FANDOM


Lord Mace Tyrell era il Lord di Alto Giardino e capo della Casa Tyrell. Era figlio di Olenna Tyrell e il padre di Loras e Margaery Tyrell. Inizialmente sostenne la rivendicazione di Renly Baratheon al Trono di Spade nella prima fase della Guerra dei Cinque Re, ma dopo la morte di Renly riuscì a negoziare un'alleanza con Casa Lannister per sostenere la rivendicazione del trono di Re Joffrey, a condizione che sua figlia Margaery avrebbe sposato Joffrey, rendendola la nuova regina e dando a Casa Tyrell il prestigio di entrare nella stirpe reale. Fu nominato Maestro della Flotta e Maestro del Conio nel Concilio Ristretto del Re Tommen. Mace Tyrell morì insieme ai suoi due figli nella distruzione del Grande Tempio di Baelor, architettata da Cersei Lannister.

Biografia

Passato

Mace Tyrell è il primogenito di Luthor Tyrell e lady Olenna Redwyne, detta "la Regina di Spine". Nei libri si dice che ha due sorelle minori: Janna e Mina.

Mace non è considerato un grande stratega o un buon generale - sua madre Olenna stessa lo descrive apertamente come un idiota, anche se non per disprezzo. D'altra parte, ha mostrato buon senso nel delegare tali compiti a subordinati fidati e qualificati, come al famoso generale Randyll Tarly, che spesso ha comandato le forze di Mace in battaglia.

Mace potrebbe non essere l'uomo più intelligente o scaltro, ma è un tipo molto amato dalla maggior parte dei suoi parenti, nonché un marito e un padre amorevole. Mace ha un figlio, Loras, e una figlia, Margaery, da molti considerata la donna più bella dei Sette Regni. Mace ha sempre sognato di veder diventare la figlia Margaery regina, in modo tale che accresca l'importanza e l'influenza di Casa Tyrell all'interno del reame. A differenza delle altre Grandi Case di Westeros, infatti, i Tyrell non erano stati una casa reale del territorio su cui ancora oggi esercitano il loro potere (come gli Stark furono i Re del Nord o i Lannister i Re della Roccia), bensì erano una casa minore dell'Altopiano a cui fu concesso il controllo dell'Altopiano come ricompensa per la sottomissione ad Aegon il Conquistatore durante la conquista Targaryen trecento anni fa. Entrare così nella linea di sangue reale avrebbe aumentato il prestigio di Casa Tyrell e avrebbe assicurato il suo dominio sui loro vassalli nell'Altopiano.

Durante la Ribellione di Robert, Mace Tyrell decise che Casa Tyrell sarebbe rimasta fedele al Trono di Spade di Casa Targaryen sotto Re Aerys II Targaryen, detto "il Re Folle". Gli eserciti Tyrell furono in grado di infliggere l'unica sconfitta che Robert Baratheon subì durante l'intera guerra nella battaglia di Ashford. Nonostante Mace avesse cercato di annoverare la battaglia di Ashford come esempio della sua grande capacità strategica, il suo intervento non ebbe avuto nulla a che fare con l’andamento dello scontro, già vinto dall'avanguardia guidata da lord Randyll Tarly prima ancora che il grosso dell’esercito arrivasse sul campo.

Successivamente, il massiccio esercito di Mace si spostò ad est per assediare Capo Tempesta, la sede ancestrale di Casa Baratheon. L'assedio durò quasi un anno e le forze assediate erano comandate da Stannis Baratheon, fratello di Robert. L'esercito dei Tyrell ridusse Stannis e la sua guarnigione alla fame, ma alla fine i Baratheon riuscirono a resistere, e l'assedio riuscì solo a bloccare l'esercito di Mace a sud e impedirgli di aiutare i Targaryen nelle battaglie più importanti che si stavano verificando più a nord. Quando Cersei Lannister domandò ad Olenna Tyrell delle imprese di Mace nell'assedio di Capo Tempesta, Olenna disse che "tutto quello che Mace mise sotto assedio fu la tavola del banchetto nella tenda del comandante".

Dopo il Sacco di Approdo del Re, Lord Eddard Stark si diresse a sud con il principale esercito ribelle per porre fine all'assedio. Con la capitale in mano ai ribelli, e con la morte sia del principe Rhaegar Targaryen che di suo padre il Re Folle, Mace vide che la guerra era chiaramente persa e non diede battaglia a Lord Eddard. Si arrese pacificamente alle forze ribelli e si inchinò a Robert, motivo per cui fu trattato con clemenza e gli fu permesso di continuare a governare l'Altopiano.

