FANDOM


"Crescere forti" Ha! Le parole più noiose di tutte le case.
-- Olenna Tyrell

Casa Tyrell di Alto Giardino è stata una delle Grandi Casate dei Sette Regni. Governava l'Altopiano dal castello di Alto Giardino ed era una famiglia grande e benestante la cui ricchezza, tra le altre grandi famiglie, era superata solo da quella della Casa Lannister mentre possedeva l'esercito più numeroso.

Casa Tyrell fu una delle grandi case più giovani di Westeros ricevendo i titoli di Lord di Alto Giardino e Protettori del Sud durante la Guerra di Conquista da Aegon il Conquistatore per essersi sottomessi. Come ricompensa, Aegon gli diede il seggio di Alto Giardino e il governo della regione fino ad allora appartenuti storicamente a Casa Gardener, estinta durante la guerra, di cui i Tyrell erano stati fedeli vassalli.

Durante la Ribellione di Robert Casa Tyrell rimase fedele a Casa Targaryen, conducendo l'assedio di Capo Tempesta. Allo scoppio della Guerra dei Cinque Re, Lord Mace Tyrell, influenzato dal figlio Loras, appoggiò la causa di Renly Baratheon fino alla morte di quest'ultimo, a seguito della quale si allearono con il Trono di Spade e Casa Lannister. L'alleanza con questi ultimi fu consolidata dal matrimonio tra Margaery Tyrelle e il Re Joffrey Baratheon prima della morte di quest'ultimo durante il loro banchetto nuziale. Margaery sposò quindi Re Tommen Baratheon, fratello minore di Joffrey. Il futuro di Casa Tyrell fu spazzato via nella tragica distruzione del Grande Tempio di Baelor orchestrato dalla Regina madre Cersei Lannister, desiderosa di liberarsi dei suoi nemici a corte. Lady Olenna Tyrell assunse quindi il controllo della casa e strinse un'alleanza con Daenerys Targaryen per vendicarsi di Cersei. Con la morte di Olenna durante il sacco di Alto Giardino, Casa Tyrell divenne estinta.

I membri della famiglia hanno tendenzialmente capelli castani mossi e occhi marroni o color nocciola. Il loro stemma è una rosa dorata su un campo verde erba e il loro motto è “Crescere forti” ("Growing Strong").

Storia

Passato

I Tyrell fanno risalire la loro discendenza, lungo la linea femminile, al leggendario Garth Manoverde, il primo re Gardener dell’Altopiano durante l’Età degli Eroi (indicando quindi che le loro origini risalgano alle invasioni degli Andali migliaia di anni fa). I Tyrell sono gli alfieri della Casa Gardener, l’antica casata regnante dell’Altopiano che periodicamente si legava in matrimonio a casate minori, quali i Tyrell o i Florent. Quando l'ultimo re della Casa Gardener,Mern IX viene ucciso sul Campo di Fuoco, il suo attendente Harlen Tyrell, rende Alto Giardino ad Aegon il Conquistatore. Aegon gli assegna il castello e il dominio sull'Altopiano. Come Protettori del Sud, sono protagonisti di molteplici diverbi, che a volte sfociano in vere e proprie guerre, con i dorniani che, all’epoca di Aegon il Conquistatore, rimangono indipendenti. Quando Daeron I Targaryen, il Giovane Drago, cerca di conquistare Dorne, il lord di Alto Giardino ordina al suo esercito di invadere Dorne attraverso il Passo del Principe. Dopo la vittoria iniziale, Daeron nomina Lord Tyrell governatore di Dorne. Il Lord ha una passione per le donne dorniane e, una notte, dopo aver tirato la catenella che avrebbe dato il segnale per far venire nel suo letto una di queste fanciulle, egli viene sorpreso da una pioggia di scorpioni scesa dal baldacchino al tiro della corda. La sua morte causa molteplici rivolte e la conquista dei Tyrell del territorio dorniano venne fermata in quindici giorni.

