FANDOM


Ser Jorah Mormont era un Lord del Nord di Westeros in esilio a Essos. Durante gli anni dell'esilio giurò fedeltà a Daenerys Targaryen, l'ultima pretendente di Casa Targaryen al Trono di Spade, anch'ella in esilio fin dalla tenera età. Jorah fu il primo ad aiutarla ad adattarsi alla vita come khaleesi dei Dothraki.

Jorah era stato esiliato per aver venduto degli schiavi e nei primi anni di esilio per ottenere il perdono e per poter finalmente tornare a casa aveva lavorato come spia per Varys, il Maestro dei Sussurri di Re Robert Baratheon, inviandogli informazioni sui fratelli Viserys e Daenerys Targaryen, gli ultimi due membri sopravvissuti della deposta Casa Targaryen, e le loro intenzioni di reclamare il trono. Tuttavia, con il passare del tempo, Jorah cominciò a rispettare e ad ammirare Daenerys, sviluppando una vera e propria fedeltà verso di lei e servendola sul serio. Dopo aver evitato un tentativo di omicidio su Daenerys, Jorah smise di inviare rapporti a Varys, ignorando un perdono reale ufficiale che gli avrebbe consentito di tornare a Westeros. Egli sviluppò anche forti sentimenti, ma non corrisposti, per la sua giovane regina.

Quando Daenerys viene a sapere del suo passato di spionaggio, Jorah viene licenziato dal suo servizio e gli viene ordinato di allontanarsi. In seguito cattura Tyrion Lannister nella speranza di riconquistare la fedeltà della regina, uno sforzo che lo porta a contrarre il mortale morbo grigio. Dopo aver aiutato a salvare la sua vita sia dai Figli dell'Arpia che dai Dothraki, Daenerys lo riaccetta al suo servizio, e gli ordina di tornare da lei dopo aver trovato una cura per la sua malattia, che alla fine viene curata da Samwell Tarly, apprendista dei maestri della Cittadella, a Vecchia Città.

Dopo essersi ricongiunto a Daenerys a Roccia del Drago, Jorah continua a servire la sua regina partecipando anche ad una spedizione oltre la Barriera per catturare un estraneo da mostrare a Cersei Lannister come prova della reale minaccia degli estranei. Jorah Mormont muore durante la battaglia di Grande Inverno combattendo contro gli estranei proteggendo la sua regina.

Biografia

Passato

Jorah Mormont è il figlio di Jeor Mormont di Casa Mormont, dei Lord dell'Isola dell'Orso e vassalli di Casa Stark nel Nord. Jorah ebbe una distinta carriera militare e partecipò all'assedio di Pyke durante la Ribellione dei Greyjoy, per la quale fu nominato cavaliere da Re Robert Baratheon. Suo padre in seguito si unì volontariamente ai Guardiani della Notte in favore di Jorah per farlo diventare Lord dell'Isola dell'Orso e capo di Casa Mormont.

Jorah sposò Lynesse Hightower, ma la sua nuova moglie aveva gusti costosi che Jorah faticava a finanziare. Alla fine, Jorah si diede al commercio illegale degli schiavi, illegale nei Sette Regni per millenni. Jorah alla fine fu catturato e disonorato. Fu spogliato di sua Signoria e fuggì ad Essos nelle Città libere per evitare di essere giustiziato da Eddard Stark. Qui Jorah prestò servizio per qualche tempo nella società mercenaria della Compagnia Dorata. Tuttavia, il suo stipendio non sarebbe stato sufficiente per soddisfare Lynesse, e alla fine lei lo lasciò e divenne una concubina per un uomo più ricco.

È chiamato Jorah l'Andalo dai Dothraki, poiché presumono che tutti gli abitanti di Westeros siano Andali. Tuttavia Jorah, essendo un uomo del Nord, è discendente dei Primi Uomini.

Oltre alla lingua comune di Westeros, Ser Jorah parla fluentemente la lingua dothraki.

Prima stagione

Jorah e i libri regalati

Jorah Mormont regala dei libri a Daenerys Targaryen.

Jorah Mormont appare per la prima volta al matrimonio tra Khal Drogo e la giovane Daenerys Targaryen, a cui regala come regalo di nozze alcuni libri con ballate e storie di Westeros. Jorah offre poi i suoi servigi a lei e a suo fratello Viserys Targaryen, a suo dire legittimo Re dei Sette Regni. Jorah, tuttavia, sta in realtà lavorando come spia di Varys, il Maestro dei Sussurri di Re Robert Baratheon, per inviare nella capitale Approdo del Re informazioni su Viserys e Daenerys, in quanto gli ultimi membri di Casa Targaryen che in futuro potrebbero rivelarsi una minaccia. Il cavaliere spia i due Targaryen sperando così di ottenere un perdono reale che gli permetterà finalmente di ritornare a Westeros, a casa.

Jorah, Dany e Viserys

Jorah viaggia con Daenerys e Viserys verso Vaes Dothrak.

Ser Jorah parte quindi con il khalasar di Drogo e Daenerys verso Vaes Dothrak, l'unica città dothraki nel Mare Dothraki, dove Daenerys sarà presentata alle anziane conosciute come il Dosh Khaleen, mentre Viserys diventa sempre più impaziente nel richiedere che Drogo lo aiuti a invadere i Sette Regni. Nel frattempo, la quattordicenne Daenerys rimane incinta dell'erede di Drogo. Ser Jorah Mormont si reca allora nella vicina città libera di Qohor per inviare informazioni a Varys ad Approdo del Re riguardo alla gravidanza di Daenerys.

