FANDOM


Tua madre è morta e un giorno la seguirò, anche tu, tuo fratello e tua sorella e tutti i suoi figli. Moriremo tutti. Andremo tutti a marcire sotto terra. È il nome della famiglia che sopravvive. L'unica cosa che resiste. Non rimane nulla della tua gloria o del tuo onore...rimane la famiglia.
-- Tywin Lannister a Jaime Lannister

Casa Lannister di Castel Granito è una delle Grandi case dei Sette Regni e la casa principale delle Terre dell'Ovest. La loro residenza è la roccaforte di Castel Granito sebbene esista un ramo cadetto a Lannisport.

I Lannister regnarono come Re della Roccia fino alla Conquista dei Targaryen, dopo la quale gli viene assegnato il titolo di Protettori dell'Ovest. La casa vive un duro periodo con Tytos Lannister, ma il loro prestigio viene riportato al suo vecchio splendore da Tywin Lannister. L’oro delle miniere di Castel Granito e della Zanna Dorata, li ha resi la casa più ricca dei Sette Regni.

I Lannister sono stati protagonisti delle due importanti guerre civili più recenti: la prima fu la Guerra dei Cinque Re, una guerra per la successione al Trono di Spade scoppiata a causa della rivelazione che Re Joffrey Baratheon non era figlio di Re Robert Baratheon bensì frutto dell'incesto tra la Regina Cersei Lannister e suo fratello gemello Jaime. Alla fine della guerra, Cersei salì al trono come Regina dei Sette Regni, prima donna a detenere la carica, ma dovette fronteggiare l'invasione di Westeros da parte di Daenerys Targaryen. Con la morte di Cersei e Jaime nella battaglia di Approdo del Re, Tyrion Lannister divenne capo di Casa Lannister.

Lo stemma di Casa Lannister è un leone d'oro su sfondo rosso mentre il motto è "Udite il mio ruggito!" ("Hear my roar"), che, tuttavia, è ben meno noto del comune detto "I Lannister pagano sempre i loro debiti" ("A Lannister always pays his debts").

Storia

Passato

I Lannister discendono dagli avventurieri Andali che sposarono le figlie del Re della Roccia. Il re stesso discendeva da Lann l'Astuto, un noto maestro d’inganni dell’Età degli Eroi che aveva espulso i Casterly da Castel Granito servendosi di un trucco. I Lannister regnano quindi come Re della Roccia fino alla Conquista dei Targaryen. Dopo il Campo di Fuoco, re Loren I si arrende ma viene comunque permesso alla sua casa di rimanere nelle Terre dell’Ovest. I Lannister hanno posseduto un tempo una spada in Acciaio di Valyria, andata perduta, chiamata Ruggito di Luce.

Durante la Ribellione dei Blackfyre, Lord Damon Lannister rimane leale ai Targaryen. Ser Quentyn Ball, il grande generale ribelle, lo sconfigge fuori dalle mura di Lannisport.

Successivamente, sotto la guida di Tytos Lannister, la casa vive un momento buio. La debolezza di Tytos permette ai suoi vassalli di prendere il sopravvento. È suo figlio Tywin che alla fine riporta la situazione allo stato originario, costringendo i vassalli a inginocchiarsi. Tywin viene nominato poco dopo Primo Cavaliere del Re da Aerys II e rimane tale per molti anni. Quando Aerys viene preso come ostaggio da Denys Darklyn, Tywin risolve il problema pochi mesi, facendo sì che Aerys diventi paranoico e che il rapporto tra i due si inclini. La situazione è aggravata dai continui tentativi di Aerys di insinuarsi tra Tywin e sua moglie, cugina e più stretta confidente, Joanna. Tywin non è mai stato un uomo gioviale, ma la nascita del suo terzo figlio che coincide con la morte di sua moglie, lo porta a rabbuiarsi ulteriormente. Suo fratello Kevan, prende quindi il posto della moglie come suo consigliere e braccio destro. È loro sorella Genna a ricoprire adesso il ruolo materno verso i figli di Tywin. Il lord di Castel Granito ha altri due fratelli Tygett, morto a causa di una malattia e Gerion scomparso dopo essere partito per un viaggio alla volta di Valyria.

