FANDOM


Nella mia famiglia diciamo: un uomo nudo ha pochi segreti, ma un uomo scuoiato non ne ha nessuno.
-- Lord Roose Bolton

Casa Bolton di Forte Terrore è un'antica casata estinta del Nord. Il suo seggio era Forte Terrore ed era discendente dai Primi Uomini e risalente all'Età degli Eroi.

Durante la Guerra dei Cinque Re, Lord Roose Bolton inizialmente prestò giuramento al Re del Nord Robb Stark per poi tradirlo nella Nozze Rosse e spodestare quindi Casa Stark nel dominio di Grande Inverno e del Nord, sottomettendolo nuovamente la regione al Trono di Spade.

Poco dopo la battaglia di Grande Inverno con la sconfitta definitiva di Stannis Baratheon, Lord Roose Bolton fu assassinato dal suo figlio bastardo poi legittimato Ramsay Bolton, il quale divenne quindi il capo della casa e Lord di Grande Inverno e Protettore del Nord. Il dominio di Casa Bolton e di Ramsay terminarono con la sconfitta nella Battaglia dei Bastardi, dopo la quale Casa Stark riottenne il dominio sul Nord sotto la guida di Jon Snow, il quale fu poi acclamato Re del Nord.

Lo stemma di Casa Bolton è un uomo scuoiato legato a testa in giù su un cavalletto a forma di X su un campo nero. Il motto è "Le nostre lame sono affilate" ("Our Blades Are Sharp") mentre un modo di dire comune tra i Bolton è “Un uomo scuoiato non ha segreti”.

Storia

I Bolton sono un’antica e potente casata del Nord e per molti secoli sono stati accaniti rivali dei Re del Nord, gli Stark di Grande Inverno. I Bolton ottennero alcuni successi contro gli Stark, non esimendosi dallo scuoiare le pelli di diversi dei loro lord, facendole penzolare dalla loro roccaforte, ovvero Forte Terrore. Secondo diverse storie, alcuni Bolton avrebbero indossato le pelli scuoiate dei loro nemici – inclusi gli Stark, ad esempio il figlio di Bael – come mantelli. Questa pratica attribuisce ai Bolton una sinistra reputazione e porta a pensare che il leggendario Re della Notte fosse un Bolton.

Migliaia di anni fa, Forte Terrore insorge in una sfortunata ribellione alleandosi con i Greystark di Tana del Lupo, contro gli Stark. Non contenti, secoli dopo, i Bolton si ribellano nuovamente contro gli Stark. L’esercito degli Stark assedia Forte Terrore per due anni, dopo di che i Bolton si arrendono al Re Harlon Stark e abbassano i loro stendardi ancora una volta. Circa un migliaio di anni fa, i Bolton si inchinano a Grande Inverno e accettano di abbandonare la loro pratica di scuoiare i loro nemici. Per molti secoli i Bolton rimangono fedeli agli Stark, sebbene, secondo alcune dicerie, essi continuino a scuoiare i loro prigionieri in segreto e mantengano una camera nascosta a Forte Terrore dove appendono la pelle dei loro nemici.[1]

Quando il suo signore Eddard Stark chiama i vessilli del Nord per combattere nella Ribellione di Robert, Lord Roose Bolton chiama a raccolta il suo esercito, combattendo nella Battaglia del Tridente. Alla fine del conflitto, egli propone che Lord Robert Baratheon faccia recidere la gola di Ser Barristan Selmy, del ferito gravemente. Il re non se la sente però di uccidere il leggendario cavaliere della Guardia Reale e gli manda alcuni maestri per guarirlo.

Prima stagione

Dopo l’arresto di Eddard Stark ad Approdo del Re, Lord Roose Bolton risponde alla chiamata dei vessilli di Robb Stark.

Seconda stagione

Roose Bolton e Robb

Lord Roose Bolton parla con il suo re, Robb Stark.

