FANDOM


Per tutta la vita uomini come te mi hanno derisa. E per tutta la vita ho fatto finire uomini come te con la faccia nella polvere.
-- Brienne a Jaime Lannister

Ser Brienne di Tarth è una guerriera incredibilmente forte, alta e sgraziata. Ha grandi occhi azzurri e capelli color paglia. Brienne è stata per gran parte della sua vita vittima del disprezzo e del rigetto della gente. Tutte le volte che ha provato a vestirsi e a comportarsi come una lady, è sempre stata presa in giro e disdegnata per la sua poca femminilità e grazia sociale; quando infine si è dedicata ad una carriera più adatta a lei, quella del guerriero, malgrado le sue straordinarie capacità, ha ricevuto ulteriore disprezzo e risentimento a causa del suo sesso.

Figlia di Lord Selwyn Tarth, Brienne serve inizialmente come Guardia Reale di Renly Baratheon; accusata ingiustamente dell'omicidio di quest'ultimo, Brienne scappa e giura fedeltà a Catelyn Tully. La donna le affida il compito di scortare il prigioniero ser Jaime Lannister ad Approdo del Re e di liberarlo in cambio delle sue figlie Sansa e di Arya. Nonostante un'iniziale inimicizia, Brienne, anche a causa delle disavventure che i due dovranno affrontare nel viaggio verso la capitale, sviluppa poi un ambiguo rapporto di amicizia-odio con ser Jaime. Arrivati nella capitale, il Lannister le permette di proseguire la ricerca delle ragazze Stark per onorare il giuramento fatto a lady Catelyn, e le affida la spada Giuramento e il fido Podrick Payne come scudiero. La ricerca per Brienne si rivela ardua, dovendo affrontare tra le altre cose Sandor Clegane e confrontandosi con la vendetta nei confronti di Stannis Baratheon per la morte di Renly, ma alla fine riesce a vedere tutti e tre i figli sopravvissuti di lady Catelyn riuniti sani e salvi a Grande Inverno. Qui prende parte alla Grande Guerra contro l'armata di Estranei e non-morti, combattendo al fianco di Jaime, il quale la vigilia della battaglia esaudisce il suo sogno di nominarla cavaliere, divenendo così la prima donna nella storia dei Sette Regni ad assumere il titolo.

In seguito all'assassinio di Daenerys Targaryen e la conseguente elezione di Brandon I Stark come nuovo Re degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, Brienne viene elevata al titolo di Lord Comandante della Guardia Reale, anche qui divenendo la prima donna ad assumerne il titolo.

Biografia

Passato

Brienne è la figlia maggiore di Lord Selwyn Tarth di Evenfall Hall, sull’isola di Tarth. Sua madre muore quando Brienne è ancora una bambina e quindi non ha ricordi di lei. Ha un solo fratello, Galladon che annega quando lei ha otto anni, e due sorelle minori decedute entrambe molto piccole. Brienne è quindi l’unica discendente di Selwyn Tarth e questo spinge l’uomo a cercare di trovarle dei pretendenti. Tuttavia, il compito si rivela arduo, data la scarsa bellezza e attitudine della donna, e soprattutto per il fatto che Brienne è più incline alla vita guerresca che quella di sposa, trovandosi più a suo agio con una spada che in mezzo alla corte. Il maestro d’armi di Brienne è Ser Goodwin.

Suo padre trova tre uomini che pur di ereditare le sue terre, sono disposti a sposarla. I primi due si ritirano. Il terzo, ser Humfrey Wagstaff, un uomo orgoglioso di cinquantasei anni, il giorno delle loro nozze avverte Brienne che, dopo il matrimonio, avrebbe dovuto

comportarsi come una signora. La sedicenne Brienne è comunque esperta nell’uso della spada e sebbene timida trova il coraggio di dire a ser Humfrey che avrebbe accettato punizioni solo da un uomo che fosse stato capace di batterla in duello. Combattono con armi da torneo e Brienne spezza la clavicola, due costole e il loro fidanzamento. A quel punto, Selwyn Tarth smette di insistere. L’unico incontro positivo con un uomo avviene quando lord Renly Baratheon visita l’isola durante il viaggio organizzato per il suo compleanno. Renly la tratta in modo cortese e Brienne si innamora di lui. Poco tempo dopo, Lord Selwyn la manda a Capo Tempesta.