Sebbene Tywin cerchi in tutti i modi di assicurare una solida successione, la vita a Castel Granito non procede come sperato. I suoi due figli gemelli Cersei e Jaime iniziano fin dalla giovane età una relazione incestuosa. Quando ancora molto piccola, Cersei fa visita a una strega chiamata Maggy la Rana, la quale realizza una profezia sul suo futuro facendola diventare paranoica al riguardo. Quando Tyrion ha tredici anni, sposa una ragazza di umili origini, Tysha, ma Lord Tywin interrompe violentemente il matrimonio tra i due. Jaime, viene nominato cavaliere da ser Arthur Dayne e si unisce alla Guardia reale con grande disappunto di Tywin che crede sia una mossa del Re Folle per rubargli l’erede. Questo gesto, e il fatto di non aver acconsentito a un matrimonio tra Cersei e il principe Rhaegar, spingono Tywin a presentare le sue dimissioni come Primo Cavaliere del Re. Il suo ritiro coincide con il fallimento del piano di Jaime. Il ragazzo aveva infatti deciso di unirsi alla Guardia Reale, per stare più vicino alla sua amante e sorella Cersei che ritorna invece a Castel Granito con il padre.

Durante la Ribellione di Robert, i Lannister rimangono neutrali per quasi la durata intera del conflitto. Solo dopo la morte del principe Rhaegar sul Tridente, decidono di schierarsi dalla parte di Robert Baratheon contro i Targaryen, e portano a compimento il Sacco di Approdo del Re grazie alla collaborazione del Gran Maestro Pycelle, fedele sostenitore della casata, che convince il re ad aprire i cancelli della città. Jaime Lannister, ancora membro della Guardia del re, uccide Aerys, l’ultimo re Targaryen. È questo l’atto che gli costerà il nome di “Sterminatore di re”. Nel frattempo, Tywin uccide il resto dei Targaryen presenti nella capitale, provando così la sua fedeltà alla causa di Robert . Con la vittoria della guerra, Cersei viene data in sposa a Robert. Il matrimonio e i debiti che Robert intreccia con i Lannister non fanno altro che rendere la loro casa ancora più potente. Molta dell’energia di Tywin viene spesa nell’assicurarsi che tutti i membri della sua famiglia facciano del loro meglio per essere degni di portare avanti il nome di Lannister.

Prima stagione

All'insaputa di tutti, la regina Cersei e Ser Jaime Lannister portano avanti da anni una relazione amorosa di tipo incestuoso. I tre figli di lei, Joffrey, Myrcella e Tommen, che portano il nome di Baratheon, sono in realtà il frutto dell’incesto tra i due gemelli. Lord Eddard Stark e sua moglie Catelyn Tully credono che dietro l’omicidio di Jon Arryn (al tempo della sua morte Primo cavaliere di re Robert) e del tentato omicidio di loro figlio Bran, ci siano i Lannister. L’ultima supposizione è corretta. Il ragazzo infatti ha sorpreso Jaime e Cersei durante un atto sessuale mentre questi si trovavano in visita a Grande Inverno con il corteo reale. Petyr Baelish conferma le ipotesi di Catelyn dicendo che la daga appartenuta ad un sicario che ha tentato di assassinare Bran appartiene a Tyrion Lannister.

In seguito, Lady Catelyn cattura Tyrion Lannister alla Locanda all'Incrocio per farlo processare per il tentato omicidio di suo figlio Bran. Di pronta risposta, Lord Tywin Lannister manda delle truppe a saccheggiare le Terre dei Fiumi, dominate dai Tully, famiglia di Catelyn, con l’intento attirare nel campo di battaglia Lord Eddard Stark per catturarlo e scambiarlo con la vita di suo figlio. Tuttavia, Eddard viene trattenuto ad Approdo del Re poiché rimasto ferito in uno scontro con Jaime, che voleva anche lui la liberazione di suo fratello Tyrion. Il Lord di Grande Inverno è così costretto ad inviare alcuni dei suoi uomini al suo posto.

