Il Trono di Spade Wiki
Advertisement
Il Trono di Spade Wiki

Chiunque può essere ucciso (Valar Morghulis) è il ventesimo episodio della serie il Trono di Spade e il decimo della seconda stagione. È stato trasmesso per la prima volta negli USA il 3 giugno 2012 e in Italia l'8 giugno 2012. L'episodio è stato scritto da David Benioff e D.B. Weiss e diretto da Alan Taylor.

Trama

Tyrion si sveglia dopo la battaglia e scopre una situazione diversa. Re Joffrey elargisce doni e premi ai suoi sudditi e il futuro di Sansa cambia radicalmente, così come quello di Robb, dopo una decisione fatidica. Theon esorta i suoi uomini all'azione e maestro Luwin avanza una proposta allettante. Arya riceve un dono da Jaqen H'ghar. Jon rispetta l'ultimo ordine di Qhorin. Daenerys si trova in uno strano luogo e prende finalmente in mano le redini del suo destino.

Riassunto

Ad Approdo del Re

Tyrion Lannister è a letto, medicato per la ferita al volto procuratosi durante la battaglia delle Acque Nere. Con l'arrivo in città di lord Tywin, egli ha perso il titolo di Primo Cavaliere e molti alleati, rimanendo fiducioso solo del suo fidato scudiero Podrick Payne, che gli ha salvato la vita. Viene inoltre informato da lord Varys che il suo mercenario Bronn è stato destituito e che i barbari delle montagne di Arryn sono tornati nella Valle con un lauto compenso. Tyrion incontra poi la sua amata Shae, che gli chiede di lasciare la pericolosa capitale assieme a lei per attraversare il Mare Stretto e raggiungere la libera città di Pentos. Lord Varys informa Tyrion che dietro al suo attentato c'è sua sorella la regina e che, anche se nessuno lo ringrazierà mai, è lui il vero eroe della battaglia delle Acque Nere. Nonostante le sue sofferenze e la caduta del suo potere, Tyrion rifiuta di lasciare Approdo del Re con Shae poiché la capitale è la sua casa ed il suo mondo.

Re Joffrey premia i suoi fedeli sudditi per via del loro aiuto nel momento del bisogno. Lord Tywin Lannister viene accolto da suo nipote e nominato "Salvatore della Città", riprendendo il ruolo di Primo Cavaliere. Il re, inoltre, regala a lord Petyr Baelish la fortezza di Harrenhal. Margaery Tyrell, sorella di Loras, che si era alleato con Tywin per sconfiggere Stannis, chiede la mano di re Joffrey, il quale, presa conferma da sua madre Cersei e dal Gran Maestro Pycelle che il giuramento fatto a Sansa Stark non è più valido, accetta volentieri. Sansa è contentissima di non dover più sposare il crudele Joffrey ma Baelish le ricorda che è ancora in pericolo e che lui farà di tutto per farla tornare a Grande Inverno sana e salva.

Intanto lord Varys incontra una prostituta al soldo nel bordello di Ditocorto, Ros, e le chiede di iniziare a lavorare per lui.

A Roccia del Drago

In seguito alla sconfitta nella battaglia delle Acque Nere, Stannis Baratheon si è ritirato sull'isola di Roccia del Drago. La collera di Stannis per la sconfitta nella battaglia si riversa sulla sacerdotessa rossa Melisandre, che gli aveva promesso un grande futuro da vincitore. Stannis tenta di strangolare la donna ma si ferma dopo aver compreso di aver preso parte all'omicidio di suo fratello minore Renly. Melisandre lo informa che per diventare re dovrà essere pronto a tradire chiunque e, davanti a un braciere, gli fa scrutare attentamente le fiamme che irradiano la potenza del Signore della Luce.

Nelle Terre dell'Ovest

Re Robb confida a sua madre Catelyn di essere innamorato di Talisa Maegyr e di non voler procedere al matrimonio combinato con una delle figlie/nipoti di lord Walder Frey. Catelyn lo avverte che infrangere il suo giuramento con lord Frey potrebbe rivelarsi disastroso, ma il Re del Nord sposa comunque Talisa in segreto.

Nel frattempo, Brienne di Tarth continua la sua missione, che consiste nello scortare il prigioniero Jaime Lannister ad Approdo del Re in cambio di Sansa e Arya Stark. La donna protegge a tutti i costi il suo prigioniero uccidendo anche delle guardie Stark che li avevano raggiunti e avevano scoperto l'identità dell'uomo. Quando lo Sterminatore di Re le chiede perché abbia ucciso quegli uomini, Brienne risponde dicendogli che lei non serve gli Stark ma solo Catelyn.

A Grande Inverno

Theon Greyjoy è contrariato per l'assedio che si sta per verificare ad opera di alcuni uomini del Nord. Maestro Luwin gli consiglia di abbandonare il castello e di fuggire verso nord per diventare un Guardiano della Notte, ma lui decide di combattere fino alla morte con i suoi uomini. Tuttavia, finito il discorso di incitamento per i soldati, Theon viene colpito alla testa dal suo primo ufficiale Dagmer e sviene. I suoi uomini lo trascinano via, ma Luwin cerca di aiutare il povero Greyjoy. Questa azione costa al vecchio maestro una ferita mortale da parte di Dagmer.