Seconda Stagione

Brienne e Loras S2

Brienne di Tarth chiede di poter entrare nella Guardia Reale.

Allo scoppio della Guerra dei Cinque Re, quando Renly Baratheon si dichiara Re dei Sette Regni, Brienne lo segue nel suo accampamento nelle Terre della Tempesta. Qui sconfigge in un torneo ser Loras Tyrell, favorito (e amante segreto) di Renly. Come premio chiede di entrare nella Guardia Reale di Re Renly, cosa che quest'ultimo accetta, nonostante lei sia una donna e non sia un cavaliere.

Brienne urla

Brienne assiste alla morte di Renly Baratheon.

Brienne di Tarth accompagna quindi Re Renly alle trattative con suo fratello Stannis Baratheon. Le trattative non vanno a buon fine e i due fratelli Baratheon decidono di darsi battaglia all'alba del giorno seguente. Quella sera, Brienne è presente nella tenda del suo re quando questo sta parlando con Lady Catelyn Stark, madre di Robb Stark, autoproclamatosi Re del Nord. Renly accetterà che dopo aver conquistato il Trono di Spade concederà l'indipendenza al Regno del Nord. Mentre Brienne sta svestendo il re dalla sua armatura, un’ombra con il volto di Stannis entra nella tenda e lo uccide. Brienne viene accusata di omicidio e uccide due Gurdie Reali che tentano di ucciderla. Prima che arrivino altri soldati, Lady Catelyn, unica testimone dell'accaduto, la convince a fuggire con lei dall'accampamento di Renly.

Brienne giura fedeltà a Catelyn

Brienne di Tarth giura fedeltà a Catelyn Stark.

Brienne di Tarth giura quindi fedeltà a Lady Catelyn, in quanto l'unica a conoscenza della sua inno

cenza. Le due raggiungono l'accampamento di Robb Stark nelle Terre dell'Ovest. Una notte Jaime Lannister fugge dall'accampamento di Robb, uccidendo Torrhen Karstark durante la fuga, ma viene comunque ricatturato. Lord Rickard Karstark vuole vendetta per la morte di suo figlio ma lady Catelyn riesce a convincere Lord Karstark di attendere il ritorno di Robb per decidere cosa fare, ma teme che i Karstark uccideranno Jaime ugualmente.

Catelyn libera Jaime

Catelyn Stark e Brienne liberano Jaime Lannister.

Brienne è presente quando Catelyn parla con lo Sterminatore di Re nella sua cella e le offre la sua spada quando questa glielo chiede. Lo Sterminatore di Re viene a sorpresa liberato da lady Stark, la quale lo affida a Brienne di Tarth per scortarlo ad Approdo del Re sperando così riavere indietro le sue due figlie imprigionate nella capitale: Sansa e Arya Stark.

Durante il viaggio, tra i due vi è una forte inimicizia, con Brienne che è vittima di scherni e insulti da parte del suo prigioniero. Durante il viaggio Brienne è costretta ad uccidere alcuni soldati Stark che avevano riconosciuto Jaime dalla battaglia del Bosco dei Sussurri.

Terza Stagione

Jaime e Brienne S3

Jaime e Brienne incontrano Locke e gli uomini di Casa Bolton.

Jaime viene scortato alla capitale da Brienne di Tarth. Durante il viaggio Jaime riesce a strappare una spada a Brienne e i due iniziano a duellare. Alla fine lo Sterminatore di Re ha la peggio ma subito dopo i due vengono però presi prigionieri da un gruppo di uomini al servizio di Casa Bolton guidati da Locke. Una notte, durante una sosta, Locke e i suoi compagni hanno intenzione di stuprare Brienne, ma Jaime, disgustato dalla loro brutalità, cerca di convincere Locke a lasciarla illesa per riscattarla a suo padre Lord Selwyn Tarth, lord dell'isola di Tarth, detta "l'isola degli zaffiri".