Jorah funge da interprete a Viserys dicendogli che le anziane profetizzano che suo figlio, Rhaego, (in onore del fratello maggiore di Daenerys, Rhaegar), sarà lo stallone che monta il mondo, un conquistatore dothraki di cui parlano da tempo le profezie. Jorah capisce che Viserys sta diventando sempre più geloso della sorella che è amata dai Dothraki mentre lui sembra non ricevere alcun supporto per il suo piano di riconquistare i Sette Regni.

Jorah e Viserys

Jorah si confronta con Viserys.

Un giorno, allora, Viserys Targaryen si reca nella tenda della sorella e ruba le tre uova di drago pietrificate con l'intenzione di venderle per comprarci una flotta a un'armata. Viene sorpreso da Jorah, che gli impedisce di uscire dalla tenda prima di aver lasciato le uova. Il Targaryen, dopo un momento di esitazione, lascia le uova nella tenda e se ne va. Durante un attacco d'ira e di ubriachezza, Viserys infrange la legge Dothraki sguainando la spada nella città sacra, questo porta l'ormai stanco Khal Drogo a incoronarlo versandogli un crogiolo di oro fuso sulla testa, uccidendolo. Jorah è presente a questo fatto, chiedendo più volte alla giovane Daenerys di non guardare l'orribile scena. Jorah invia una lettera a Varys riguardo la morte di Viserys Targaryen.

Dany-jorah-market

Jorah con Daenerys al mercato.

Giorni dopo, Jorah Mormont accompagna Daenerys e le sue ancelle nel mercato della città. Qui Jorah viene avvicinato da un ragazzino (uno degli "uccellini" di Varys) che gli consegna il perdono reale firmato da Re Robert Baratheon in cui gli viene concesso di ritornare a casa. Inizialmente Jorah ne è felice, ma poi deduce che se non ha più bisogno di spiare Daenerys ciò significa che la ragazza è in pericolo. Al mercato, infatti, si ricongiunge con Daenerys che è stata avvicinata da un venditore di vino che le offre gratuitamente una botte con un particolare vino pregiato. Jorah si insospettisce e interviene sventando il tentato omicidio rivelando che il vino è in realtà avvelenato. Drogo ringrazia Jorah permettendogli di scegliere uno dei suoi cavalli migliori e poi giura di invadere i Sette Regni per vendicarsi di coloro che bramano la morte della moglie.

Jorah vs Qotho

Jorah affronta Qotho.

In seguito, mentre il khalasar di Drogo procede verso ovest conquistando terre straniere, Daenerys salva dallo stupro da parte degli uomini del Khal una sacerdotessa Lhazareen chiamata Mirri Maz Duur e la prende al suo servizio. Mirri è una maegi, dotata di poteri soprannaturali. In battaglia Drogo riceve una grave ferita che mette a repentaglio la sua stessa vita: così Daenerys ordina a Mirri Maz Duur di guarirlo. La maegi tuttavia la tradisce, curando Drogo in modo tale da ucciderlo. Daenerys quindi ordina alla maegi di resuscitarlo. Quando il guerriero dothraki Qotho cerca di fermare la cerimonia, Jorah Mormont gli intima di fermarsi minacciandolo con la spada. I due iniziano così un duello e Jorah, grazie alla sua armatura, riesce a uccidere il dothraki.

Jorah & Daenerys 1x10

Daenerys saluta Jorah prima di andare sulla pira.

Il rito riporta in vita solo il corpo di Drogo, come un guscio vuoto. Daenerys uccide lei stessa questo simulacro che non è più Drogo e viene abbandonata da gran parte del khalasar. Al funerale di Drogo ordina che Mirri Maz Duur sia arsa viva sulla pira del Khal e decide di entrare lei stessa tra le fiamme con le sue tre uova di drago. Jorah cerca di dissuadere la ragazza ma questa cammina tra le fiamme e sale sulla pira. Jorah e ciò che rimane del khalasar di Daenerys stanno svegli fino all'alba. Quando ormai comincia ad albeggiare, Jorah si avvicina a ciò che resta della pira ma invece che cenere e ossa carbonizzate, quello che trova è strabiliante e incredibile: Daenerys illesa con tre cuccioli di drago, uno color avorio, uno verde e uno colore della pece, i primi a venire al mondo da secoli. Daenerys, d'ora in poi chiamata la non Bruciata e Madre di Draghi, chiama i suoi tre draghi Drogon, Rhaegal e Viserion in onore di suo marito e dei suoi due fratelli. Jorah e tre guerrieri di Drogo le giurano fedeltà come cavalieri di sangue e lei diventa così la prima comandante Dothraki donna, Khaleesi per proprio diritto.

Seconda stagione

Jorah S2

Jorah nella Desolazione Rossa.

Daenerys Targaryen, assieme a ser Jorah Mormont e i suoi seguaci attraversano la desolazione rossa sperando di trovare un riparo. Il viaggio è difficile e infine Daenerys decide di inviare i tre Fratelli di Sangue in tre direzioni distinte in cerca di eventuali città abitate. Un cavallo fa ritorno all'accampamento di Daenerys Targaryen, portando nelle sue borse la testa di uno dei Fratelli di Sangue. Ser Jorah Mormont le dice che è un avvertimento di uno dei khal. Daenerys Targaryen viene a sapere da Kovarro che la città di Qarth è vicina e che "i Tredici" sono disposti ad accogliere la "Madre dei Draghi". Ser Jorah Mormont avverte che a Qarth si trova il "giardino di ossa", un deserto brutale nel quale giacciono i resti delle persone allontanate dalla città. Quando l'orda di Daenerys arriva a Qarth, i Tredici, i capi della città, escono dalle mura e uno di loro inizia a chiedere di poter vedere i draghi della giovane Targaryen. Daenerys si rifiuta di mostrare le creature e chiede che la sua gente venga prima accolta all'interno della città. I Tredici stanno per rientrare nelle mura e lasciare i dothraki al loro destino nel Giardino delle Ossa, quando Xhoan Daxos, uno dei Tredici, si schiera dalla parte di Daenerys e con giuramento di sangue garantisce per conto loro: potranno entrare nella città.

