FANDOM


Castel Granito è una fortezza inespugnabile. Ma come disse una volta un mio caro amico, "Dammi dieci uomini validi e te la espugno io la stronza".
-- Tyrion Lannister

La caduta di Castel Granito è stato un assedio durante la guerra di Daenerys Targaryen per Westeros in cui l'esercito di Immacolati di Daenerys Targaryen conquistò Castel Granito, storica fortezza di Casa Lannister e capoluogo delle Terre dell'Ovest.

Castel Granito non era mai caduto prima, ad eccezione della leggenda di Lann l'Astuto, che si diceva avesse ottenuto il castello da Casa Casterly con l'inganno. Pertanto, finché Casa Lannister ha detenuto il castello per migliaia di anni, questo non è mai caduto.

L'impresa ha successo solo grazie ad uno stratagemma di Tyrion Lannister, Primo Cavaliere della regina a Daenerys Targaryen, che indicò agli Immacolati un passaggio segreto da lui costruito nelle reti fognarie del castello, attraverso i quali riuscirono poi ad infiltrarsi nella roccaforte e ad aprire le porte al grosso dell'esercito.

Tuttavia, la caduta del castello si rivelò una mossa strategica di Jaime Lannister, che aveva approfittato dell'assedio del castello della sua famiglia per portare il grosso dell'esercito dei Lannister nell'Altopiano, mentre la Flotta di Ferro di Euron Greyjoy distruggeva la flotta degli Immacolati, intrappolandoli nel continente.

Antefatti

La Ribellione di Robert

Casa Targaryen era stata la casa regnante dei Sette Regni di Westeros per circa tre secoli finché fu detronizzata dopo quasi tre secoli nella guerra civile nota come Ribellione di Robert. Questa ribellione era scoppiata a causa di una serie di fatti determinanti sommati però alle già presenti tensioni in tutti i Sette Regni contro il monarca Aerys II Targaryen, denominato "il Re Folle". L'episodio scatenante fu senza dubbio il "rapimento" di Lyanna Stark, promessa sposa di Robert Baratheon, da parte del principe Raeghar Targaryen. Quando Brandon Stark (fratello di Lyanna) e Rickon Stark (padre di Lyanna) arrivarono nella capitale Approdo del Re per chiedere giustizia per il rapimento, furono brutalmente uccisi dal Re Folle e per questo motivo, Lord Eddard Stark si ribellò assieme all'amico Robert contro il Trono di Spade, appoggiati da Jon Arryn, Lord della Valle.

Le truppe lealiste subirono una sconfitta decisiva nella battaglia del Tridente, durante la quale Robert Baratheon uccise con il suo martello da guerra il Principe Rhaegar. Nel sacco di Approdo del Re, il Re Folle fu ucciso ai piedi del Trono di Spade da ser Jaime Lannister, sua stessa Guardia Reale, mentre l'esercito di Casa Lannister guidato da Tywin Lannister (padre di Jaime) saccheggiava la capitale. I figli di Rhaegar e sua moglie Elia Martell furono brutalmente uccisi da Ser Gregor Clegane per ordine di Lord Tywin. Questo causò una grande ostilità di Casa Martell verso Casa Lannister negli anni a venire. Gli ultimi due figli del Re Folle, il giovane Viserys e la appena nata Daenerys, furono messi in salvo imbarcati verso le Città libere di Essos.

La Guerra dei Cinque Re

Il regno di Robert Baratheon garantì una certa stabilità ai Sette Regni ma alla sua morte scoppiò una nuova e più lunga guerra civile per la successione nota come la Guerra dei Cinque Re. Durante questo conflitto, alcune regioni del regno, il Nord e le Isole di Ferro, approfittarono dell'instabilità politica del reame per dichiarare la propria indipendenza ricreando il Regno del Nord sotto Re Robb Stark e il Regno delle Isole di Ferro sotto Re Balon Greyjoy. Il sogno indipendentista del Nord terminò con un massacro noto come le Nozze Rosse ad opera di Casa Frey e Casa Bolton.