Locke sembra accettare, fermando suoi uomini dal compiere gli abusi sulla donna. Jaime cerca inoltre poi di convincere Locke di quale profitto trarrebbe da suo padre Lord Tywin Lannister, se lo lasciasse libero. Locke finge di essere d'accordo e gentile con Jaime, ma poi, stanco della sua arroganza e dei suoi tentativi di convincerlo ad allearsi con i Lannister, lo strattona e lo minaccia con un coltello per poi amputargli di netto la mano destra, con grande orrore di Jaime. Durante il viaggio, Brienne difende il febbricitante Jaime e durante inizia a conoscerlo meglio.

Jaime Brienne Bolton

Jaime e Brienne ad Harrenhal con Lord Roose Bolton.

Jaime e Brienne vengono portati ad Harrenhal, sotto il comando di Lord Roose Bolton, il quale rimprovera Locke per il trattamento di Jaime Lannister. A Jaime e Brienne viene concesso un bagno caldo, durante il quale Jaime, ancora molto debole e in preda alla febbre, racconta a Brienne del motivo per cui aveva ucciso il Re Folle, un segreto che fino ad ora non aveva mai rivelato a nessuno: Jaime aveva ucciso il suo stesso re poiché l'ultimo ordine che questo aveva dato era di fare esplodere l'intera capitale con l'altofuoco in modo che non finisse in mano dei nemici, uccidendo così mezzo milione di innocenti. In quel momento Jaime viene meno e sviene tra le braccia di Brienne. Gli viene infine concesso da Lord Roose Bolton di tornare ad Approdo del Re, mentre Brienne rimarrà ad Harrenhal fino a quando Lord Selwyn Tarth non pagherà il riscatto per la figlia. 

Brienne vs orso

Breinne viene costretta a combattere contro un orso.

Venuto a sapere da Qyburn che Lord Selyn Tarth ha offerto 300 dragoni d'oro per il riscatto della figlia ma che probabilmente Locke rifiuterà l'offerta, Jaime Lannister decide di tornare ad Harrenhal per salvare la sua compagna di viaggio in quanto, secondo Qyburn, i soldati Bolton la useranno come loro "divertimento". Tornato al castello, infatti, Jaime vede che Brienne è stata messa in una fossa a combattere da sola con un bastone contro un possente orso. Jaime soccorre Brienne ed entrambi riescono ad uscire dalla fossa, partendo per la capitale. Jaime, Brienne e Qyburn arrivano sani e salvi ad Approdo del Re.

Quarta Stagione

Margaery e Brienne

Brienne con Margaery Tyrell.

Settimane dopo l'arrivo nella capitale, Brienne di Tarth ha modo di parlare con Margaery Tyrell, vedova di Renly Baratheon e ora promessa sposa di Re Joffrey Baratheon. Brienne racconta a Margaery della verità sull'omicidio di Renly, assicurandole che vendicherà il loro re, anche se Margaery le dice che ora il loro re è Joffrey. Durante il suo soggiorno alla Fortezza Rossa, Brienne vede poi Sansa Stark, la figlia di lady Catelyn che ha giurato di proteggere, ma non si presenta mai a lei. Jaime cerca di convincere Brienne che Sansa è al sicuro ad Approdo del Re, ma Brienne non è d'accordo.

Brienne riceve Giuramento

Brienne riceve la spada in acciaio di Valyria da Jaime.

Brienne di Tarth è presente al banchetto nuziale tra Re Joffrey Baratheon e Margaerys Tyrell, durante il quale fa la conoscenza della Regina madre Cersei Lannister, sorella di Jaime. Durante il banchetto, tuttavia, Re Joffrey viene avvelenato e lo zio Tyrion Lannister (fratello di Jaime e Cersei) viene accusato colpevole. Inoltre Sansa Stark sparisce dalla capitale, anche lei sospettata del regicidio. Brienne è decisa a trovarla e portarla al sicuro per onorare il giuramento fatto a lady Catelyn. Jaime le affida la sua spada in acciaio di Valyria che gli era stata donata da suo padre Tywin Lannister e Brienne la chiama Giuramento. Giuramento è stata forgiata con l’acciaio di Ghiaccio, la spada appartenuta a Eddard Stark. Il giorno della partenza, Jaime le affida anche lo scudiero Podrick Payne, nonostante il rifiuto di Brienne dicendo che per lei sarebbe un peso. Viene però convinta a portarsi Podrick quando Jaime le dice che lo scudiero non è al sicuro ad Approdo del Re per essere stato al servizio di Tyrion.

