Il Trono di Spade Wiki
Advertisement
Il Trono di Spade Wiki

La presa di Grande Inverno fu un evento durante la Guerra dei Cinque Re. Per ottenere il rispetto degli Uomini di Ferro e di suo padre Balon Greyjoy, Theon Greyjoy tradisce gli Stark e occupa il castello indifeso.

Antefatti

Theon consiglia a Robb di cercare un'alleanza con suo padre, Balon Greyjoy, ragionando che Robb ha bisogno di una flotta per attaccare Approdo del Re, e fiducioso che Balon lo ascolterà. Nonostante le riserve di Catelyn, secondo cui non possono fidarsi di Balon Greyjoy, Robb manda Theon alle Isole di Ferro per negoziare con il padre.

Balon saluta Theon con freddezza, credendo che lui abbia ormai dimenticato le sue radici e che sia divenuto fedele agli Stark. Balon rivela che ha intenzione di attaccare il Nord mentre è scarsamente difeso. Balon dà a Yara una flotta di trenta navi per catturare Deepwood Motte e insulta Theon dandogli una missione minore per razziare i villaggi di pescatori sulla costa pietrosa, con una sola nave. Theon all'inizio intende informare Robb del piano di suo padre, ma alla fine brucia la lettera decidendo che la sua lealtà spetta alla sua famiglia. Dopo aver deciso di tradire Casa Stark, Theon Greyjoy viene battezzato nel nome del Dio Abissale e gli viene affidato il comando della Strega del Mare.

La presa di Grande Inverno

Theon, per dimostrare la sua fedeltà e il suo valore al padre decide di attaccare Grande Inverno, che al momento è poco difesa visto che il grosso delle forze del nord si trova a sud con Robb. L'impresa ha successo e Theon fa i giovani fratelli Stark Bran e Rickon suoi prigionieri, proclamandosi principe di Grande Inverno. Theon giustizia poi ser Rodrik Cassel, che lo definisce un traditore e gli sputa anche in faccia pur di non inchinarsi.

Conseguenze

Una notte Theon è sedotta da Osha, a cui Theon garantisce la sua libertà in cambio del suo servizio sessuale. Dopo che Theon si è addormentato, Osha libera Bran e Rickon, fuggendo con loro e Hodor. Nonostante i suoi tentativi, Theon non è in grado di trovare i fuggitivi e non volendo apparire un debole sia ai suoi uomini sia agli uomini del Nord, fa uccidere Jack e Billy, i due figli di un contadino, e bruciare i loro corpi per poi esporli a Grande Inverno facendoli passare per Bran e Rickon.

Successivamente Theon invia un corvo a Yara chiedendole 500 uomini come rinforzi ma alcuni giorni dopo Yara arriva con soli 20 uomini per dire al fratello di lasciare Grande Inverno in quanto troppo lontana dal mare e poiché ormai tutto il Nord lo vuole morto per l'uccisione dei fratelli Stark. Pochi giorni dopo, infatti, Grande Inverno viene circondata dai soldati del nord comandati da Ramsay Snow, che fanno infuriare Theon suonando il corno per tutta la notte. Il Maestro Luwin consiglia a Theon di fuggire verso la Barriera e unirsi ai Guardiani della Notte in modo che possa salvarsi la vita e tentare di riscattarsi, aggiungendo che sa che Theon non è l'uomo spietato che finge di essere. Theon tuttavia rifiuta poiché tra i guardiani c'è Jon Snow che lo avrebbe sicuramente ucciso per la presunta morte di Bran e Rickon.

Il giorno seguente Theon prepara i suoi pochi Uomini di Ferro per uscire dalle mura e affrontare una morte gloriosa in battaglia, pronunciando un discorso entusiasmante, ma viene tradito e messo fuori combattimento da Dagmer, che ha in programma di consegnarlo alle forze del nord in modo che tutti gli altri possano tornare a casa. Luwin tenta di aiutare Theon ma viene pugnalato da Dagmer, che poi trascina via Theon privo di sensi.

Advertisement