Daenerys Targaryen, la madre dei draghi

In quest anni Daenerys Targaryen, ultima discendente di Casa Targaryen in esilio ad Essos, in possesso di tre draghi, aveva portato a termine una campagna di liberazione della Baia degli Schiavisti con al suo seguito un'armata di Immacolati e Dothraki. L'obbiettivo di Daenerys era ora invadere Westeros per riconquistare il Trono di Spade, appartenuto storicamente alla sua famiglia fino alla Ribellione di Robert. Daenerys strinse un'alleanza con Yara e Theon Greyjoy delle Isole di Ferro che le offrirono la loro Flotta di Ferro in cambio del suo aiuto a detronizzare lo zio Euron Greyjoy, il quale aveva deposto il loro padre Balon uccidendolo. Varys riesce a convincere Olenna Tyrell, ultimo membro di Casa Tyrell, ed Ellaria Sand ad allearsi con Daenerys per vendicarsi di Cersei. Daenerys Targaryen salpa quindi per Westeros assieme a Tyrion Lannister (suo Primo Cavaliere), le sue armate di Immacolati e Dothraki, i suoi tre draghi, la Flotta di Ferro e con l'appoggio dell'Altopiano e di Dorne. Approdata a Roccia del Drago, Daenerys e il suo Primo Cavaliere Tyrion Lannister (fratello di Cersei) pianificano le loro mosse per iniziare la guerra contro Cersei.

L'assedio

Immacolati a Castel Granito

Gli Immacolati entrano a Castel Granito.

Trasportato da una grande parte della flotta Targaryen, l'esercito di Immacolati di Daenerys Targaryen sbarca a presso Castel Granito, dove tentano inizialmente di superare le imponenti mura con delle scale d'assedio. La guarnigione di soldati Lannister riuscì a difendere con successo le mura e gli Immacolati inizialmente subirono modeste perdite senza riuscire ad aprire una breccia nelle mura.

Un gruppo di Immacolati guidato da Verme Grigio riesce però a infiltrarsi nel tunnel segreto fatto costruire anni prima da Tyrion per introdurre segretamente le prostitute. Il gruppo entra così nel castello e apre le porte principali al grosso dell'esercito. Dopo una feroce battaglia, Verme Grigio e gli Immacolati sconfiggono la guarnigione Lannister e conquistano il castello.Verme Grigio realizza rapidamente però che ciò che hanno appena sconfitto, erano soltanto dei soldati di scorta dell'esercito Lannister e quindi sacrificabili. Affacciandosi dalla mura, Verme Grigio vede che la Flotta di Ferro di Euron Greyjoy ha colto di sorpresa la flotta Targaryen e la sta affondando. L'Immacolato capisce perciò di essere stato attirato in una trappola di Cersei e chiede ad un soldato morente dove si trovino in questo momento le forze principali dei Lannister.

Conseguenze

Si scopre infatti che Castel Granito è stato appositamente svuotato delle sue difese maggiori secondo uno stratagemma di Jaime Lannister, il quale ha lasciato che gli Immacolati prendessero il castello per impiegare il grosso delle sue forze per conquistare un obbiettivo più prezioso: Alto Giardino, sede di Casa Tyrell. Le truppe dei Lannister alleate a quelle di Casa Tarly mettono sotto assedio il castello dei Tyrell e lo espugnano facilmente, superando di numero le sue difese. Alto Giardino viene saccheggiato delle sue ricchezze che verranno inviate ad Approdo del Re dove verranno usate per pagare il debito che il Trono di Spade ha con la Banca di Ferro di Braavos. Adirata per aver perso già tre dei suoi potenti alleati (la flotta Greyjoy, Dorne e ora anche l'Altopiano), Daenerys decide di prendere personalmente provvedimenti.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.