Brienne e Podrick

Brienne con Podrick Payne.

I due partono quindi sulla Strada del Re alla volta del Castello Nero, dove Brienne crede che Sansa sia stata accolta dal suo fratellastro Jon Snow. Durante il viaggio, Podrick si rivela un vero incompetente come scudiero viaggiatore:  ha difficoltà ad andare a cavallo e non è in grado di cucinare adeguatamente la selvaggina. Brienne cerca di liberarsi di Podrick rilasciandolo dal voto che ha giurato come suo scudiero, ma senza successo. Durante il viaggio, Brienne di Tarth non sembra convinta della validità del suo scudiero Podrick, ma mentre sono fermi per mangiare e passare la notte, il ragazzo sorprende Brienne rivelando di aver ucciso una Guardia Reale (Ser Mandon Moore) durante la battaglia delle Acque Nere per salvare la vita a Tyrion.

Brienne di Tarth e Podrick si fermano alla locanda all'Incrocio, dove vengono serviti dal garzone Frittella. Quest'ultimo, venuto a conoscenza delle loro intenzioni di trovare le figlie Stark per proteggerle, confessa a Brienne di aver conosciuto Arya e le dice che l'ultima volta che l'ha vista era un ostaggio della Fratellanza Senza Vessilli. Brienne e Pod decidono dunque di partire per la Valle di Arryn, dove è più probabile che i rapitori di Arya si siano diretti in cerca di una ricompensa.
Brienne vs il Mastino

Brienne di Tarth duella con Sandor Clegane.

Nella Valle di Arryn, sulla strada per Nido dell'Aquila, Brienne e Podrick incontrano casualmente Arya e il Mastino. La donna cerca di persuadere la ragazzina a seguirla, ma sia lei che il Mastino si rifiutano poiché non si fidano di lei. Clegane pensa infatti che Brienne lavori per conto di Casa Lannister e sia stata pagata e mandata dai Lannister per la taglia sulla sua testa. Inizia allora un duello tra Brienne e Sandor, il quale resta mortalmente ferito. Brienne e Podrick non riscono a trovare Arya, la quale è fuggita a Podrick mentre lei e il Mastino combattevano. Mentre cerca di scappare, Arya trova il Mastino, il quale le chiede di dargli il colpo di grazia e seguire Brienne. Arya, però, lo lascia a morire da solo, gli ruba il denaro e scappa via.

Quinta Stagione

Brienne giura fedeltà a Sansa

Brienne di Tarth giura fedeltà a Sansa Stark.

In una locanda sulla strada per la Valle di Arryn, Podrick nota la presenza di Ditocorto e Sansa Stark. Brienne si avvicina al tavolo e implora Sansa di seguirla, raccontandole di aver fatto un giuramento a sua madre Catelyn. Sansa rifiuta e Brienne lascia la locanda inseguita dagli uomini di Baelish, il quale voleva prenderla in custodia. Dopo un breve scontro nei boschi con le guardie, Podrick suggerisce a Brienne di fermare i loro tentativi di salvare Sansa, ma la donna intende seguirla e impedire che rimanga con Petyr.

Podrick e Brienne

Brienne parla a Podrick di Renly Baratheon.

Al Moat Cailin, Petyr Baelish dice a Sansa Stark di aver arrangiato il suo matrimonio con Ramsay Bolton. La ragazza è disgustata, dato che fu Roose Bolton a pugnalare suo fratello Robb alle Torri Gemelle, ma cambia idea dopo un convincimento di Petyr. I due non sanno di essere segretamente seguiti da Brienne e Podrick. Quest'ultimo racconta a Brienne come sia arrivato al servizio di Tyrion Lannister, mentre la donna gli racconta quanto fosse devota a Renly Baratheon e di quanto voglia vendicarsi di Stannis per l'assassinio del giovane Baratheon. Brienne accetta poi di addestrare Podrick ogni giorno ad usare la spada (e a cavalcare correttamente).