Jorah, daenerys and pyat 2x08

Jorah con Daenerys a Qarth.

Daenerys si sta godendo le cortesie di corte a Qarth e sta guardando i suoi draghi crescere. Durante un banchetto organizzato per la Madre dei Draghi, una donna mascherata dà a Jorah un enigmatico avvertimento dicendogli di stare vicino alla sua regina per proteggerla. Xaro Xhoan Daxos, ansioso di legittimare alcune segrete ambizioni, si avvicina a Daenerys e le chiede di sposarlo in cambio di ricchezze e risorse sufficienti per conquistare il Trono di Spade. Ser Jorah Mormont si oppone al matrimonio pianificato e sollecita Daenerys a farsi strada da sola, offrendosi di cercarle una nave e un capitano. Mentre Jorah è via, Daenerys scopre con orrore che i suoi draghi sono stati rubati e che la sua ancella e amica Irri è stata assassinata. I draghi vengono portati in una torre di Qarth da una misteriosa figura incappucciata.

Jorah protegge Daenerys S2

Jorah cerca di proteggere Daenerys da Pyat Pree.

Jorah ritorna da Daenerys non appena venuto a sapere del furto e lei gli ordina di trovare i suoi draghi. Indagando, Jorah si rivolge alla misteriosa donna mascherata incontrata al banchetto, la quale lo mette in guardia che "il ladro che cerca è con Daenerys". La ragazza scoprirà che è stato proprio il suo protettore, Xhoan Daxos, insieme all'altro membro del consiglio, l'inquietante mago Pyat Pree, a rubare i suoi "figli", come parte di un piano che lo porta, nella sala del consiglio dove sono riuniti i tredici, a proclamarsi re di Qarth, uccidendo gli altri membri. Usando le sue abilità magiche, Pyat mette alle strette Daenerys, rivelandole dove si trovano i draghi, ossia nel tempio. Ser Jorah Mormont dice a Daenerys che ha trovato una nave per portarli ad Astapor, ma lei si rifiuta di lasciare Qarth senza i suoi draghi. Mormont le consiglia di fuggire dalla città e di lasciarsi alle spalle i draghi, credendo che l'invito di Pyat Pree nella Casa degli Eterni sia una trappola. Daenerys dice a Jorah di portarla proprio nella Casa degli Eterni poiché lei non lascerà la città senza essersi ripresa i draghi.

Daenerys and Jorah 2x08

Jorah consiglia a Daenerys di lasciare Qarth.

Jorah accompagna Daenerys nella Casa degli Eterni. La ragazza riesce ad entrare nella casa mentre Jorah viene lasciato fuori non riuscendo a trovarne l'accesso. Alla fine Daenerys riesce a ritrovare i suoi draghi i quali uccidono Pyat Pree bruciandolo vivo e uccidendolo, spezzando così l'incantesimo. Liberati dalle catene, la Madre dei Draghi e i suoi tre piccoli fuggono dalla Casa degli Eterni ricongiungendosi con ser Jorah Mormont. Arrivati nelle stanze di Xaro, trovano l'uomo addormentato a letto a fianco di Doreah. Kovarro ruba la chiave della camera blindata di Xaro dal collo dell'uomo. In seguito Daenerys apre la camera blindata e scopre che all'interno non vi è nulla. Rinchiude Xaro e Doreah al suo interno e saccheggia gli appartamenti del Re di Qarth al fine di comprare una nave.

Terza stagione

Dany Drogon Jorah S3 Ep1

Jorah con Daenerys e Drogon a bordo della Balerion in viaggio per Astapor.

Salpata da Qarth, Daenerys Targaryen, assieme a Jorah Mormont, i suoi tre draghi e il suo misero khalasar, è a bordo della Balerion diretta ad Astapor in cerca di un esercito. Una volta sbarcata, viene accolta da Kraznys mo Nakloz, il comandante dell'esercito di schiavi degli Immacolati, intenzionato a vendere gli 8.000 uomini al miglior offerente. Dopo l'incontro, Daenerys e Jorah discutono sul futuro degli Immacolati e mentre parlano vengono attratti da una bambina, che si rivela essere un'assassina degli Stregoni di Qarth lanciando a Daenerys un insetto velenoso. Un uomo riesce a salvarla: è ser Barristan Selmy, disposto ad aiutare la figlia del re che non era riuscito a proteggere. Ad Astapor, Daenerys e i suoi consiglieri Jorah Mormont e Barristan Selmy raggiungono il palazzo di Kraznys mo Nakloz. Daenerys è intenzionata a comprare tutto l'esercito degli Immacolati e la serva del padrone, Missandei, offrendo in cambio il suo drago più grande. Kraznys accetta l'accordo.

Dany jorah selmy 3x03

Jorah, Daenerys e ser Barristan Selmy ad Astapor.