Seconda stagione

Nella prima fase della Guerra dei Cinque Re, Lord Mace Tyrell appoggia la pretesa al Trono di Spade di Renly Baratheon, fratello minore del defunto Re Robert Baratheon. Margaery viene data in sposa a Renly e a Mace Tyrell viene promessa la carica di Primo Cavaliere del Re.

Con la morte di Renly, tuttavia, invece che schierarsi con Stannis Baratheon (che secondo Loras ha architettato lui la misteriosa morte di Renly), i Tyrell stringono una nuova alleanza con il Re Joffrey Baratheon e Casa Lannister.

Terza stagione

L'alleanza tra i Tyrell e la Corona verrebbe suggellata proprio dal matrimonio tra Re Joffrey e Margaery.

Mace inizialmente accoglie positivamente la proposta di Tywin Lannister di rafforzare ulteriormente l’alleanza Tyrell-Lannister con il matrimonio tra la regina vedova Cersei e il suo erede, Loras Tyrell, nonostante il parere contrario di Olenna. Mace concorda inoltre con Lord Tywin che verrà nominato Maestro della Flotta come membro del Concilio Ristretto di Re Joffrey.

Quarta stagione

Mace Tyrell è presente alla colazione prima del matrimonio tra sua figlia Margaery e Joffrey. Qui, quando vengono consegnati i regali di nozze, Mace dona una coppa d'oro con i sigilli di tutte le Grandi Case dei Sette Regni.

Mace accompagna Margaery all'altare durante il matrimonio. Durante il banchetto nuziale nei giardini della Fortezza Rossa, Mace cerca di attirare l'attenzione di Lord Tywin, ma Olenna lo ferma dicendo "Non ora Mace! Lord Tywin e io stiamo parlando", come se si rivolgesse ancora ad un bambino. Mace è visibilmente contrariato quando durante il banchetto ha luogo parodistica rievocazione storica della Guerra dei Cinque Re in cui il nano che rappresenta Renly Baratheon cavalca una figura con il sedere nudo destinata a rappresentare Loras. Mace è presente quando Re Joffrey muore avvelenato durante il banchetto.

Dopo che Tyrion Lannister è stato arrestato per l' assassinio del re Joffrey, Lord Tyrell accetta la proposta di Tywin di essere uno dei giudici per l'imminente processo di Tyrion, mentre gli altri due saranno Tywin stesso e il principe Oberyn Martell. Mace assiste all'incoronazione del giovane Tommen Baratheon come nuovo Re dei Sette Regni. Come concordato, Mace Tyrell partecipa alle sedute del Concilio Ristretto come Maestro della Flotta anche durante il regno di Re Tommen. 

Mace è presente durante il processo di Tyrion e poi assiste al processo per combattimento che termina con la raccapricciante morte di Oberyn per mano di ser Gregor Clegane

Quinta stagione

Mace Tyrell è uno dei tanti lord di Westeros presenti al funerale di Tywin Lannister. Più tardi, durante una seduta del Concilio Ristretto, Lord Tyrell si propone come candidato per assume la carica di Primo Cavaliere del Re, ma Cersei gli comunica che Re Tommen (in realtà lei stessa) gli ha assegnato la carica di Maestro del Conio.

Mace Tyrell è presente durante la cerimonia nuziale di Tommen Baratheon e sua figlia Margaery. Più tardi, Mace e il resto del Consiglio Ristretto ascoltano l'Alto Septon che chiede l'arresto di tutti i membri dei Passeri e l'esecuzione dell'Alto Passero. Durante un'altra seduta del Concilio Ristretto, Mace riporta che la Banca di Ferro di Braavos attualmente detiene un decimo dei debiti della Corona. Alla domanda di Cersei, Mace ammette che la Corona non può rimborsare più della metà della somma richiesta. Mace dice che Casa Tyrell potrebbe far fronte al denaro al Trono di Spade e poi essere ripagata in seguito, ma Cersei rifiuta educatamente, affermando che i Tyrell hanno già dato troppo. In realtà, Cersei rifiuta l'offerta perché non vuole dare più potere ai Tyrell concedendo loro la possibilità di trattenere il pagamento del debito su di loro. Quindi incarica Mace di recarsi personalmente a Braavos per negoziare condizioni migliori con la Banca di Ferro. Dice anche a Mace che il re, preoccupato per la sicurezza di suo suocero, ha incaricato ser Meryn Trant della Guardia Reale di scortarlo nel suo viaggio a Braavos. 

Dopo essere arrivato a Braavos, Lord Mace Tyrell viene accolto da Tycho Nestoris, funzionario della Banca di Ferro. Mace osserva che gli uomini della Banca di Ferro sono i migliori giocatori d'azzardo del mondo, con grande disapprovazione di Tycho. 