Tyrion viene giudicato innocente a seguito di un processo per singolar tenzone, ma la guerra continua a causa di un intrigo portato avanti nella capitale in seguito all'improvvisa morte di Re Robert. Eddard ha infatti scoperto che Joffrey, Tommen e Myrcella non sono figli naturali di Robert, perciò trama di mettere Stannis Baratheon, fratello di Robert, sul Trono di Spade. La Regina reggente Cersei si è però assicurata la fedeltà delle truppe della città e perciò Eddard, rimasto solo, viene arrestato per tradimento.

Tywin e Jaime vincono diverse battaglie contro i lord delle Terre dei Fiumi, ma vengono presto battuti dall’arrivo di numerosi rinforzi per i loro avversari. I Tully vengono infatti affiancati dagli uomini del nord guidati da Robb Stark, figlio di Eddard, che ha dichiarato guerra ai Lannister per ottenere giustizia dopo l'arresto del padre. Tywin respinge l’attacco dell’armata Stark nella Battaglia della Forca Verde. Attacco che si scopre essere uno stratagemma per fare sì che Robb catturi Jaime in un attacco a sorpresa e rompa l’assedio a Delta delle Acque.

Re Joffrey Baratheon, fa giustiziare Eddard Stark, mandando quindi a monte qualsiasi possibilità di pace tra i Lannister e gli Stark. Sebbene ancora prigioniero, Jaime viene nominato comandante della Guardia Reale e Tywin viene nominato Primo Cavaliere del Re. Non potendo (e volendo) assentarsi dal campo di battaglia, Tywin manda suo figlio Tyrion ad Approdo del Re per esercitare la carica in sua assenza. Nel frattempo i fratelli di Robert, Stannis e Renly avanzano delle pretese al Trono di Spade, dando quindi il via a quella conosciuta come la Guerra dei Cinque Re.

Seconda stagione

Ad Approdo del Re, Tyrion e Cersei si danno battaglia a suon di complotti, ma Tyrion si rivela essere una stratega migliore. Alla ricerca disperata di qualche alleato, si rivolge alla Casa Martell. Parte del suo complotto vuole che Myrcella venga promessa sposa a Trystane Martell. Robb Stark inizialmente vince le sue battaglia su tutti i fronti, riuscendo ad invadere le Terre dell'Ovest e a scacciare i Lannister dalle Terre dei Fiumi. Tywin si ritira perciò dal conflitto nelle Terre dei Fiumi per recarsi ad Approdo del Re e difendere la città dall'assedio di Stannis Baratheon nella Battaglia delle Acque Nere. La battaglia è vinta anche grazie alla nuova alleanza dei Lannister con Casa Tyrell, suggellata dalla promessa di matrimonio tra Re Joffrey e Lady Margaery Tyrell.

Lord Tywin riassume il ruolo di Primo Cavaliere del Re. Quando Catelyn Stark viene a conoscenza del fatto che il loro protetto Theon Greyjoy ha ucciso i presunti Bran e Rickon, libera Jaime nella speranza di scambiare la sua vita con quelle della sue due figlie Sansa e Arya, che erano rimaste nella capitale come ostaggio dei Lannister. Mentre Sansa è effettivamente prigioniera dei Lannister, Arya è riuscita a scappare subito dopo l'esecuzione di suo padre Ned Stark.

Terza stagione

Tywin si rifiuta di nominare come suo erede Tyrion. Di tutta risposta, lo nomina Maestro del Conio e lo fa sposare con Sansa Stark rivendicando così Grande Inverno ed evitando il matrimonio tra la ragazza Stark e Loras Tyrell. Per rafforzare l'alleanza con i Tyrell, Lord Tywin organizza poi un matrimonio tra sua figlia Cersei e Loras, nonostante nessuno dei due ne sia entusiasta.