Daenerys giunge alla dimora di Kraznys mo Nakloz, con Jorah Mormont, Barristan Selmy e Missandei, per l'acquisto dell'esercito degli Immacolati. La donna dà a Kraznys il suo drago più grande e in cambio riceve la frusta simbolo del comando degli Immacolati. Una volta avvenuto lo scambio, però, Daenerys ordina all'esercito di liberare tutti gli schiavi e di uccidere tutti i padroni. Con la parola Dracarys ordina al drago Drogon d'incenerire Kraznys. A scontro ultimato, la khaleesi libera l'esercito, rendendolo libero e volontario. Nessuno, però, lascia i ranghi e 8.000 Immacolati seguono la Regina dei Draghi verso il suo destino.
La corte di daenerys stagione 3

Daenerys con i suoi tre draghi, ser Jorah e ser Barristan.

Daenerys chiede agli Immacolati di scegliere un capitano e loro scelgono un ragazzo di nome Verme Grigio. A Yunkai, la Città Gialla vicino ad Astapor, Daenerys, con i suoi cavalieri Ser Jorah e Ser Barristan e il suo esercito di Immacolati, ha un colloquio con uno dei padroni della città. Daenerys intende conquistare Yunkai e liberare i suoi 200.000 schiavi. Il padrone, Grazdan mo Eraz, offre molto oro alla Madre dei Draghi, che pur accettandolo, ordina all'uomo di liberare tutti gli schiavi, altrimenti la città verrà attaccata. Grazdan rifiuta l'offerta e lascia la tenda. All'accampamento fuori Yunkai, Ser Jorah Mormont dice a Daenerys che la città ha assoldato un gruppo di mercenari chiamato Secondi Figli, guidato da un uomo di nome Mero. La khaleesi, allora, incontra Mero e i suoi luogotenenti Prendahl na Ghezn e Daario Naharis. La donna tenta di persuadere Mero a rinnegare il suo accordo con Yunkai e a combattere per lei e gli concede due giorni di tempo per prendere una decisione. Successivamente, nel campo dei Secondi Figli i tre leader discutono su chi debba uccidere Daenerys. Mediante sorteggio viene scelto Daario. Al calar del buio, allora, Daario entra nell'accampamento della Madre dei Draghi vestito da soldato degli Immacolati, irrompe nella tenda di Daenerys e le mostra le teste mozzate di Mero e Prendahl. Dopodiché le giura che sia lui che i Secondi Figli la seguiranno.
Jorah, Daario Verme Grigio Yunkai

Jorah, Daario Naharis e Verme Grigio a Yunkai.

Daenerys e i suoi consiglieri pianificano l'assedio della città. Daario Naharis informa Daenerys e gli altri della presenza di una porta secondaria, dalla quale lui, Ser Jorah e Verme Grigio potranno entrare ed aprire le porte principali. Ser Jorah è sospettoso riguardo al piano di Daario, ma quando Verme Grigio dice a Daenerys che si fida di Naharis, i tre partono assieme. Scesa la notte, Daario, Jorah e Verme Grigio arrivano al cancello. Daario entra per primo, presentandosi ancora come il luogotenente dei Secondi Figli, ed uccide le guardie della porta. Entrati anche Ser Jorah e Verme Grigio, un grande gruppo di guardie li attacca. Pur essendo in inferiorità numerica, la missione va a buon fine e la città viene conquistata. I tre soldati tornano dalla Madre dei Draghi e la informano che la città è sua.
Daenerys, jorah, missandei e i draghi 3x06

Jorah vede gli schiavi di Yunkai accogliere Daenerys.

Fuori Yunkai, Daenerys Targaryen, i suoi consiglieri e il suo esercito di Immacolati sono pronti a salutare gli schiavi della città appena liberati. Quando arrivano, Missandei dice loro che Daenerys li ha liberati, ma la Madre dei Draghi la ferma dicendo, al contrario, che solo loro possono riprendersi la loro libertà. Dopo queste parole, la folla comincia ad acclamarla con la parola Mhysa, che significa madre. Daenerys comanda ai suoi draghi di volare e quindi raggiunge la folla che la solleva sulle spalle. Daenerys sorride loro e guarda in alto verso il cielo, dove i suoi draghi sorvolano liberamente la folla.

Quarta stagione

Sulla strada per Meereen, Daenerys Targaryen conduce il suo esercito in marcia verso l'ultima delle tre grandi città schiaviste. Giunta alle porte di Meereen, ser Jorah Mormont si offre di affrontare il campione della città Oznak zo Pahl, ma Daenerys rifiuta dicendo che non vuole rischiare la vita del suo amico e consigliere più fidato. Jorah assiste quindi allo scontro tra Daario Naharis e Oznak zo Pahl. Quando il campione di Meereen viene sconfitto dal suo uomo, la Distruttrice di Catene chiede agli schiavi presenti di ribellarsi ai propri padroni; con delle catapulte lancia i collari degli schiavi trovati lungo il cammino per la città, stupendo sia gli schiavi sia i padroni di Meereen. Verme Grigio riesce a entrare nella città con un gruppo di Immacolati. Dopo aver fornito delle armi agli schiavi, li convince ad uccidere i loro padroni. Con l'aiuto di questa quinta colonna, la città viene presa facilmente e Daenerys ha la possibilità di vendicarsi degli schiavisti che avevano crocifisso i 163 bambini schiavi, punendoli allo stesso modo.

Jorah informa Daenerys che Re Joffrey Baratheon è stato avvelenato al suo matrimonio. Daario informa Daenerys di aver conquistato la flotta della città e Ser Barristan cerca di convincerla a salpare per il Continente Occidentale. Su consiglio di Jorah, però, la giovane decide di riprendersi Yunkai e Astapor (nel frattempo sfuggite al suo controllo) e di rimanere nella Baia degli Schiavisti a governare le tre città da vera regina.
Jorah and daenerys stagione 4

Jorah con Daenerys e ser Barristan.