Successivamente Brienne e Podrick alloggiano a Città dell'Inverno e inviano un messaggio a Sansa Stark tramite la servitù: se avrà bisogno d'aiuto dovrà accendere una candela in cima alla torre spezzata. Brienne e Podrick aspettano il segnale per diversi giorni, tenendo sotto controllo la finestra della torre.

Brienne profilo

Brienne si prepara a giustiziare Stannis Baratheon.

Un giorno Podrick comunica a Brienne che Stannis Baratheon è giunto con il suo esercito alle porte di Grande Inverno. Brienne, spinta dal dovere della tanto agognata vendetta per la morte di Renly, abbandona momentaneamente la sua guardia su Sansa e si dirige presso il campo di battaglia.

Nel frattempo gli uomini di Lord Bolton, in schiacciante superiorità numerica, escono dalle mura a cavallo dove accerchiano Stannis e lo annientano rapidamente in una breve battaglia. Stannis riesce a sopravvivere e a rifugiarsi nella Foresta del Lupo, dove uccide due inseguitori, e, notevolmente ferito ed esausto, si accascia ai piedi di un albero. Sopraggiunge lady Brienne di Tarth, che lo condanna arbitrariamente a morte per l'uccisione di Renly Baratheon, a sua detta il legittimo re.

Sesta Stagione

Sansa ha approfittato della battaglia con Stannis per fuggire da Grande Inverno con Theon Greyjoy. I due vengono però inseguiti e rintracciati dagli uomini del Bolton. Sopraggiungono a cavallo Brienne e Podrick, i quali uccidono i soldati Bolton salvando appena in tempo Sansa e Theon. Brienne giura nuovamente fedeltà a Sansa, che questa volta accetta di rimanere sotto la sua protezione. Nella foresta, Brienne dice a Sansa che Arya è ancora viva, mentre Pod e Theon provano ad accendere un fuoco. Una volta decisa la destinazione, il Castello Nero, Theon decide di lasciare la giovane Stark nelle mani di Brienne e di tornare a Pyke dalla sua famiglia.

Podrick, Sansa e Brienne S6

Podrick, Sansa e Brienne arrivano al Castello Nero.

Al Castello Nero, Sansa Stark, Podrick e Brienne vengono accolti da Jon Snow, che abbraccia con calore la sorellastra. Più tardi, Brienne incontra Melisandre e Ser Davos Seaworth, ai quali confessa di aver giustiziato Stannis. Tramite un'espressione minacciosa, la donna fa capire ai due che ha intenzione di vendicare la morte di Renly, e che quindi, presto sarà il loro turno. Successivamente al Castello Nero, Sansa, Jon e Davos discutono una strategia per riunire più vassalli possibile e creare un grande esercito per riconquistare Grande Inverno dai Bolton usurpatori.

Brienne di Tarth accompagna lady Sansa a Città della Talpa per incontrarsi con Petyr Baelish, detto "Ditocorto". Nonostante Baelish offra aiuto a Sansa contro i Bolton, la ragazza Stark lo accusa di averla consegnata a Ramsay per i propri scopi personali e contempla l'idea di ordinare a Brienne di ucciderlo sul posto, ma poi desiste. Lady Sansa invia poi Brienne alla volta di Delta delle Acque, dove cercherà di ottenere l'aiuto militare dello zio di Sansa Brynden Tully, detto "il Pesce Nero".
Brienne e il Pesce Nero

Brienne, Podrick e il Pesce Nero a Delta delle Acque.