Quando scopre che l'esercito di Robb Stark si sta sfaldando, Tywin inizia a complottare con lord Walder Frey e l’opportunista Roose Bolton per rovesciare il Re del Nord. Il tradimento viene portato a temine durante il matrimonio tra Edmure Tully e una delle donne Frey: durante il banchetto nuziale, Robb, sua moglie Talisa Maegryr, Catelyn Stark e tutti i loro più importanti alleati vengono traditi e massacrati in quelle che vengono ricordate come le Nozze Rosse. Come ricompensa per aver portato la guerra a una veloce fine, Tywin conferisce a Walder Frey e a Roose Bolton rispettivamente i titoli di Lord Supremo del Tridente e Protettore del Nord. I Lannister sembrano ora essere i vincitori indiscussi della Guerra dei Cinque Re.

Nel frattempo, Jaime arriva ad Approdo del Re insieme a Brienne di Tarth. Nel tragitto che lo ha portato fino alla capitale, Jaime ha perso la mano destra mozzatagli da Locke, un uomo d'armi al servizio di Lord Bolton, per aver tentato di difendere Brienne da uno stupro.

Quarta stagione

Dal suo ritorno, Jaime è molto cambiato: si trova molto spesso in contrasto con la sua famiglia. Discute con lord Tywin, il quale vuole che si dimetta dalla Guardia Reale per poter prendere parte alla sua eredità e diventare, alla morte di Tywin, lord di Castel Granito.

Tywin Lannister alla toilette

Tywin Lannister poco prima di essere ucciso da suo figlio Tyrion.

Quando re Joffrey muore avvelenato al suo stesso banchetto nuziale, Tyrion viene accusato dell'omicidio. TywinMace Tyrell e Oberyn Martell sono i giudici del processo. Dopo aver assistito alle calunnie portate avanti da alcune delle persone che egli credeva suoi amici, Tyrion richiede di essere giudicato in un processo per singolar tenzone. Ser Gregor Clegane viene nominato campione reale e Oberyn Martell si offre di combattere per Tyrion per vendicare la morte di sua sorella Elia uccisa anni prima dallo stesso Gregor. Oberyn perde e Tyrion viene condannato a morte, ma la notte prima dell'esecuzione viene liberato da Jaime. Prima di lasciare Approdo del Re, Tyrion uccide lord Tywin Lannister con un colpo di balestra, accusandolo di non averlo mai amato e anzi di aver sempre desiderato la sua morte nonostante fosse suo figlio.

Quinta stagione

Dopo la morte di Tywin, Cersei diventa di nuovo regina reggente e regna al posto del nuovo e giovanissimo re Tommen cercando di dimostrarsi una reggente migliore di suo padre. Ignorando i piani del padre, inserisce nel Concilio Ristretto i suoi leccapiedi. Tommen sposa Margaery Tyrell ma questo non ferma Cersei dal complottare contro la casa della nuova moglie di suo figlio. Cersei sospetta che i Tyrell stiano a loro volta complottando contro di lei. Per scongiurare possibili inganni, la Regina madre cerca di aggraziarsi l'Alto Passero, il capo di una setta di fanatici religiosi noti come "i Passeri", che stanno prendendo piede nella capitale. Cersei ricostituisce il Credo Militante e nomina l'Alto Passero nuovo Alto Septon.

Cersei fa in modo che il Credo Militante arresti ser Loras Tyrell (fratello di Margaery) con l'accusa di omosessualità. Anche la Regina Margaery viene arrestata dal Credo per aver cercato di nascondere il segreto del fratello pur essendone a conoscenza. Tuttavia, l'arma di Cersei le si rivolta contro quando lei stessa viene arrestata dal Credo Militante con l'accusa di regicidio (per il sospetto della sua complicità nella morte di Re Robert Baratheon), incesto (aver giaciuto con suo fratello Jaime Lannister) e adulterio. Ad aver fornito al Credo tutte queste informazioni su Cersei è stato Lancel Lannister, cugino di Cersei, che era diventato da qualche tempo uno dei Passeri, e che aveva giaciuto con Cersei anni prima e gli era stato da lei affidato il compito di drogare il vino di Re Robert durante la battuta di caccia che gli sarebbe stata fatale. Dopo essere stata trattenuto per diversi giorni, Cersei alla fine confessa l'adulterio con Lancel per tornare da suo figlio, il re Tommen, anche se lei nega ancora l'incesto con Jaime e l'omicidio di re Robert. L'Alto Passero accetta di lasciarla andare fino al processo che accerterà la verità del regicidio e dell'incesto, ma prima dovrà compiere il cammino del pentimento, percorrendo completamente nuda la strada dal Grande Tempio di Baelor fino alla Fortezza Rossa tra gli insulti e urla della folla.