Daenerys trova Daario Naharis nelle sue stanze private. Egli le chiede di fare uso dei suoi talenti in guerra e con le donne e dunque la Madre dei Draghi gli ordina di togliersi gli abiti. Il mattino seguente, Ser Jorah ricorda alla sua regina che non è saggio fidarsi di Daario. La donna risponde dicendo di conoscere la sua natura e informa il suo consigliere di aver inviato il Comandante dei Secondi Figli a Yunkai per uccidere tutti i padroni. Jorah le chiede di valutare la decisione di sterminare tutti gli schiavisti e la donna ammette di essere stata precipitosa.

Un giorno, ser Barristan Selmy viene avvicinato da un ragazzino che gli consegna un documento del Primo Cavaliere del Re che rivela una terribile verità: un perdono reale firmato da Re Robert Baratheon per i servigi di ser Jorah Mormont per aver spiato Viserys e Daenerys Targaryen, datato 298 CA, l'anno in cui Jorah e Daenerys si sono conosciuti. Ser Barristan confronta Jorah riguardo al documento, prima di dirlo a Daenerys, non volendo farlo alle spalle di Jorah.

Daenerys esilia Jorah

Daenerys Targaryen esilia Jorah Mormont.

Convocato nella sala del trono, inizialmente Jorah cerca di convincere Daenerys che si tratta di un complotto di Tywin Lannister per metterli l'uno contro l'altro. Incalzato, Jorah confessa di aver spiato su lei e Viserys, riferendo a Varys del matrimonio con Khal Drogo, della morte di Viserys e del fatto che la ragazza fosse incinta del figlio di Drago. La Madre dei Draghi capisce quindi che Jorah l'aveva salvata dal bere il vino avvelenato dal mercante a Vaes Dothrak proprio perché sapeva che era avvelenato. L'omicidio era infatti stato commissionato sulla base delle informazioni date da Jorah. Jorah chiede disperatamente perdono, ma riceve un netto rifiuto da Daenerys che lo accusa di aver venfuti tutti i suoi segreti a Robert Baratheon, l'uomo che ha massacrato la sua famiglia. Gli ordina di andarsene dalla città entro il tramonto in quanto non lo vorrà né vivo né morto in città. Jorah lascia quindi Meereen.

Quinta stagione

Jorah rapisce Tyrion

Jorah rapisce Tyrion Lannister.

Ser Jorah Mormont si trova a Volantis, dove un giorno, bevendo in un bordello, riconosce Tyrion Lannister, figlio di Tywin Lannister e fratello della Regina madre Cersei Lannister, detto "il Folletto". Jorah decide di rapirlo per portarlo a Daenerys sperando di ottenere così il suo perdono. Jorah rapisce Tyrion dicendogli che lo porterà "dalla Regina".

Con Tyrion prigioniero, Jorah ruba una barca e fa vela verso Meereen. Durante la navigazione, Tyrion inizialmente crede che Jorah lo voglia riportare da sua sorella Cersei, ma Jorah rivela che la regina che lui serve è Daenerys Targaryen. Tyrion riesce ad identificare il suo rapitore dalla sua armatura, ricordando che aveva lavorato come spia per Varys per conto di Re Robert Baratheon. Tyrion aveva infatti sentito a volte pronunciare il suo nome in alcune sedute del Concilio Ristretto. Tyrion intuisce che Daenerys ha scoperto che Jorah un tempo la spiava e perciò lo ha bandito, motivo per cui lo ha rapito per portarlo alla Madre dei Draghi sperando di ottenere così il suo perdono. Jorah, sentendosi provocato, colpisce in faccia il Folletto.

Jorah morbo grigio

Jorah infettato dal morbo grigio.

Jorah decide di attraversare le rovine della vecchia Valyria, invece che circumnavigarla per guadagnare tempo. Entrambi rimangono stupiti dal rovinato splendore di una civiltà ormai lontana. La barca viene assaltata dagli uomini di pietra e Jorah li combatte raccomandando Tyrion di non farsi toccare. Quando un uomo di pietra si sta avvicinando, Tyrion è costretto a gettarsi fuori bordo e quasi rischia di affogare, ma viene salvato da Jorah. I due sono riusciti a scappare agli uomini di pietra ma hanno perso la barca e perciò sono costretti a proseguire il loro viaggio a piedi. Jorah si accorge di essere stato infetto dal Morbo Grigio all'avambraccio, tenendolo però nascosto a Tyrion. Durante il cammino, Tyrion informa Jorah della morte del padre Jeor Mormont, ucciso oltre la Barriera in un ammutinamento dei Guardiani della Notte.

Jorah e Tyrion schiavisti

Jorah e Tyrion catturati dagli schiavisti.

Giorni dopo, Tyrion e Mormont vengono catturati dagli schiavisti Yunkai e comprati da Yezzan zo Qaggaz, in quanro Tyrion riesce a convincerli che Jorah è un grande combattente che potrebbe battersi nelle fosse da combattimento. Tyrion e Jorah sono obbligati ad inscenare nell'arena di Meereen in uno spettacolo organizzato in onore di Daenerys Targaryen. Quando Jorah si rivela alla madre dei Draghi, questa ordina che sia immediatamente allontanato, ma il cavaliere le dice di averle portato un dono. In quel momento, Tyrion si avvicina e si presenta, dicendo di essere il dono.

Tyrion e Jorah al cospetto di Daenerys

Tyrion e Jorah al cospetto di Daenerys Targaryen.