Sesta stagione

Ritornato ad Approdo del Re, Mace Tyrell viene a sapere che i suoi figli Loras e Margaery sono stati arrestati dal Credo Militante; Loras con l'accusa di sodomia, mentre Margaery per aver mentito di fronte agli dei cercando di nascondere l'omosessualità del fratello di cui era a conoscenza. Anche Cersei è stata arrestata (per l'accusa di incesto e sospetta complicità nella morte di Re Robert Baratheon), ma ha ottenuto la possibilità di tornare alla Fortezza Rossa dopo aver confessato ma affrontando però il cammino del pentimento, percorrendo completamente nuda la strada dal Grande Tempio di Baelor alla Fortezza Rossa, in una pubblica umiliazione.

Lord Mace Tyrell partecipa quindi a una seduta del Concilio Ristretto per decidere cosa fare con il Credo Militante e la prigionia dei suoi figli.  Quando Cersei mette in dubbio la presenza di Olenna Tyrell, Mace fa per difendere sua madre, ma lei lo interrompe velocemente parlando da sola.

Mace Tyrell con l'armatura

Mace Tyrell con l'armatura.

Più tardi, sempre ad Approdo del Re, Mace guida le truppe dei Tyrell assieme a Jaime Lannister arrivando davanti al Grande Tempio di Baelor per fermare il cammino di espiazione di Margaery e liberare entrambi i suoi figli. Anche Lady Olenna si unisce a loro. Dopo che Jaime si confronta con l'Alto Passero, Re Tommen esce dal tempio e tiene un discorso con cui sigilla una nuova e più solida alleanza tra la Corona e il Credo, spiazzando Jaime, Olenna e tutta la folla. Mace, sconcertato, chiede alla madre cosa stia succedendo e Olenna, seccata, gli dice che l'Alto Passero li ha battuti.

Mace è presente quando Re Tommen fa un annuncio riguardo alla data dei processi di Cersei e Loras e che la pratica del processo per combattimento è abolita. Mace è visibilmente a disagio durante il discorso del re, ma non parla.

Mace è presente al processo di suo figlio Loras nel Grande Tempio di Baelor. È visibilmente sconvolto quando Loras decide di unirsi al Credo Militante rinunciando al cognome Tyrell e all'essere così l'erede di Alto Giardino. Quando i passeri incidono una stella a sette punte sulla fronte di Loras, Mace, sconvolto, cerca di intervenire ma viene trattenuto da Margaery. Poco dopo, Mace, Margaery, Loras, Kevan Lannister, l'Alto Passero e tutti i presenti nel tempio muoiono in un'esplosione di altofuoco orchestrata da Cersei nel suo complotto per distruggere i suoi nemici. A differenza degli altri, Mace non si fa prendere dal panico, ma usa invece i suoi ultimi momenti per condividere uno sguardo triste con i suoi figli, non sapendo chiaramente quello che stava per succedere. 

Nonostante abbia sminuito e deriso costantemente la mancanza di intelligenza di suo figlio, Olenna è chiaramente addolorata per la sua morte, così come per quella di Margaery e Loras - che la spinge a cercare un'alleanza con DorneDaenerys Targaryen, al fine di ottenere vendetta contro Cersei.

Dietro le quinte

  • Mace Tyrell è stato interpretato da Roger Ashton-Griffiths, mentre in italiano è stato doppiato da Oliviero Dinelli.

Nei libri

Nei romanzi di Cronache del ghiaccio e del fuoco, Lord Mace Tyrell è descritto come un nobile sfacciato e affamato di potere. Secondo George R.R. Martin, sia Mace Tyrell che sua madre Olenna sono consapevoli della omosessualità di Loras, ma nessuno dei due sembra preoccuparsene. Nei libri, Mace Tyrell è presente durante la battaglia delle Acque Nere, comandando il fianco sinistro dell'esercito dei Tyrell. Mentre nella serie televisiva Cersei cerca di allontanare Mace dalla capitale inviandolo a Braavos per negoziare con la Banca di Ferro, in Il banchetto dei corvi lo manda a conquistare Capo Tempesta. Quando Mace viene a conoscenza dell'arresto della figlia, rompe l’assedio e torna nella capitale con tutto l’esercito. Per placare l’ira della Casa Tyrell in seguito alle accuse che Cersei ha rivolto a Margaery, Kevan fa molte concessioni a Mace: lo nomina Primo Cavaliere del Re, un titolo a cui l’uomo agognava sin dalla morte di Tywin Lannister, e ammette due dei suoi alfieri nel Concilio Ristretto. Mace aggiunge un centinaio di uomini dell’Altopiano alle fila della Guardia Cittadina e progetta di costruire una nuova Torre del Primo Cavaliere (distrutta da Cersei Lannister), grande il doppio della precedente.

Mace Tyrell è attualmente ancora vivo al punto in cui i romanzi sono arrivati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.