Nel frattempo, Cersei ha inviato suo fratello Jaime in missione a Dorne per riportare Myrcella ad Approdo del Re in quanto temeva che i Martell avrebbero voluto vendicare la morte di Oberyn facendo del male alla principessa. Jaime riesce a recuperare Myrcella, la quale però muore avvelenata da Ellaria Sand, amante di Oberyn.

Nel frattempo, con l'aiuto di Varys, Tyrion Lannister ha raggiunto clandestinamente Pentos, dove Varys gli propone di partire con lui verso Meereen per incontrare Daenerys Targaryen e allearsi con lei, dal momento che presto invaderà Westeros per riconquistare il Trono di Spade, appartenuto per tre secoli alla sua famiglia fino alla Ribellione di Robert. Tyrion viene però catturato da Jorah Mormont e portato al cospetto di Daenerys Targaryen, che nonostante un'iniziale reticenza decide di usare il suo aiuto per conquistare il Trono di Spade

Sesta stagione

Ser Kevan, al momento lord Reggente, cerca di rimediare agli errori politici perpetrati da Cersei. La priorità per Kevan, Cersei, Jaime e Olenna Tyrell è ora liberarsi del Credo Militante, che sta diventando sempre più forte e influente. Nel momento in cui inizia il cammino di espiazione della regina Margaery Tyrell, le truppe di Casa Tyrell guidate da Mace Tyrell intervengono per impedire l'umiliazione pubblica. La forza dei Tyrell è accompagnata da Jaime Lannister, che sale su per le scale del Grande Tempio per affrontare personalmente l'Alto Passero. Chiede che Margaery e Loras vengano rilasciati, minacciando di distruggere il Credo Militante se non lo faranno. L'Alto Passero sorpassa quindi Jaime e i Tyrell annunciando l'annullamento del cammino di espiazione di Margaery e annuncia una nuova alleanza tra la fede e la Corona. Con stupore di tutti, dal Grande Tempio di Baelor esce Re Tommen che dopo aver preso per mano la moglie conferma la nuova alleanza. Olenna Tyrell nota amaramente che l'Alto Passero li ha battuti. Come punizione per aver affrontato il Credo, Re Tommen invia Jaime Lannister a comandare l'assedio di Delta delle Acque in cui gli ultimi ribelli Tully hanno riconquistato la loro fortezza dai Frey.

L'Alto Passero viene a sapere che Cersei Lannister ha intenzione di risolvere il suo processo chiedendo un processo per combattimento e intendendo usare il potente ser Gregor Clegane, detto "la Montagna" come suo campione. Cersei si è anche rifiutata di andare dall'Alto Passero che la aveva convocata facendo uccidere a ser Gregor un membro del Credo venuto a portarla da lui. Dopo questi episodi, l'Alto Passero convince Tommen ad abolire il processo combattendo con decreto reale. La nuova Fede dichiara che è una pratica barbara, peccaminosa e un tentativo del corrotto di eludere la giustizia divina. D'ora in poi, tutti i processi saranno presiedute da sette membri della Fede, come avveniva nei giorni prima della Guerra di Conquista.

Cersei profilo

Cersei Lannister viene incoronata Regina dei Sette Regni.

Ha inizio il processo a Ser Loras e Cersei nel Grande Tempio di Baelor. Il giovane Tyrell confessa i suoi peccati e sceglie di unirsi ai Passeri per espiarli. Cersei e Tommen, tuttavia, non si presentano al processo. La Regina madre ha infatti orchestrato la distruzione del Grande Tempio di Baelor causata dall'altofuoco per liberarsi in un solo colpo di tutti i suoi nemici politici: il Credo Militante, i Tyrell e suo zio Kevan Lannister. Tommen, venuto a conoscenza che tra le vittime della catastrofe c'è anche la moglie Margaery, si toglie la vita gettandosi da una finestra della Fortezza Rossa. Cersei Lannister viene perciò incoronata Regina dei Sette Regni, prima donna a detenere la carica.