Giorni dopo, Podrick e Brienne arrivano a Delta delle Acque che è sotto assedio da parte dei Lannister e dei Frey. Nell'accampamento dei Lannister, Brienne ha modo di parlare con ser Jaime Lannister, al quale confida di aver trovato Sansa e che, ora che è al suo servizio, vorrebbe riconsegnare la spada Giuramento a colui che gliela aveva data tempo addietro, ma Jaime le dice che potrà tenerla lei. Brienne infine rivela a Jaime che se la fortezza sarà assediata lei diverrà sua nemica e combatterà al fianco dei Tully, la famiglia della madre di Sansa. La donna, seguita dal suo scudiero Podrick, viene lasciata entrare nella fortezza, dove consegna a Brynden il messaggio scritto dalla nipote, ma il Pesce Nero risponde che non lascerà mai casa sua. Brienne e Podrick vengono scortati a una barca da Brynden, ma quando la donna gli chiede di unirsi a loro e andare ad aiutare i nipoti a riconquistare Grande Inverno, lui risponde che rimarrà a Delta delle Acque, dove morirà combattendo. Lo Sterminatore di Re viene informato della morte di Brynden, quindi scorge la barca di Brienne dalla cima della fortezza e i due si rivolgono un ultimo saluto.

Settima stagione

Brienne e Podrick Winterfell

Podrick e Brienne vedono i fratelli Stark riuniti a Grande Inverno.

Settimane dopo, Brienne di Tarth e Podrick Payne tornano a Grande Inverno, che nel frattempo è stata riconquistata da Casa Stark nella Battaglia dei Bastardi con Jon Snow acclamato nuovo Re del Nord. Snow dice ai suoi alfieri che ora la loro prossima guerra è quella contro gli Estranei provenienti da oltre la Barriera. Nei giorni che seguono, a Grande Inverno fanno ritorno Bran Stark e giorni dopo anche Arya Stark. Guardando i fratelli Stark riuniti, Podrick dice a Brienne che lei ha adempiuto al suo voto visto che ora i figli si Catelyn sono riuniti e dicendole che Catelyn sarebbe fiera di lei. Nonostante inizialmente Brienne, imbarazzata ed emozionata, faccia per rimproverarlo, si interrompe e ringrazia Podrick dell'incoraggiamento.

Brienne nutre sempre dei sospetti per Petyr Baelish, il quale ora è con Sansa a Grande Inverno e la sta aiutando ad amministrare il castello e la regione mentre Jon Snow è partito per Roccia del Drago per incontrare Daenerys Targaryen. Brienne cerca di mettere in guardia Sansa di non fidarsi di Baelish, ma la ragazza le assicura che senza di lui e i Cavalieri della Valle non avrebbero mai sconfitto i Bolton. Nonostante ciò, Brienne teme che Ditocorto stia pianificando qualcos'altro.

Arya vs Brienne

Brienne si allena con Arya Stark a Grande Inverno.

Nel frattempo Brienne continua ad addestrare Podrick ad combattere con la spada. Impressionata, Arya interrompe il loro combattimento e dice che vorrebbe allenarsi con Brienne in combattimento - l'unica donna che ha conosciuto, in grado di battere Clegane. Sansa e Ditocorto ammirano la bravura e l'agilità di Arya con la spada da una balconata. Arya utilizza la sua velocità e l'agilità per compensare la forza e le dimensioni di Brienne per superarla, ma alla fine lo scontro di conclude in parità. Arya chiede a Brienne di allenarla nel combattimento nel corso delle prossime settimane, mentre Sansa ammira sconcertata come sua sorella abbia raggiunto un tale livello di abilità con la spada.

Lady Sansa Stark decide di inviare Brienne di Tarth ad Approdo del Re per rappresentare il Nord al vertice che si terrà con la Regina Cersei Lannister e Daenerys Targaryen. Inizialmente Brienne è contraria, rifiutando di lasciare la sua protetta da sola, specialmente con Petyr Baelish nei paraggi. Brienne ammette a Sansa che Podrick è diventato un combattente capace e suggerisce di lasciarlo a Grande Inverno per proteggerla, ma Sansa rifiuta anche questa idea. Brienne di Tarth e Podrick Payne arrivano quindi ad Approdo del Re, dove Brienne re-incontra Sandor Clegane, vivo e loro alleato. Brienne informa il Mastino che Arya è ancora viva e sana e salva a Grande Inverno e gli assicura che ora è in grado di proteggersi da sola.

