FANDOM


Casa Swann di Stonehelm è una delle principali case nobiliari delle Terre della Tempesta. Sono lord delle Terre Basse grazie a Stonehelm che è sopra alle terre che circondano le Montagne Rosse su Capo Furore nella parte orientale delle terre basse di Dorne.

Storia

Casa Swann è una vecchia casa nobile, considerata orgogliosa, potente e prudente. Da Stonehelm controllano lo Slayne, una importante fiume nelle Terre della Tempesta, che fa guadagnare molta ricchezza e potere. Essi sono probabilmente la seconda più potente e influente famiglia delle Terre della Tempesta, dopo i Baratheon. I Swann e i Caron affermano entrambi di essere i più antichi lord delle Terre Basse

Durante la Danza dei Draghi, Ser Byron Swann è stato ucciso da Syrax.

Il pazzo Lord Swann è stato colui che ha chiamato Matarys Targaryen il "Principe Ancora Più Giovane".  Lord Gawen Swann partecipa al Torneo del Campo di Ashford, perdendo col principe Valarr Targaryen. Lord Gawen ignora la diretta richiesta di Dunk di partecipare al Giudizio dei Sette

Ser Barristan Selmy ha combattuto per ser Manfred Swann da ragazzo. Barristan poi ha salvato Lady Jeyne Swann e la sua septa dalla Fratellanza del Bosco del Re.

Nei Libri

Il gioco del trono

Ser Balon Swann, il secondo figlio di Lord Gulian, è uno dei cavalieri che partecipa al Torneo del Primo Cavaliere del Re, sconfiggendo Alyn di Grande Inverno, ma poi viene disarcionato da ser Gregor Clegane. E' tra i tre finalisti della gara del tiro con l'arco, perdendo contro un popolano delle terre basse di Dorne di nome Anguy. Balon è nel gruppo che accompagna re Robert Baratheon a caccia, ma ritorna ad Approdo del Re prima dell' incidente di caccia di Robert con il cinghiale nel Bosco del Re.

Lo scontro dei re

Lord Gulian è uno dei pochi signori delle Terre della Tempesta che accetta di ricevere Davos Seaworth,  condivide persino un pasto con il suo ospite. Sebbene  non si schieria con Stannis Baratheon. Nella guerra dei Cinque re, Gulian malato non nè prende parte. 

L'erede della Casa Swann, ser Donnel Swann, si schiera prima con Renly Baratheon e poi con Stannis e viene ferito durante la Battaglia delle Acque Nere. Si arrende a ser Elwood Harte e viene riscattato, dopo aver giurato fedeltà a re Joffrey Baratheon.

Dopo la caduta in disgrazia di Lord Eddard StarkSansa Stark vede Ser Balon sussurrare alcune parole all' ubriaco Ser Dontos Hollard, forse lo raccomanda di astenersi dal salutala. Balon difende il partito reale nel rivolta di Approdo del Re. Dopo la rivolta, Balon entra nella Guardia Reale per sostituire Ser Preston Greenfield. In questa veste, Balon combatte dalla parte di Joffrey alle Acque Nere.

Tempesta di spade

Ser Balon  è il primo testimone che si presenta al processo contro di Tyrion, dopo la morte di re Joffrey. Sostiene che Tyrion è un uomo coraggioso e non crede sia stato lui ad avvelenare il sovrano.

La danza dei draghi

Ser Balon Swann viene inviato dalla regina Cersei Lannister a Dorne per consegnare la testa di  Gregor Clegane. Il principe Doran Martell ordina ai suoi alfieri di far ritardare l'arrivo di Balon con feste sontuose. Quando Balon arriva a Lancia del Sole,I Martell nascondono il piano fallito di Arianne Martell  nel tentativo di incoronare la Principessa Myrcella Baratheon.  Doran Martell rivela ad Arianne, Tyene, Obara, Nymeria, Ellaria e Areo Hotah che i suoi amici ad Approdo del Re lo hanno informato del piano di Cersei di voler far cadere la comitiva in un’imboscata. L’attacco dovrebbe essere guidato da un gruppo di briganti uniti dall’urlo “Mezzouomo” e avrebbe come fine quello di uccidere il principe Trystane. Ser Balon avrebbe ammesso falsamente di aver visto Tyrion Lannister durante l’agguato, facendo così ricadere le colpe della morte del principe sul nano. Ser Balon viene portato da Myrcella dove può vedere con i suoi occhi cosa ha fatto al suo viso ser Gerold Dayne. La principessa è stata istruita da Arianne su cosa dovrà dire e racconta che l’assassino del suo confratello è lo stesso ser Gerold, quando nella realtà è stato Areo Hotah ad uccidere Arys.

Membri della casata alla fine del III secolo

Con non specificata rapporto familiare al ramo principale:

Membri storici

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.