Oltre il Mare Stretto, Tyrion si dimostra fedele a Daenerys e perciò viene da lei nominato suo Primo Cavaliere. Tyrion salpa quindi con la sua regina e la sua vasta flotta di alleati alla volta di Westeros.

Settima stagione

La Regina Cersei Lannister ha nemici su tutti i fronti: al Nord i Bolton sono stati sconfitti da Jon Snow, che assieme a Sansa Stark ha ricostituito il dominio di Casa Stark a Grande Inverno e ha proclamato l'indipendenza del Regno del Nord. Olenna Tyrell e Casa Martell si sono alleati con Daenerys Targaryen, da poco sbarcata a Roccia del Drago, volendo vendicare tutti i crimini che Cersei ha commesso contro le rispettive famiglie. La Regina Lannister ottiene l'alleanza di Casa Tarly e di Euron Greyjoy, arrogante nuovo Re delle Isole di Ferro, che spera di ottenere la mano di Cersei.

A Roccia del Drago, Tyrion Lannister pianifica che gli eserciti di Dorne e dell'Altopiano assedieranno Approdo del Re mentre gli Immacolati assedieranno Castel Granito, sede ancestrale di Casa Lannister. La regina, invia Ellaria Sand a ritornare a Dorne per raccogliere il suo esercito grazie alle navi fornite da Yara Greyjoy. Navigando nel Mare Stretto verso Dorne, la Flotta di Ferro di Yara Greyjoy, che stava trasportando Ellaria Sand e le sue tre figlie, viene attaccata di sorpresa dalla Flotta di Ferro dello zio Euron Greyjoy. Colti di sorpresa, gli Uomini di Ferro di Yara non possono opporre resistenza e la flotta viene in breve tempo sopraffatta. La maggior parte delle navi vengono date alle fiamme e affondate mentre Yara, Ellaria e sua figlia Obara vengono fatte prigioniere da Euron, che le consegna alla Regina Cersei, la quale ha modo di vendicarsi sulle due dorniane per l'omicidio di sua figlia Myrcella Baratheon

Gli Immacolati guidati da Verme Grigio mettono sotto assedio Castel Granito, seggio di Casa Lannister, riuscendo ad espugnarlo facilmente con uno stratagemma architettato da Tyrion Lannister: anni prima, durante la ristrutturazione delle reti fognarie del castello, Tyrion aveva fatto costruire un passaggio segreto a cui vi si accedeva da una spiaggia sotto il castello attraverso il quale le sue prostitute potessero entrare nel castello senza che suo padre Tywin Lannister lo venisse a sapere. Verme Grigio entra quindi nel castello con un manipolo di Immacolati usando questo passaggio ed aprono le porte al grosso dell'esercito all'esterno delle mura. Dopo averlo conquistato, tuttavia, si accorgono che la rocca dei Lannister è scarsamente difesa e che nel frattempo la loro flotta ancorata presso la costa viene attaccata dalla Flotta di Ferro di Euron Greyjoy. Si scopre che Castel Granito è stato appositamente svuotato delle sue difese maggiori secondo uno stratagemma di Jaime Lannister, il quale ha lasciato che gli Immacolati prendessero il castello per impiegare il grosso delle sue forze per conquistare un obbiettivo più prezioso: Alto Giardino, sede di Casa Tyrell. Le truppe dei Lannister alleate a quelle di Casa Tarly mettono sotto assedio il castello dei Tyrell e lo espugnano facilmente, superando di numero le sue difese. Alto Giardino viene saccheggiato delle sue ricchezze che verranno inviate ad Approdo del Re dove verranno usate per pagare il debito che il Trono di Spade ha con la Banca di Ferro di Braavos. Adirata per aver perso già tre dei suoi potenti alleati (la flotta Greyjoy, Dorne e ora anche l'Altopiano), Daenerys decide di prendere personalmente provvedimenti.