Le forze di Casa Bolton seguono Robb Stark nella sua invasione delle Terre dell'Ovest. Quando arriva la notizia che Grande Inverno è stata conquistata da Theon Greyjoy, Lord Roose Bolton invia suo figlio bastardo Ramsay Snow a liberare il castello degli Stark dagli Uomini di Ferro. Le forze dei Bolton circondano il castello e, come previsto da Robb, gli Uomini di Ferro si ribellano a Theon lo consegnano ai Bolton in cambio che a loro sia risparmiata la vita. Tuttavia, Ramsay e i suoi uomini scuoiano vivi tutti gli Uomini di Ferro, bruciano Grande Inverno e catturano o massacrano tutta la gente al suo interno. Theon viene fatto prigioniero.

Terza stagione

Quando Ser Jaime Lannister è catturato da degli uomini dei Bolton guidati da Locke, Roose gli permette di tornare ad Approdo del Re. Il Lord di Forte Terrore lo fa accompagnare dal capitano Walton ‘Gambe d’acciaio’ insieme a 200 uomini per rendere sicuro il tragitto. Lo stesso giorno che Jaime lascia Harrenhal, Roose cavalca verso le Torri Gemelle per essere presente al matrimonio di Edmure Tully. Qui viene rivelato che Lord Bolton ha tramato assieme a Walder Frey e Tywin Lannister per tradire Robb in un massacro noto come le Nozze Rosse. Roose Bolton stesso da il colpo fatale al re a cui aveva giurato fedeltà, re Robb. Casa Bolton usurpa così Casa Stark, con Roose che viene nominato Protettore del Nord da Lord Tywin per aver dato una rapida fine alla guerra.

Ramsay tortura Theon

Ramsay Snow tortura Theon Greyjoy.

Il giovane Ramsay Snow, intanto, si diverte a torturare Theon Greyjoy, suo prigioniero, nelle maniere più spietate con macabro sadismo. Ramsay arriva persino ad evirare Theon e invia le sue parti genitali recise alla sua famiglia a Pyke con una lettera in cui chiede che gli uomini di ferro si ritirino dal Nord se non vuole che gli siano inviati altri "pezzi" di Theon. Ramsay dice poi che d'ora in poi Theon si chiamerà "Reek" (perché ha un cattivo odore). Quando Ramsay gli chiede di ripetergli il suo novo nome, inizialmente Theon dice che il suo nome è Theon Greyjoy, spingendo Ramsay a prenderlo a pugni e chiedere di nuovo, e ancora, sorridendo leggermente, dice che si chiama Theon Greyjoy. Ramsay lo colpisce più forte, gli afferra la testa e grida la stessa domanda. Questa volta, Theon si arrende e dice che il suo nome è Reek. Mentre Ramsay ritorna al suo tavolo soddisfatto, Theon piange silenziosamente sul suo orgoglio perduto.

Quarta stagione

L’esercito di Roose marcia verso il Nord con 2000 uomini dalle Torri Gemelle. Roose Bolton arriva a Forte Terrore con la sua nuova sposa, Walda Frey, detta "la Grassa", e Ramsay gli presenta "Reek", ovvero Theon Greyjoy: le continue ed atroci torture non solo fisiche ma anche psicologiche subite da parte di Ramsay lo hanno reso particolarmente remissivo e servile, quasi come una sorta di animale domestico, tanto che viene costretto a dormire in gabbia con i cani. Roose Bolton è disgustato e contrariato dal modo in cui Ramsay ha trattato il Greyjoy in quanto è un ostaggio prezioso.

Per dimostrare al padre che ora Reek gli è totalmente fedele, Ramsay ordina a Reek di raderlo e mentre lo sta facendo Reek rivela a Ramsay di non aver ucciso Bran e Rickon e che ora potrebbero essere con il loro fratellastro Jon Snow al Castello Nero. Roose ordina perciò a Locke di trovare e uccidere i ragazzi Stark.

Lord Bolton intende usare Theon per riconquistare Moat Cailin dagli Uomini di Ferro. Roose promette a Ramsay che se avrà successo riconsidererà la sua posizione. Più tardi, Ramsay porge al padre il vessillo di Casa Greyjoy, comunicandogli quindi di aver riconquistato Moat Cailin uccidendo tutti gli uomini di ferro nonostante gli avesse promesso che sarebbero stati lasciati liberi. Compiaciuto, Lord Roose Bolton comunica a Ramsay che ora è stato legittimato con decreto reale come Ramsay Bolton, diventando suo legittimo erede. Roose e Ramsay conducono le loro forze a Grande Inverno per farne il loro nuovo seggio.