Brienne parla con Jaime S7

Brienne di Tarth parla con ser Jaime Lannister.

Brienne di Tarth partecipa al vertice alla Fossa del Drago in cui Jon Snow e Daenerys cercano di convincere Cersei a siglare con loro un armistizio per combattere insieme gli Estranei e l'armata di non-morti, di cui un esemplare viene portato all'incontro per provare la realtà della minaccia. La regina Lannister dice che accetterà di impegnare i suoi soldati nella Grande Guerra, ma a patto che una volta terminata questa guerra, il Re del Nord Jon Snow rimarrà neutrale nel conflitto tra lei e Daenerys. Jon, tuttavia, dice di non poter servire due regine e ribadisce la sua fedeltà a Daenerys. Cersei allora lascia l'incontro dicendo che gli Stark e i Targaryen combatteranno i morti da soli e poi lei tratterà con chiunque ne uscirà vincitore, saranno essi i vivi o i morti. Mentre la delegazione della regina lascia l'incontro, Brienne ha modo di parlare con Jaime cercando di convincerlo a parlare con sua sorella per persuaderla a riconsiderare la sua idea poiché questa guerra è molto più importante di qualsiasi lealtà o giuramento tra case.

Dopo aver avuto un colloqui con suo fratello Tyrion Lannister, Cersei è stata apparentemente convinta e perciò fa ritorno al vertice dove comunica che accetterà l'armistizio con Daenerys inviando truppe al nord per combattere insieme contro il nemico comune. Brienne e Podrick si uniscono quindi alle armate di Daenerys e Jon per imbarcarsi alla volta di Porto Bianco, per tornare a Grande Inverno.

Ottava stagione

Brienne di Tarth e Podrick Payne fanno ritorno a Grande Inverno assieme alle armate di Daenerys Targaryen e di Jon Snow. Grande Inverno si prepara ora alla battaglia contro l'armata di Estranei e non-morti che ora hanno superato la Barriera e stanno marciando verso sud.

Jaime e Brienne S8E2

Jaime Lannister e Brienne di Tarth a Grande Inverno.

A Grande Inverno arriva Jaime Lannister, il quale comunica che in realtà Cersei non ha intenzione di mandare alcun aiuto al Nord. Jaime è venuto a Grande Inverno contro il volere della sorella per onorare la sua parola di combattere per i vivi. Jaime viene quindi portato al cospetto della Regina Daenerys Targaryen, la quale, adirata per il tradimento di Cersei, è tentata di giustiziarlo anche per vendicare dopo tanti anni l'uccisione del padre Aerys II Targaryen, il gesto che gli costò l'appellativo Sterminatore di Re. Jaime non rinnega tutto ciò che ha fatto, ma dice che ora si è unito a loro per combattere insieme il nemico comune. Anche Sansa Stark si dimostra favorevole a uccidere il cavaliere, ma cambia idea quando Brienne di Tarth prende le difese di ser Jaime, garantendo per lui. Dopo che anche Jon Snow dice che avranno bisogno di tutti gli uomini possibili, Daenerys accetta di risparmiare Jaime.

Jaime rende Brienne un cavaliere

Jaime Lannister nomina Brienne di Tarth cavaliere.

La vigilia della battaglia, mentre si attende l'arrivo del nemico, Podrick Payne e Brienne passano l'attesa davanti ad un focolare assieme a Tyrion e Jaime Lannister, a ser Davos Seaworth e il bruto Tormund. In questa occasione, per provare che qualunque cavaliere può nominarne un altro, ser Jaime nomina Brienne di Tarth cavaliere, rendendola così la prima cavaliere donna nella storia dei Sette Regni ed esaudendo così il sogno della donna, la quale aveva sempre desiderato di ottenere quel titolo. Quando il vino è finito, Tyrion propone che qualcuno canti una canzone e allora Podrick intona "Jenny of Oldstones".

Brienne e Jaime battaglia di Winterfell

Brienne di Tarth e Jaime Lannister combattono nella battaglia di Grande Inverno.