Durante la Ribellione di Robert i Tyrell rimangono leali a Re Aerys II Targaryen. Le forze di Lord Mace Tyrell vincono contro Robert Baratheon durante la Battaglia di Ashford, segnando l'unica sconfitta di Robert durante la guerra. I Tyrell perdono in quell'occasione Quentin Tyrell. Mace Tyrell si vanta spesso della vittoria ma, in realtà, è stato l’attacco portato a termine e comandato da Randyll Tarly a mettere Robert in fuga. Mace si sposta in seguito ad assediare Stannis, il fratello di Robert, a Capo Tempesta ma è costretto a giurare fedeltà a Robert dopo la caduta dei Targaryen e il Sacco di Approdo del Re. Robert Baratheon, Re per conquista, li perdona e li accetta come vassalli giurati.

Prima stagione

Con la morte di Re Robert, Loras supporta il desiderio di Renly Baratheon di indossare la corona prima che il Principe Joffrey I Baratheon o Lord Stannis possano reclamarla, e si allontana da Approdo del Re con lui quando Lord Eddard Stark respinge la sua proposta di aiuto.

Seconda stagione

La Casa Tyrell si schiera con Re Renly, donando Margaery Tyrell come sposa e regina, Loras, ex scudiero e amante segreto di Renly, diventa il comandante della Guardia Arcobaleno e Lord Mace Tyrell il suo Primo Cavaliere. Con il supporto dei Tyrell (e di quasi tutti i loro alfieri), Renly possiede l'esercito più forte nella Guerra dei Cinque Re. Dopo un fallito confronto con suo fratello Stannis, Renly e i suoi ospiti sono convinti di vincere la battaglia che sta aleggiando nell’aria.

L'omicidio di Renly porta molti Lord dell’Altopiano a giurare fedeltà alla causa di Stannis. I Tyell e gli alfieri a loro reali (tra cui i Redwyne, Randyll Tarly e Mathis Rowan) si ritrovano a Ponte Amaro per studiare una strategia. I lord vengono però sorpresi da una visita da parte di Petyr Baelish che li raggiunge per proporre loro un’alleanza con Re Joffrey Baratheon e la Casa Lannister. I Tyrell si uniscono quindi a Tywin Lannister lungo la marcia verso Approdo del Re, arrivando in città appena in tempo per salvarla dall’attacco delle forze di Stannis nella Battaglia delle Acque Nere.

Terza stagione

Margaery viene promessa a Re Joffrey I Baratheon e la coppia reale acquista grazie alla giovane regina un’ampia popolarità anche tra i ceti inferiori della popolazione. La madre di Mace, Lady Olenna Tyrell, su consiglio di Varys, cerca di organizzare un matrimonio tra Loras Tyrell e Sansa Stark, ultima erede di Casa Stark e quindi chiave del Nord. Il complotto viene però sventato da Tywin Lannister, Primo Cavaliere del Re, il quale organizza un matrimonio tra la giovane Stark e suo figlio Tyrion Lannister e uno tra Loras e sua figlia Cersei, la Regina madre.

Quarta stagione

Dopo aver scoperto che il giovane Re Joffrey è una persona orribile, Olenna Tyrell decide di cospirare con Petyr Baelish. Non prima di aver assicurato alla nipote il matrimonio, la donna e Petyr avvelenano il Re al suo stesso banchetto di nozze. Tyrion Lannister viene ingiustamente accusato dell'omicidio e Mace è uno dei giudici al suo processo. Egli desidera il Folletto morto perché, bevendo dallo stesso bicchiere di Joffrey, la figlia Margaery avrebbe potuto subire la stessa sorte. Mace non è però a conoscenza che è sua madre l’artefice dell’avvelenamento e, alla fine, Tyrion lascia la città di nascosto.