Tyrion e Jorah giungono al cospetto di Daenerys, che è sospettosa riguardo alla vera identità del Folletto. Tyrion prova a convincerla raccontandole di tutti i suoi omicidi e chiedendole poi di poter essere il suo consigliere. Dany continua a mettere alla prova il nano, chiedendogli cosa avrebbe dovuto fare di ser Jorah. Tyrion le spiega che il cavaliere le è molto devoto e che la ha tradita solo per paura di dirle ciò che accadeva veramente. Afferma inoltre che Mormont è cambiato e che ha disobbedito al bando da Meereen solo per poterglielo dimostrare. Daenerys decide allora di non giustiziare un uomo che le è devoto, ma caccia ugualmente Jorah dalla città. Il cavaliere torna allora da Yezzan, dove gli chiede di poter tornare a giocare nelle Fosse di Combattimento.

Daario, tyrion, daenerys, missandei and jorah stagione 5

Daario Naharis, Tyrion, Daenerys, Missandei e Jorah messi alle strette dai Figli dell'Arpia.

Jorah Mormont si trova così a combattere ancora una volta nell'arena di Meereen di fronte a Daenerys, Tyrion e gli latri membri della sua corte. Alla fine, Jorah riesce a sconfiggere tutti gli altri partecipanti e salva Daenerys da un attentato da parte di uno dei Figli dell'Arpia, uccidendolo con un giavellotto. Dalle gradinate si alzano moltissimi altri Figli che iniziano a massacrare uomini. Per la regina, Missandei, Tyrion, Daario e Jorah inizia una fuga precipitosa, mentre Hizdahr zo Loraq viene accoltellato al cuore. Jorah tende la mano alla sua regina per proteggerla, e questa, seppur dopo un momento di esitazione, accetta. Il gruppo incontra diverse difficoltà fino ad arrivare ad essere circondati da Figli dell'Arpia e da un ristretto gruppo di Immacolati. All'improvviso si sente un ruggito ed arriva Drogon, che inizia a bruciare i nemici, ma viene ferito. Dany, per salvarlo, gli salta in groppa e parte in volo con lui, lasciando attoniti i suoi compagni.

Jorah Tyrion e Daario

Jorah, Tyrion e Daario nella Grande Piramide decidono il da farsi.

Tornati nella Grande Piramide, Tyrion e Daario rimettono in discussione la lealtà di Jorah, seppure il comandante dei Secondi Figli riconosca che ha salvato Daenerys nell'attentato da parte dei Figli dell'Arpia. Scoprono poi che il drago è stato visto portarla a nord e perciò Jorah e Daario decidono di partire a cavallo per cercarla e riportarla in salvo. Verme Grigio, che si sta ancora riprendendo dalle sue ferite, si offre di accompagnarli, ma Daario dice lui e Tyrion dovranno rimanere a Meereen per governare la città in assenza della regina, in quanto lui è il capo degli Immacolati e Tyrion è l'unico con una certa esperienza politica. Daario e Jorah partono insieme, sperando di trovare la loro regina nel Mare Dothraki.

Sesta stagione

Jorah e Daario sulle tracce di Dany

Jorah e Daario Naharis sulle tracce di Daenerys e Drogon.

Jorah e Daario seguono le tracce di Drogon nel Mare Dothraki. Mentre Daario non guarda, Jorah tiene sotto costante controllo il Morbo Grigio che si sta diffondendo sul suo braccio. Alla fine scoprono un cerchio di impronte di zoccoli, dove Jorah trova l'anello di Daenerys nel mezzo, da cui deducono che la loro regina è stata catturata da un grande khalasar dothraki.

I due si intrufolano nella città di Vaes Dothrak, dove scoprono che Daenerys è stata portata nel tempio del Dosh Khaleen. Quando si imbattono in due guerrieri, inizialmente Jorah cerca di spacciare lui e Daario per due mercanti, ma poi, quando sono messi alle strette, sono costretti ad affrontarli. Jorah viene quasi ucciso da uno dei due ma viene salvato da Daario.

Jorah e Daario inchinati

Jorah vede per la seconda volta Daenerys uscire illesa dal fuoco.

Jorah e Daario trovano Daenerys e si offrono di aiutarla a fuggire dalla città, ma li mette al corrente del suo piano per prendere il controllo dei Dothraki. Jorah e Daario uccidono le guardie fuori dal tempio in cui i khal stanno determinando il destino di Daenerys e sbarrano la porta dall'esterno, impedendo ai khal di fuggire quando Daenerys incendia il tempio. Quando Daenerys emerge dall'incendio incombente, proprio come aveva fatto con la pira funeraria di Khal Drogo, Jorah e Daario si inchinano davanti a lei insieme al resto dei Dothraki.

Jorah rivela morbo grigio

Jorah Mormont rivela a Daenerys il morbo grigio.

Jorah Mormont rivela a Daenerys di aver contratto il Morbo Grigio e si prepara a dirle addio per sempre, confessando di averla amata, ma la ragazza, che ormai lo ha perdonato, non gli permette di abbandonarla e gli ordina di trovare una cura, e poi di tornare da lei dicendogli che quando conquisterà i Sette Regni avrà bisogno di lui al suo fianco. Jorah e Dany poi si separano in buoni rapporti mentre la osserva condurre il suo nuovo khalasar da Vaes Dothrak, prima di intraprendere la sua nuova ricerca.

Settima stagione

Jorah alla Cittadella

Il morbo grigio in uno stadio avanzato sul corpo di Jorah.

Jorah Mormont ha viaggiato fino a Vecchia Città, nell'Altopiano, alla ricerca di una cura per il Morbo Grigio, che nel frattempo è progredito abbastanza da coprire gran parte del petto e della schiena, così come l'intero braccio sinistro. È stato confinato in una delle celle destinate ai malati della Cittadella. Mentre Samwell Tarly sta raccogliendo ciotole vuote dalle celle, Jorah allunga una mano per chiedergli se Daenerys ha già raggiunto Westeros, ma Sam afferma di non saperlo.