Quinta stagione

Famiglia Bolton

I Bolton accolgono Sansa Stark a Grande Inverno.

L’autorità dei Bolton è contestata da Stannis Baratheon e da diversi lord del Nord, ed è mal vista da quasi tutti gli altri. Lord Roose Bolton riesce a organizzare assieme a Petyr Baelish il matrimonio di suo figlio Ramsay con Sansa Stark, senza sapere che però Baelish sta tramando contro i Bolton. La notte dopo le nozze, Ramsay obbliga Reek a stare a guardarlo mente violenta Sansa, sua vecchia amica di infanzia. Nei giorni successivi Sansa cerca di parlare con Theon chiedendogli di aiutarla, ma il ragazzo la rifugge intimidito, ribadendo che il suo nome è Reek. Sansa lo accusa di aver tradito la sua famiglia e gli dice che lui è Theon Greyjoy, figlio di Balon Greyjoy, Lord delle Isole di Ferro e che può riscattarsi accendendo una candela nella torre spezzata per segnalare a Brienne di Tarth e Podrick Payne di venire a salvarla. Sebbene apparentemente Reek accetta di aiutare Sansa prendendo con sé la candela, successivamente informa Ramsay del piano di Sansa. Ramsay Bolton fa perciò scorticare viva l'anziana che aveva comunicato lo stratagemma a Sansa e gliela mostra esposta nel cortile.

Roose e Ramsay pianificano contro Stannis

Roose e Ramsay Bolton pianificano le loro mosse contro Stannis Baratheon.

Pur non essendo riuscito ad ottenere l'appoggio del Popolo Libero, Stannis Baratheon decide ugualmente di marciare su Grande Inverno per riconquistarla dai Bolton usurpatori. Sulla via per Grande Inverno, di notte, Melisandre assiste all'incendio da parte di Ramsay Bolton di molte tende dell'accampamento Baratheon. La mattina dopo, Davos spiega a Stannis che tutte le riserve di cibo sono state bruciate, così come le armi d'assedio, e molti cavalli sono morti. Stannis giunge alle porte di Grande Inverno, ma gli uomini di Lord Bolton, in schiacciante superiorità numerica, escono dalle mura a cavallo e vanno incontro all'esercito di Stannis, sconfiggendolo rapidamente. Nel frattempo, Theon Greyjoy e Sansa Stark sono fuggiti dal castello.

Sesta stagione

Ramsay uccide Roose

Ramsay Bolton uccide suo padre Roose Bolton.

La fuga di Sansa spinge Roose Bolton a mettere in discussione il diritto di Ramsay ad ereditare i titoli. Ciò induce Ramsay ad uccidere suo padre, sua moglie Walda Frey e il loro figlio ancora in fasce, divenendo l'unico e indiscusso Lord di Grande Inverno e Protettore del Nord.

Ramsay Bolton ottiene l'alleanza di Casa Karstark e di Casa Umber, il cui capo, Jon Umber il Piccolo, gli consegna Rickon Stark e Osha, avendo deciso di tradire i suoi ospiti. Gli eserciti di Jon Snow e Ramsay Bolton si scontrano nella Battaglia dei Bastardi, che si apre con la sadica uccisione di Rickon da parte di Ramsay. Casa Stark esce vincitrice grazie al decisivo intervento dei cavalieri della Valle di Arryn, guidati da Casa Arryn. Casa Bolton viene spodestata e Casa Stark riassume dopo anni il controllo di Grande Inverno e del Nord, con Sansa Stark nuova lady di Grande Inverno e Jon Snow, acclamato nuovo Re del Nord. Ramsay viene dato da Sansa in pasto ai suoi stessi mastini.

Membri di Casa Bolton

Membri recenti

Attendenti e servitori della Casa Bolton

Membri storici

Riferimenti nei libri

Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Citazioni

Non è certo un caso che sui loro stendardi ci sia un uomo scuoiato.
-- Jon Snow a Stannis Baratheon
I Bolton sono sempre stati tanto crudeli quanto astuti,ma costui sembra una belva in pelle umana.
-- Robett Glover
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.