Quinta stagione

La Casa Tyrell è effettivamente “cresciuta forte” arrivando ad essere la dominatrice nella sua alleanza con i Lannister nonostante le paranoie maniacali Regina Reggente. Dopo la morte del Primo Cavaliere del Re, suo padre, Cersei prende il controllo del Concilio Ristretto e nomina Mace Tyrell Maestro del Conio affidandogli un incarico diplomatico per allontanarlo dalla capitale. Mentre Lord Tyrell è a Braavos, infatti, Cersei Lannister scende a patti l'Alto Passero e i suoi seguaci, detti i Passeri, una setta di fanatici religiosi del Culto dei Sette. Cersei nomina l'Alto Passero nuovo Alto Septon e ricostituisce il Credo Militante che arresta Loras Tyrell con l'accusa di atti contro natura. Anche Margaery viene arrestata dal Credo per aver cercato di nascondere l'omosessualità del fratello.

Tuttavia, l'arma di Cersei le si rivolta contro quando lei stessa viene arrestata dal Credo Militante con l'accusa di regicidio (per il sospetto della sua complicità nella morte di Re Robert Baratheon), incesto (aver giaciuto con suo fratello Jaime Lannister) e adulterio. Dopo aver confessato alcuni dei suoi crimini, a Cersei viene concesso di tornare momentaneamente alla Fortezza Rossa, ma non prima di aver compiuto l'umiliante cammino del pentimento.

Sesta stagione

Loras e Margaery Tyrell sono ancora prigionieri dell'Alto Passero e del Credo Militante. Kevan Lannister, Olenna Tyrell, Cersei e Jaime Lannister decidono che è arrivato il momento di agire con la forza contro i fanatici religiosi. Nel momento in cui inizia il cammino di espiazione della regina Margaery Tyrell, le truppe di Casa Tyrell guidate da Mace Tyrell intervengono per impedire l'umiliazione pubblica. La forza dei Tyrell è accompagnata da Jaime Lannister, che si confronta personalmente l'Alto Passero. Chiede che Margaery e Loras vengano rilasciati, minacciando di distruggere il Credo Militante se non lo faranno. L'Alto Passero sorpassa quindi Jaime e i Tyrell annunciando l'annullamento del cammino di espiazione di Margaery e annuncia una nuova alleanza tra la fede e la Corona. Con stupore di tutti, dal Grande Tempio di Baelor esce Re Tommen che dopo aver preso per mano la moglie conferma la nuova alleanza. Olenna Tyrell nota amaramente che l'Alto Passero li ha battuti.

Ha inizio il processo a Ser Loras e Cersei nel Grande Tempio di Baelor. Il giovane Tyrell confessa i suoi peccati e sceglie di unirsi ai Passeri per espiarli. Cersei e Tommen, tuttavia, non si presentano al processo, così Lancel Lannister viene incaricato di scortarli al Tempio mentre il resto del pubblico rimane in attesa del suo ritorno. Mentre il tempo passa, la Regina Margaery Tyrell diventa sempre più sospettosa e teme che Cersei non si sia presentata nonostante sapesse le conseguenze poiché sta tramando qualcosa. La regina Tyrell cerca di persuadere l'Alto Passero a sospendere il processo e a fare in modo che tutti abbandonino il tempio. L'Alto Passero, tuttavia, per nulla preoccupato, si rifiuta di sospendere il processo respingendo tutti i sospetti di Margaery e impedisce ai presenti di lasciare il tempio, facendo bloccare le porte ai passeri. Improvvisamente, il Grande Tempio di Baelor viene distrutto da una grande esplosione di un deposito di barili di altofuoco posizionati anni prima sotto il tempio dal Re Folle durante la Ribellione di Robert, innescati da Qyburn per ordine di Cersei. L'Alto Passero, Loras, Margaery, tutti i membri del Credo Militante e tutti i presenti muoiono nell'esplosione.

Privata di tutta la sua famiglia, Olenna, diventa la nuova leader di Casa Tyrell e brama vendetta contro la regina Lannister, appena incoronata Regina dei Sette Regni in seguito al suicidio di Tommen. A Dorne Lady Olenna Tyrell incontra Ellaria Sand e le Serpi delle Sabbie per discutere di una possibile alleanza contro i Lannister. Olenna, dapprima titubante, viene persuasa dall'ingresso di Varys, che offre alla donna "Fuoco e Sangue" (il motto di casa Targaryen) per vendicare le sorti della sua famiglia.