Sam cura Jorah

Jorah Mormont viene curato da Samwell Tarly.

Jorah è successivamente ritenuto spacciato dall'Arcimaestro Ebrose, e gli viene detto che ha ancora un giorno prima di essere deportato nella penisola di Valyria, per vivere il resto dei suoi giorni con gli uomini di pietra. Quella notte, Jorah, mentre sta scrivendo una lettera alla sua regina, riceve una visita del giovane Samwell Tarly. Il novizio gli rivela di aver servito tra i Guardiani della Notte sotto il comando di Jeor Mormont e di averlo visto morire. Per rispetto a suo padre che una volta gli salvò la vita, Samwell decide di curare ser Jorah con l'unica cura esistente per il Morbo Grigio, la quale però non è più praticata in quanto rischiosa. Sam dà a Jorah da bere una bottiglia di rum per alleviare il dolore e poi inizia la difficile e dolorosa cura: Samwell inizia a staccare tutto il tessuto infetto per poi applicarvici sopra un particolare unguento. 

La cura, seppur molto dolorosa, si rivela efficace e il mattino dopo viene visitato da Ebrose, il quale, confuso, gli dice che il Morbo è scomparso. In accordo con Samwell, Jorah non rivela nulla su ciò che è avvenuto la notte prima, dicendo di essersi semplicemente sentito meglio a causa "del riposo e del clima". Ebrose, dubbioso, dice a Jorah che ora può andarsene in quanto non più malato e poi esce dalla stanza. Jorah saluta il giovane Samwell ringraziandolo e dicendogli che spera che si rincontreranno un giorno.  

Jorah e Daenerys reunion

Jorah ritorna da Daenerys a Roccia del Drago.

Dopo aver lasciato la Cittadella, ser Jorah Mormont si reca a Roccia del Drago, dove Daenerys è sbarcata facendone la sua base per la conquista dei Sette Regni. Qui si ricongiunge con la sua regina, che, felice di rivederlo, lo abbraccia. Qui Jorah conosce Jon Snow, proclamato Re del Nord che in passato, proprio come Samwell, ha servito tra i Guardiani della Notte sotto il comando di Jeor Mormont. Jorah partecipa al condiglio di guerra in cui viene deciso di portare a Sud dalla regina Cersei Lannister un Estraneo per dimostrare che l'esercito dei morti è reale. Jorah si offre di partire con Jon verso questa pericolosa spedizione e perciò i due salpano con Davos Seaworth e Gendry per Forte Orientale.  

Il Mastino, Beric Dondarrion, Jorah Mormont, Jon Snow e Tormund oltre la Barriera

Jon consegna Lungo Artiglio a Jorah

Jon Snow consegna Lungo Artiglio a Jorah.

Qui vengono accolti dal bruto Tormund che mostra a Jon alcuni prigionieri da lui catturati: alcuni membri della Fratellanza Senza Vessilli. Tra questi Jorah riconosce Thoros di Myr, con cui aveva combattuto nella Ribellione dei Greyjoy. Tormund, Thoros di Myr, Sandor Clegane, Beric Dondarrion, Gendry e Ser Jorah partono così oltre la Barriera per la loro pericolosa spedizione. Marciando oltre la Barriera, Jorah discute con Jon della morte di suo padre, dicendo che morire ucciso dai suoi stessi uomini è stata la morte peggiore per lui. Jon Snow decide di restituite a Jorah Lungo Artiglio, la spada ancestrale di Casa Mormont in acciaio di Valyria che Jeor gli aveva donato per avergli salvato la vita. Jorah tuttavia ordina a Jon di tenerla poiché lui non ne è degno avendo deluso suo padre e la sua casa, dicendo che ora la spada è di Jon e della sua famiglia. Più tardi, il gruppo viene attaccato da un orso non-morto che ferisce gravemente Thoros prima che Jorah uccida la bestia con un colpo finale.   
Compagnia oltre la Barriera S7

Il Mastino, Beric Dondarrion, Jorah Mormont, Jon Snow e Tormund oltre la Barriera

Più a nord, la compagnia incontra finalmente un Estraneo con un gruppo di non-morti. Il grippo gli tende un'imboscata e riesce a catturare l'ultimo non-morto "sopravvissuto" dal momento che tutti gli altri non-morti sono ritornati inanimati quando Jon Snow ha ucciso l'Estraneo. Dopo aver catturato la creatura, la compagnia è costretta a scappare quando l'intera armata di non-morti arriva da lontano verso di loro. Gendry viene inviato a correre alla Barriera per chiedere soccorso a Daenerys Targaryen. Jorah e gli altri trovano momentaneamente riparo su un isolotto in mezzo ad un lago ghiacciato che le creature non osano attraversare.  

Circondati dagli Estranei e dalla loro armata di non-morti, Jon Snow, Beric e compagni sono bloccati sull'isola giorno e notte per circa due giorni. Una mattina il gruppo ritrova Thoros morto ibernato. Beric dice una preghiera per il suo defunto amico per poi bruciare il suo corpo con la sua spada infuocata. Beric Dondarrion suggerisce a Jon Snow di uccidere il Re della Notte, colui che ha creato tutti gli altri Estranei e non-morti, pensando che uccidendo lui tutta l'armata sarà annientata.  

