Il Trono di Spade Wiki
Advertisement
Il Trono di Spade Wiki

Qarth è un antico porto commerciale sulla costa meridionale del continente orientale, sullo stretto che collega il Mare di Giada e il Mare dell'Estate.

La sua posizione strategica la rende un crogiolo da cui passano commerci e cultura tra est e ovest e tra nord e sud ed, essendo riuscita ad affermarsi per secoli come snodo commerciale fondamentale, è una città colma di ricchezze e l'opulenza si rispecchia nello stile architettonico: gli edifici sono dipinti con sfumature di rosa, violetto e ocra, sui bordi delle strade sono allineate statue di bronzo, le fontane sono scolpite con le fattezze di creature fantastiche e la strada principale è circondata da archi bronzei decorati con pietre preziose.

Qarth è la patria di stregoni e principi mercanti, ed è conosciuta anche con il nome di Regina delle città.

Storia

Seconda stagione

Daenerys Targaryen e il suo khalasar sono a corto di cibo e di acqua durante il loro viaggio attraverso la Desolazione Rossa. Invia i suoi tre cavalieri di sangue in cerca di soccorso. Kovarro trova la sua strada per la città di Qarth, situata a tre giorni a est, e guida lì Daenerys. All'esterno viene accolta dai Tredici, ma quando rifiuta di mostrare loro i suoi draghi, questi le negano di entrare. Xaro Xhoan Daxos, uno dei tredici, annulla la decisione del consiglio invocando Sumai, un'antica legge di Qartheen, e prende Daenerys e il suo popolo sotto la sua protezione.

Xaro Xhoan Daxos e Pyat Pree organizzano un colpo di stato in città, assassinando gli altri membri dei Tredici e impossessandosi dei draghi di Daenerys per i propri scopi, imprigionandoli nella Casa degli Eterni, la torre degli stregoni. Daenerys in seguito salva i suoi draghi, facendogli bruciare Pyat Pree vivo, prima di sigillare Xaro Xhoan Daxos nella sua stessa camera blindata - che si rivelò essere vuota - come vendetta per il suo sotterfugio.

Posizione

La posizione di Qarth

Qarth è situata sulla Porte di Giada, che collegano il mare dell'Estate al mare di Giada, a sud-est di Lhazar e della Desolazione Rossa e a sud-ovest delle Montagne delle Ossa. A largo della costa, la piccola isola di Qal è posizionata appena a est della città, mentre a sud c'è un'isola più grande, Grande Moraq. Le grandi città degli schiavisti, Astapor, Yunkai e Meereen, sono più a ovest. La strada della Sabbia la collega con Bayasabhad, a nord, mentre altre strade portano a Asabhand a est, e a Qarkash a ovest. La posizione privilegiata di Qarth la rende il passaggio tra il continente occidentale, le città libere e la baia degli Schiavisti, oltre a territori più orientali, come Asshai, le terre delle Ombre e Yi Ti.

L'influenza della città si estende ben oltre i suoi confini, fino a occidente a Qarkash e Porto Yhtos, e a oriente fino a Qal. Molte colonie nel nord sono state però distrutte dai Dothraki durante il Secolo di Sangue: tra queste ci sono Vaes Orvik, Vaes Shirosi, Vaes Qosar e probabilmente Vaes Tolorro.

Governo

Qarth è governata, almeno nominalmente, dai Superni che hanno il loro seggio presso la Sala dei Mille Troni: si occupano di tutte le questioni importanti, hanno il comando della Guardia civica e della flotta di galee da guerra riccamente ornate che domina gli stretti tra i vari mari. Il potere assoluto dei Superni viene messo in discussione dai Tredici, dalla Fratellanza della Tormalina e dall'Antico Ordine degli Speziali, potenti corporazioni che fanno di tutto e sgomitano per aver un ruolo nel governo e nelle macchinazioni politiche della città.

Popolazione

Gli abitanti di Qarth sono alti e pallidi, soprannominati dai Dothraki Uomini di Latte per il loro aspetto. Si vantano del loro essere sofisticati e considerano il piangere in momenti di forti emozioni un segno di civilizzazione.

La moda femminile impone di indossare abiti che lascino un seno scoperto, mentre gli uomini prediligono abiti di seta decorati con perline. I guerrieri indossano armature di bronzo a lamine ed elmi a becco dotati di zanne di rame e lunghi pennacchi di seta nera e alcuni di loro cavalcano cammelli.

Usano sedersi a terra su dei cuscini. I mercanti ricchi si adornano il naso con dei gioielli.

Advertisement