Adirata per aver perso la maggior parte dei suoi alleati in poco tempo, Daenerys Targaryen,in sella al suo drago Drogon, arriva sul continente e sconfigge in pochi minuti l'esercito Lannister-Tarly. Jaime Lannister stesso rischia di essere bruciato vivo dal soffio di fuoco del drago in un tentativo di uccidere Daenerys. A Roccia del Drago Daenerys si era incontrata con Jon Snow, acclamato Re del Nord, il quale cerca di convincerla che la vera guerra che Westeros deve affrontare viene dall'estremo nord e sono una minaccia che riguarda tutti i vivi: gli Estranei, ritenuti mitiche creature leggendarie, che vivono oltre la Barriera. Daenerrys inizialmente non crede agli Estranei e sebbene all'inizio vi è tensione tra Jon e Daenerys, che una volta conquistati i Sette Regni non avrebbe voluto concedere l'indipendenza al Nord, i due cominciano ad avere un rapporto di fiducia e Daenerys permette a Jon di estrarre il vetro di drago. Su consiglio di Tyrion Lannister, Primo Cavaliere di Daenerys, Jon guida una spedizione oltre la Barriera per catturare un estraneo da mostrare al vertice che si sarebbe tenuto ad Approdo del Re con la Regina Cersei. Jon e la sua compagnia riescono a catturare un non-morto e Daenerys ha modo di vedere che la minaccia degli estranei è reale quando vola con i suoi draghi in soccorso di Jon e gli altri. Qui il Re della Notte, leader degli Estranei, uccide Viserion, uno dei tre draghi di Daenerys. Sconvolta, Daenerys accetta di chiedere a Cersei un armistizio per combattere gli Estranei. Per ringraziarla, e provando dei sentimenti per lei, Jon Snow decide di rinunciare all'indipendenza del Nord inchinandosi a lei e venendo così nominato Lord Protettore del Nord, facendo svanire ancora una volta l'indipendenza del Regno del Nord.

Durante il vertice alla Fossa del Drago, Jon, Daenerys e i loro alleati si incontrano con la Regina Cersei Lannister per chiederle un armistizio e combattere insieme il comune nemico. Nonostante il non-morto catturato da Jon convinca Cersei della realtà della minaccia, all'inizio lei dice che avrebbe dato loro il suo appoggio solo se in cambio il Re del Nord Jon Snow si sarebbe dichiarato neutrale nel conflitto tra lei e Daenerys. Jon tuttavia dichiara di essersi già inginocchiato a Daenerys e perciò Cersei abbandona le trattative. Solo in un secondo momento viene convinta dal fratello Tyrion ad accettare la tregua. Più tardi, Cersei rivela a Jaime che in realtà lei non darà quanto detto: lei ha infatti pianificato di nascosto con Euron Greyjoy, inviandolo ad Essos affinché traghetti la Compagnia Dorata a Westeros affinché combatta con loro. Lei ha fatto intenzionalmente capire a Tyrion di essere incinta così ché il fratello potesse crederle, e ora intende fare in modo che i suoi nemici si massacrino tra di loro al nord contro l'armata dei morti. Jaime, scioccato da questa rivelazione e infuriato con la sorella, le comunica che lui non verrà meno alla parola data e si recherà comunque al nord per combattere per i vivi.  

Ottava stagione

Arrivato a Grande Inverno, Jaime viene quindi portato al cospetto della Regina Daenerys Targaryen, la quale, adirata per il tradimento di Cersei, è tentata di giustiziarlo anche per vendicare dopo tanti anni l'uccisione del padre Aerys II Targaryen, il gesto che gli costò l'appellativo Sterminatore di Re. Jaime non rinnega tutto ciò che ha fatto, ma dice che ora si è unito a loro per combattere insieme il nemico comune. Anche Sansa Stark si dimostra favorevole a uccidere il cavaliere, ma cambia idea quando Brienne di Tarth prende le difese di ser Jaime, garantendo per lui. Dopo che anche Jon Snow dice che avranno bisogno di tutti gli uomini possibili, Daenerys accetta di risparmiare Jaime.