Bran Stark e il suo gruppo escono dalle cripte e trovano Grande Inverno saccheggiata e in fiamme. Successivamente trovano Luwin in agonia nel Parco degli Dei che dichiara per l'ultima volta la sua lealtà e il suo amore per gli Stark, prima di ricevere una morte veloce da Osha. In seguito, Bran e il suo gruppo scappano dalle rovine di Grande Inverno e si dirigono a nord, verso la Barriera.

Nelle Terre dei Fiumi

Arya Stark e i suoi compagni, Gendry e Frittella, si stanno allontanando da Harrenhal. Vengono però sorpresi dall'improvvisa comparsa di Jaqen H'ghar, che li ha aiutati a fuggire. Jaqen offre ad Arya un viaggio a Braavos per allenarla e farle ottenere le sue stesse capacità segrete ma, anche se tentata, la ragazza decide di tornare dalla sua famiglia. Prima di andarsene, Jaqen regala ad Arya una moneta speciale legata alla formula "Valar Morghulis", dicendole che queste due cose le potrà utilizzare per chiamare lui o qualunque altro Uomo senza Volto. Dopodiché l'uomo afferma che Jaqen è morto e si gira verso di lei rivelandole un volto completamente diverso.

A Qarth

Daenerys Targaryen entra nella Casa degli Eterni. Dopo aver percorso anguste scale e corridoi a non finire si ritrova nella Sala del Trono della Fortezza Rossa. L'ambiente è deserto, il tetto è scoperchiato e continua a nevicare. Mentre è in procinto di toccare il Trono di Spade, inizia a sentire il pianto dei suoi tre draghi provenire da una porta vicino al Trono, quindi non si ferma e continua verso di essa. Si ritrova improvvisamente oltre la Barriera, uscita dalla galleria che porta verso la Foresta Stregata. A pochi metri di distanza intravede, nella bufera di neve, una tenda Dothraki. Una volta entrata, viene sorpresa dalla vista del suo defunto marito, Khal Drogo, che regge tra le braccia il loro figlio mai nato, Rhaego. A malincuore, Daenerys decide comunque di proseguire. Si ritrova quindi in una sala circolare dove i suoi tre draghi sono stati incatenati su un piedistallo di pietra.

D'improvviso appare Pyat Pree, che usa la sua magia per incatenare Daenerys alle pareti. Egli le spiega che con il ritorno dei draghi la sua magia si è ingigantita e che, siccome lei è l'unica che può accudire le bestie, dovranno rimanere intrappolati in quel luogo per l'eternità. Daenerys ordina ai suoi tre draghi di lanciare fiamme contro Pyat Pree e così loro lo bruciano vivo, spezzando l'incantesimo. Liberati dalle catene, la Madre dei Draghi e i suoi tre piccoli fuggono dalla Casa degli Eterni.

Arrivata nelle stanze di Xaro, Dany trova l'uomo addormentato a fianco di Doreah, una sua ancella. Dopo avergli sottratto la chiave della camera blindata, Daenerys la apre e scopre che all'interno non vi è nulla: la ricchezza tanto ostentata dall'uomo era solo apparenza. Dany rinchiude quindi Xaro e Doreah all'interno della camera blindata, lasciando che muoiano di stenti, poi saccheggia gli appartamenti di Xaro al fine di comprarsi una nave.

Oltre la Barriera

Jon Snow uccide il ranger Qhorin il Monco in seguito ad un duello iniziato da quest'ultimo. I bruti bruciano il cadavere di Qhorin e proseguono con Jon verso il covo di Mance Rayder, il Re oltre la Barriera.

Nel frattempo, al Pugno dei Primi Uomini i Guardiani della Notte Sam, Grenn ed Edd sentono echeggiare tre suoni di corno: avvistamento di Estranei. Grenn ed Edd riescono a fuggire, ma Sam viene lasciato indietro. Nascostosi dietro una roccia, Sam assiste all'avanzata di una moltitudine di bruti e Guardiani della Notte che, dopo essere morti, sembrano essere stati riportati in vita. Tra la massa si palesa la figura di un Estraneo, con pelle bluastra e raggrinzita che, in sella a un cavallo non-morto, sembra guidare la gigantesca orda verso il Pugno dei Primi Uomini e, con una lancia di cristallo in mano, ignora Sam e incita l'orda all'immensa marcia offensiva.

Apparizioni

Morti

Cast

Protagonisti

Guest star


Nei libri

L'episodio si basa sui seguenti capitoli di Lo scontro dei re:

  • Capitolo 18, Sansa II
  • Capitolo 47, Arya IX
  • Capitolo 48, Daenerys IV
  • Capitolo 63, Daenerys V
  • Capitolo 65, Sansa VIII
  • Capitolo 66, Theon VI
  • Capitolo 67, Tyrion XV
  • Capitolo 68, Jon VIII
  • Capitolo 69, Bran VII

L'episodio si basa sui seguenti capitoli di Tempesta di spade:

  • Prologo
  • Capitolo 1, Jaime I
  • Capitolo 7, Jon I
  • Capitolo 14, Catelyn II
Advertisement