Settima stagione

Olenna Tyrell partecipa al consiglio di guerra di Daenerys Targaryen per riconquistare il Trono di Spade da Cersei Lannister. Tyrion pianifica che gli eserciti di Dorne e dell'Altopiano assedieranno Approdo del Re mentre gli Immacolati assedieranno Castel Granito, sede ancestrale di Casa LannisterGli Immacolati guidati da Verme Grigio mettono sotto assedio Castel Granito, seggio di Casa Lannister, riuscendo ad espugnarlo facilmente con uno stratagemma architettato da Tyrion Lannister. Dopo averlo conquistato, tuttavia, si accorgono che la rocca dei Lannister è scarsamente difesa e che nel frattempo la loro flotta ancorata presso la costa viene attaccata dalla Flotta di Ferro di Euron Greyjoy.

Si scopre che Castel Granito è stato appositamente svuotato delle sue difese maggiori secondo uno stratagemma di Jaime Lannister, il quale ha lasciato che gli Immacolati prendessero il castello per impiegare il grosso delle sue forze per conquistare un obbiettivo più prezioso: Alto Giardino, sede di Casa Tyrell. Le truppe dei Lannister alleate a quelle di Casa Tarly mettono sotto assedio il castello dei Tyrell e lo espugnano facilmente, superando di numero le sue difese. Alto Giardino viene saccheggiato delle sue ricchezze che verranno inviate ad Approdo del Re dove verranno usate per pagare il debito che il Trono di Spade ha con la Banca di Ferro di Braavos. Jaime Lannister consegna a Olenna Tyrell, ultimo membro di Casa Tyrell, del veleno che lei accetta di bere. Con la morte di Olenna, Casa Tyrell può definirsi estinta.   

Stato attuale

Sembra che nella serie televisiva Casa Tyrell si sia estinta con la morte di Olenna Tyrell. Nell'episodio I venti dell'inverno, Olenna dice che con la morte di suo figlio Mace e dei suoi nipoti Loras e Margaery, Cersei le ha portato via "il futuro". Da questa frase di deduce che non è rimasto in vita nessun erede Tyrell, per lo meno nessun erede maschio. Nei romanzi di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Loras e Margaery hanno due fratelli più grandi, Willas e Garlan, omessi però dalla serie TV. Nella serie televisiva viene più volte ripetuto che Loras è l'unico erede maschio di Casa Tyrell. Nei libri, invece, i Tyrell hanno numerosi cugini di primo e di secondo grado, che detengono anche diversi titoli nobiliari nell'Altopiano.

Nell'episodio E ora la sua guardia si è conclusa compare una ragazza accreditata come "Tyrell lady" che risulta essere in qualche modo cugina di Loras e Margaery. Per il resto della serie non appaiono altri cugini o parenti di Casa Tyrell. Sembra inoltre improbabile l'ipotesi che tutti i parenti Tyrell si trovassero nel Grande Tempio di Baelor per assistere al processo di Loras e che siano quindi tutti rimasti uccisi nell'esplosione di altofuoco. È semplicemente più probabile che gli sceneggiatori della serie TV abbiano omesso dalla serie tutti gli altri parenti, rendendo così Loras l'unico erede e facendo sì che Casa Tyrell si sia estinta nel corso della serie. Non si esclude però che anche nella serie TV sia sopravvissuta qualche parente femmina della casa, come ad esempio la ragazza sopra citata.

Membri di Casa Tyrell

Membri recenti

Parentele lontane dal ramo principale

Dame di compagnia di Margaery

Ad Alto Giardino

Ad Approdo del Re

  • Il 'Bardo Blu', il cui vero nome è Wat, un cantastorie. Impazzisce dopo esser stato torturato da Qyburn e, più tardi, dai ministri del Culto.

Cavalieri e Spade Giurate

Nobili alfieri di lord Mace

Membri storici

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.