Nonostante Cersei non invii le sue armate al nord, la Grande Guerra viene vinta dai vivi quando Arya Stark (sorella di Jon e Sansa) uccide il Re della Notte durante la battaglia di Grande Inverno, causando la distruzione di tutti gli altri Estranei e i non-morti. La vittoria costa un caro prezzo per gli eserciti di Daenerys e di Jon: i Dothraki sono stati quasi annientati e gli Immacolati sono dimezzati. Nel frattempo, Cersei si è assicurata l'appoggio della Compagnia Dorata, la più potente organizzazione mercenaria di Essos arrivata ad Approdo del Re per combattere per i Lannister.

A Roccia del Drago, Euron Greyjoy tende un'imboscata alle navi Targaryen, appena giunte dal Nord. Uno dei draghi, Rhaegal, viene ucciso e Missandei, ancella e amica di Daenerys, viene catturata e poi fatta giustiziare per ordine di Cersei davanti a Daenerys, venuta alle porte della città per trattare la pace. Jaime, cercando di ritornare alla capitale, viene catturato dagli eserciti di Daenerys. Tyrion Lannister, sicuro che Cersei perderà la guerra e volendo scongiurare che l'imminente assedio alla capitale sia una catastrofe, libera Jaime affinché convinca Cersei ad arrendersi senza combattere. Il Folletto dice poi a Jaime di mettersi in salvo assieme a Cersei fuggendo verso le Città libere e iniziare lì una nuova vita.

Cersei e Jaime riuniti S8

Cersei e Jaime riuniti...per l'ultima volta.

Il mattino seguente Jaime entra ad Approdo del Re, che è sotto assedio dalle forze di Daenerys Targaryen. Jaime si fa strada nelle strade della capitale in cui si riversa tutto il popolo che è ormai in preda al panico per l'attacco imminente della madre dei draghi. Non riuscendo ad accedere dai cancelli principali, Jaime entra nella Fortezza Rossa usando il passaggio segreto dalla spiaggia, ma qui viene confrontato da Euron Greyjoy. Tra i due inizia un combattimento al termine del quale Jaime riesce a uccidere Euron, ma viene però ferito. Jaime riesce accedere alla Fortezza Rossa che è sotto il pesante attacco del drago Drogon di Daenerys Targaryen. Qui si ricongiunge con Cersei e con lei si avvia a ripercorrere il passaggio segreto per uscire e mettersi in salvo. Con orrore, i due gemelli scoprono però che l'uscita è stata bloccata da un crollo, motivo per cui si ritrovano intrappolati nelle catacombe della fortezza. Quando Jaime si rende conto che l'intera struttura è sul punto di cedere, i due gemelli si stringono in un abbraccio finale mentre vengono sommersi dalle macerie della Fortezza collassata. Ore dopo, camminando tra le macerie della Fortezza Rossa in più punti crollata, Tyrion Lannister nota una mano d'oro tra le macerie. Rimuovendo i mattoni ritrova i corpi dei due fratelli Jaime e Cersei, l'uno nelle braccia dell'altra.

Daenerys fa poi arrestare Tyrion Lannister per aver liberato suo fratello Jaime, nonostante il Folletto lo avesse fatto per scongiurare una catastrofe. Per prevenire ulteriori massacri, Jon Snow prende la difficile decisione di assassinare Daenerys. Settimane dopo, si tiene un Gran Concilio con i lord e lady di Westeros, in cui i potenti del reame devono decidere il futuro dei Sette Regni e giudicare Tyrion e Jon per le loro azioni. Durante il concilio, Bran Stark venne eletto nuovo Re degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini mentre al Nord viene riconosciuta l'indipendenza con Sansa Stark come regina. Viene perciò stabilito che d'ora in poi i Sei Regni avranno una monarchia elettiva. Tyrion Lannister viene graziato e nominato Primo Cavaliere da Re Bran.

Membri di Casa Lannister

Membri recenti

Altre branche

Cugini di primo grado:

La Corte

A Castel Granito

Ad Approdo del Re

Membri storici


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.