I non-morti cominciano ad attraversare il lago ghiacciato dopo che Sandor Clegane, volendo colpire una delle creature con un sasso, ha sbagliato il lancio e ha fatto cadere la pietra sul ghiaccio che non si è rotto. Il gruppo si prepara per la loro ultima resistenza e Jorah uccide molte creature con la sua spada infuocata. Quando il gruppo è messo alle strette e le loro speranze sembrano perdute, Daenerys Targaryen arriva in loro soccorso con il suoi tre draghi: Drogon, Rhaegal e Viserion. I tre draghi sputano fuoco sull'armata dei morti e creando una barriera di fuoco attorno all'isolotto per consentire al gruppo di salire sul dorso di Drogon per mettersi in salvo. Il Re della Notte lancia un giavellotto di ghiaccio e colpisce Viserion, abbattendolo. Daenerys e gli altri, Jorah compreso, guardano increduli e con orrore la morte del drago, una bestia che sembrava invincibile. Come il Re della Notte si prepara a scagliare un altro giavellotto, Drogon è costretto a scappare prendendo il volo, lasciando indietro Jon. La nave di Daenerys si prepara a partire alla volta di Approdo del Re e Jon fa miracolosamente ritorno a Forte Orientale, salpando assieme alla Madre dei Draghi.  

Jorah Fossa del Drago

Jorah al vertice di Fossa del Drago.

Ser Jorah Mormont partecipa al vertice alla Fossa del Drago sedendo accanto alla sua regina Daenerys, ma rimane in silenzio per tutta la durata delle trattative. Dopo che la Regina Cersei Lannister sembra essere stata persuasa da suo fratello Tyrion ad accettare di inviare truppe al nord per combattere contro il Re della Notte e l'armata di Estranei e non-morti, Jorah lascia Approdo del Re e si imbarca assieme a Daenerys, Jon e gli altri alla volta di Porto Bianco per raggiungere poi il nord.  

Ottava stagione

Daenerys ringrazia Samwell per aver salvato Jorah

Daenerys ringrazia Samwell Tarly per aver curato Jorah, poco prima che la conversazione assuma una brutta piega.

Ser Jorah Mormont arriva a Grande Inverno assieme a Daenerys e alla sua armata. Più tardi si reca nella libreria del castello con Daenerys per presentargli Samwell Tarly, il novizio che gli aveva salvato la vita curandolo dal morbo grigio. Quando Samwell specifica di essere il figlio di Lord Randyll Tarly e fratello di Dickon Tarly, Daenerys gli comunica dispiaciuta di aver giustiziato suo padre e suo fratello poiché si erano rifiutati di inchinarsi. Jorah è chiaramente imbarazzato per tutta la conversazione.

Jorah Mormont è presente quando Jaime Lannister si confronta con Daenerys nella sala grande. Questo rivela che Cersei non ha intenzione di inviare alcune truppe al nord, ma lui ha deciso di venire lo stesso per onorare la sua parola. Temendo che Daenerys lo rimuova come Primo Cavaliere, Tyrion esprime le sue paure a Jorah e Varys, dicendo che probabilmente un giorno o l'altro uno dei due indosserà la sua spilla. Jorah si reca quindi da Daenerys chiedendo di perdonare Tyrion, dicendo che è un uomo che sa imparare dai propri errori. Jorah consiglia anche a Daenerys di costruire un rapporto più cordiale con Sansa Stark.

La vigilia della battaglia Jorah cerca di convincere sua cugina Lyanna Mormont a rimanere nelle cripte assieme alle donne e ai bambini, ma la ragazzina con un'audacia di ferro, decide che rimarrà a combattere a fianco dei suoi uomini. Samwell consegna poi a Jorah Veleno del Cuore, la spada ancestrale di Casa Tarly in acciaio di Valyria, affinché la usi in battaglia in memoria di suo padre Jeor.

Jorah Spettro Dothraki

Jorah Mormont guida la carica dei Dothraki.

La sacerdotessa di R'hllor Melisandre si avvicina a Jorah Mormont, che è al comando dell'orda di Dothraki che si lanceranno alla carica contro i non-morti, e gli chiede di dire ai Dothraki nella loro lingua di sollevare le spade. Nonostante Jorah sia all'inizio sospettoso, riferisce l'ordine ai guerrieri e questi eseguono. Melisandre si affianca quindi a un guerriero e mette la mano sulla sua spada, facendo una preghiera in alto valyriano al Signore della Luce. Terminata la preghiera, improvvisamente tutte le spade dei Dothraki diventano infuocate, dandogli così un vantaggio sui non-morti.

Jorah protegge la sua regina

Jorah protegge la sua regina

Jorah guida quindi la carica dei Dothraki verso l'oscurità, ma vengono velocemente sopraffatti dai non-morti. I Dothraki vengono decimati e Jorah è tra i sopravvissuti che riescono a tornare tra le linee dei vivi. Durante la battaglia Jorah uccide molti non-morti e poi salva Daenerys quando questa, caduta da Drogon, sta per essere attaccata da dei non-morti. Proteggendo la sua regina, Jorah viene pugnalato molte volte ma ricorre a tutte le sue forze per resistere il più a lungo possibile.

Jorah Mormont morte

Ser Jorah Mormont muore tra le braccia della sua regina.

Quando Arya Stark uccide il Re della Notte, tutti gli Estranei e i non-morti sotto il suo controllo vengono annientati. Jorah, allo stremo delle forze, cade a terra e muore tra le braccia della sua regina, la quale piange su di lui.

Il giorno seguente, la salma di ser Jorah Mormont viene posta su una delle tante pire funerarie assieme ai molti altri caduti della battaglia. È Daenerys a dare fuoco alla pira su cui si trova il corpo del suo fedele amico Jorah.

Dietro le quinte

  • Jorah Mormont è stato interpretato da Ian Glein mentre in italian è stato doppiato da Angelo Maggi.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.