Ser Brienne di Tarth combatte nella battaglia di Grande Inverno accanto a ser Jaime e Podrick sull'ala sinistra assieme ai Cavalieri della Valle. Durante la battaglia, Brienne rischia di essere sopraffatta da dei non-morti ma viene salvata da Jaime. Brienne riesce a sopravvivere alla battaglia quando il Re della Notte viene ucciso da Arya Stark, causando la sconfitta di tutti gli Estranei e non-morti. Durante i festeggiamenti, Brienne rifiuta ancora una volta i corteggiamenti di Tormund e partecipa ad un gioco di bevute assieme a Tyrion, Jaime e Podrick. Durante il gioco, Tyrion Lannister, ubriaco, ipotizza che Brienne sia vergine non avendo mai giaciuto con un uomo. La donna, imbarazzata e offesa - poiché è la verità- non beve e abbandona il gioco. Viene seguita da Jaime, con il quale la notte stessa ha un rapporto sessuale.
Jaime e Brienne ultimo saluto

Brienne implora Jaime si restare a Grande Inverno.

Con la ripresa della guerra di Daenerys Targaryen contro Cersei per prendere il Trono di Spade, Ser Jaime Lannister viene invitato a rimanere come ospite a Grande Inverno da lady Sansa Stark. Settimane dopo arriva la notizia che la flotta Targaryen di ritorno a Roccia del Drago è stata attaccata in un'imboscata da Euron Greyjoy e la sua Flotta di Ferro. Jaime teme per la sorte di Cersei, che infondo ama ancora, e teme allo stesso tempo che la sua ostinazione a non arrendersi porterà la capitale alla rovina. Per questo motivo decide di lasciare Grande Inverno e di dirigersi a sud, nonostante Brienne lo implori di rimanere poiché lui non è come la sorella.
Brienne Libro Bianco

Il Lord Comandante della Guardia Reale Ser Brienne di Tarth riporta le gesta di Ser Jaime Lannister sul Libro Bianco.

In seguito alla battaglia di Approdo del Re e all'assassinio di Daenerys Targaryen per mano di Jon Snow, Brienne di Tarth arriva ad Approdo del Re in delegazione con Sansa Stark e qui partecipa al Gran Concilio del 305 CA, dando il suo voto all'elezione di Bran Stark come nuovo Re degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini. Brienne diventa Lord Comandante della Guardia Reale, la prima donna ad assumere la carica. Anche Podrick Payne viene nominato cavaliere ed entra a far parte della Guardia Reale sotto il comando di Brienne. Come primo atto da Lord Comandante, Brienne completa personalmente la biografia di Ser Jaime Lannister sul Libro Bianco della Guardia Reale, registrando tutte le sue valorose gesta e ultimando il resoconto con la frase "morto difendendo la sua regina".

In qualità di Lord Comandante della Guardia Reale, Ser Brienne partecipa poi alla prima seduta del Concilio Ristretto con Tyrion Lannister come nuovo Primo Cavaliere del Re.

Dietro le quinte

  • Brienne di Tarth è stata interpretata da Gwendoline Christie mentre in italiano è stata doppiata da Stella Gasparri.
  • Per interpretare Brienne, Gwendoline Christie si è data molto fare per avere la giusta conformazione fisica e inoltre ha letto i romanzi di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco per studiare bene lo sviluppo del suo personaggio.
  • Gwendoline Christie ha affermato che la personalità di Brienne è totalmente diversa dalla sua.
  • Ramin Djawadi, compositore della serie, ha rivelato in un'intervista di aver inserito nell'ultimo episodio della serie un riferimento musicale nascosto alla relazione tra Brienne di Tarth e Jaime Lannister: mentre Brienne sta scrivendo le gesta di Jaime nel Libro Bianco, la traccia usata in sottofondo si chiama "The White Book" il cui inizio è la stessa melodia usata da Djawadi per il matrimonio di Robb Stark e Talisa Maegyr nella seconda stagione dello show, intitolata I Am Hers, She Is Mine. Djawadi ha affermato che la scelta di inserire la melodia del matrimonio è stata presa per fare un piccolo accenno a quello che secondo lui poteva essere il destino della coppia qualora, in un finale alternativo, Jaime fosse sopravvissuto.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.