilla di Primo Cavaliere e la getta via. Daenerys fa quindi arrestare Tyrion dagli Immacolati.

Tyrion parla con Jon

Tyrion, imprigionato, parla con Jon riguardo a Daenerys.

Più tardi Tyrion riceve la visita di Jon Snow e cerca di persuaderlo che Daenerys è ormai impazzita. Tyrion rimpiange infatti di aver tradito Varys. Jon cerca di darsi una ragione delle azioni di Daenerys, ma Tyrion ribatte che se fino ad ora la avevano sempre giustificata quando aveva commesso azioni violente (uccidere gli schiavisti di Astapor, crocifiggere i nobili di Meereen, bruciare vivi i khal Dothraki) era perché loro erano malvagi, questa volta a rimetterci la vita sono invece stati centinaia di innocenti. Tyrion comprende che Jon ama Daenerys e quando Jon dice ciò che gli disse il Maestro Aemon "L'amore è la morte del dovere", Tyrion replica che talvolta "Il dovere è la morte dell'amore". Tyrion comprende che sta chiedendo a Jon di fare una cosa terribile, ma dice che ora è Daenerys la vera minaccia e lo sarà anche per le sue sorelle Sansa e Arya, le quali è sicuro che non si sottometteranno mai a Daenerys.

Dopo aver cercato di far ragionare Daenerys, Jon la uccide e per questo motivo viene imprigionato. Poche settimane dopo l'assassinio di Daenerys da parte di Jon, Verme Grigio accompagna Tyrion per essere processato alla Fossa del Drago davanti ai lord e lady più potenti di Westeros. Quando Sansa Stark chiede dove si trovi Jon, Verme Grigio dice che ora è loro prigioniero. Sansa lo minaccia di guerra, a cui il soldato risponde in egual misura. Davos placa ancora una volta la situazione ringraziando gli Immacolati per il loro aiuto e suggerisce loro di prendere terre libere nell'Altopiano dove potrebbero iniziare una nuova vita per evitare ulteriori guerre, Verme Grigio ma rifiuta la proposta, chiedendo invece giustizia.

Verme Grigio Tyrion Gran Concilio 305 CA

Tyrion portato davanti ai più potenti lord e lady di Westeros.

Tyrion tuttavia lo convince a lasciare che sia il sovrano dei Sette Regni a giudicare Jon e che i signori eleggano un nuovo re. Dopo alcune idee fallite, a Tyrion viene chiesto di dare il suo parere e allora propone Bran Stark come loro nuovo sovrano, in quanto è la conoscenza incarnata del mondo e nulla meglio della conoscenza tiene uniti i popoli. Sempre su consiglio di Tyrion, viene decretato che d'ora in poi i sovrani verranno eletti dai più potenti lord e lady di Westeros, abolendo così la monarchia ereditaria. Dopo essere stato eletto nuovo Re degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, Bran sceglie Tyrion come Primo Cavaliere. Verme Grigio si oppone a questa decisione, sostenendo che il Folletto debba essere punito, al ché Bran risponde che la sua punizione consisterà nel passare il resto della sua vita a correggere i suoi errori.  

Concilio Ristretto S8

Tyrion presiede alla prima seduta del nuovo Concilio Ristretto.

Più tardi Tyrion visita Jon Snow comunicandogli che Bran ha deciso di inviarlo tra i Guardiani della Notte, esiliandolo al nord per soddisfare gli Immacolati. Tyrion saluta quindi Jon, rassicurandolo che si rivedranno poiché dopo qualche anno da Primo Cavaliere gli verrà voglia di "pisciare dalla cima della Barriera", riferendosi al loro primo incontro. Tyrion Lannister presiede quindi alla prima seduta del nuovo Concilio Ristretto con Lord Bronn come Maestro del Conio, Davos Seaworth come Maestro della Flotta, Samwell Tarly come Gran Maestro e Brienne di Tarth come Lord Comandante della Guardia Reale. Samwell mostra a Tyrion la prima copia dell'opera storiografica Cronache del Ghiaccio e del Fuoco scritta dall'Arcimaestro Ebrose contenente la storia di Westeros a partire dalla morte di Re Robert Baratheon. Quando la mostra a Tyrion Lannister, nuovo Primo Cavaliere del Re, questo chiede a Sam come si parli di lui nel libro, al ché Sam, risponde imbarazzato che Tyrion non è stato menzionato, lasciando il Lannister basito. L'oggetto di discussione della prima seduta del Concilio Ristretto è la ricostruzione di Approdo del Re.  

Dietro le quinte

  • Tyrion Lannister è stato interpretato da Peter Dinklage mentre in italiano è stato doppiato da Gaetano Varcasia dalla Prima alla Quarta Stagione mentre dalla Quinta all'Ottava Stagione è stato doppiato da Mauro Gravinia, succeduto a Varcasia quando questo è venuto a mancare.
  • Per l'interpretazione di Tyrion Lannister Peter Dinklage ha ricevuto ben quattro Emmy Awards come Miglior attore non protagonista in una serie drammatica. Tali premi sono stati da lui ottenuti nel 2011, nel 2015, nel 2018 e infine nel 2019.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.