FANDOM


Uno stabilimento come nessun altro. Soddisfaceva ogni genere di voglia. Desideri che neanche esistevano qui venivano esauditi.
-- Petyr Baelish sul suo bordello

Il bordello di Ditocorto era un bordello di lusso situato ad Approdo del Re, arredato in modo costoso e con prostitute di alta qualità, frequentato da ricchi mercanti e membri dell'alta nobiltà.

Era uno dei tanti bordelli di proprietà di Petyr Baelish, soprannominato "Ditocorto" che lavorò come Maestro del Conio nel Concilio Ristretto del Re. Il bordello mostra quindi il sigillo personale di Baelish raffigurante un usignolo all'ingresso principale. Baelish era noto per usare il bordello e le sue dipendenti per spiare i segreti di clienti potenti e influenti nei loro momenti più intimi.

Storia

Passato

Il bordello di Ditocorto era uno dei favoriti frequentati da Re Robert Baratheon. Quest'ultimo mise inavvertitamente incinta la prostituta Mhaegen, la quale mesi dopo diede alla luce Barra, figlia bastarda di Re Robert. Poco prima della sua morte, il Primo Cavaliere del Re Jon Arryn, durante la sua investigazione sui figli bastardi di Re Robert, visitò il bordello per interrogare Mhaegen e vedere la bambina. 

Prima stagione

Petyr Baelish organizza nel suo bordello un incontro con la sua vecchia amica Catelyn Stark e suo marito Lord Eddard Stark. Lady Catelyn è infatti arrivata nella capitale per avvertire il marito del tentato omicidio del loro figlio di soli 10 anni Bran Stark. Quando Ned Stark vede che Ditocorto lo sta portando nel suo bordello lo spinge contro un muro e lo minaccia pensando che Baelish si stia prendendo gioco di lui. Tuttavia quando Catelyn si affaccia da una finestra Ned molla Ditocorto. Dopo aver appreso le notizie da Grande Inverno sul tentato omicidio del figlio, Eddard decide di smascherare i Lannister denunciando l'accaduto a Re Robert e Baelish è d'accordo offrendogli il suo aiuto, per l'affetto che un tempo provava per Catelyn. Eddard pensa giustamente che Ditocorto sia ancora innamorato di sua moglie.

Lord Eddard Stark, investigando sulla morte di Jon Arryn, visita nuovamente il bordello di Ditocorto per interrogare Mhaegen e vedere Barra, figlia bastarda di Re Robert. Mentre esce dal bordello, Lord Stark viene colto in un imboscata di Jaime Lannister, con alcuni soldati Lannister, che chiede vendetta per il rapimento di suo fratello Tyrion Lannister da parte di lady Catelyn. Durante lo scontro che ne segue, tutti gli uomini della scorta di Eddard vengono uccisi e Ned viene gravemente ferito alla gamba.

Nel bordello viene assunta la prostituta Ros, proveniente da Città dell'Inverno. Ros insegna ad Armeca, un'altra prostituta, l'arte della seduzione e scopre che Ditocorto è da sempre infatuato di una nobildonna senza essere ricambiato. Ros non sembra però riconoscere che la donna in questione è Catelyn Tully

Seconda stagione

L'importanza di Ros nel bordello è aumentata, tanto che la donna si occupa direttamente dell'organizzazione dei turni e dell'istruzione delle nuove reclute. È presente quando Janos Slynt e alcune Cappe Dorate fanno irruzione e uccidono Barra, la neonata figlia di Mhaegan e ultima figlia illegittima del defunto re Robert Baratheon. Ros, sconvolta dall'evento, fatica a lavorare e fa infuriare un cliente: Petyr Baelish allora la raggiunge e le offre un giorno di pausa, per poi raccontarle una storia su una prostituta di sua proprietà: la storia contiene una velata minaccia a quello che sarebbe successo a Ros se non fosse più riuscita a lavorare.

Tempo dopo, Ros viene liberata e torna a lavorare nel bordello. Un giorno, inaspettatamente, riceve la visita di Varys: l'uomo le fa ammettere di aver paura di Ditocorto e le offre di lavorare per lui in cambio di protezione.

Terza stagione

Dopo essere stato investito del titolo di cavaliere per il suo ruolo nella battaglia delle Acque Nere, Bronn festeggia godendo sei servizi della prostituta Mirelle nel bordello di Ditocorto. I due vengono interrotti dal giovane scudiero Podrick Payne, che informa Bronn che Lord Tyrion ha richiesto la sua presenza.

Quando Petyr Baelish viene incaricato da Tywin Lannister di sposare Lysa Arryn a Nido dell'Aquila, Tyrion Lannister viene nominato nuovo Maestro del Conio al suo posto. Tyrion si reca assieme a Bronn e Podrick nel bordello di Baelish per ricevere dal suo predecessore tutti i documenti. Approfittando della loro presenza nella casa di tolleranza, Tyrion vuole sdebitarsi con Podick per avergli salvato la vita durante la battaglia delle Acque Nere, e perciò gli paga alcune prostitute perché gli tolgano la verginità. Podrick in seguito ritorna con tutte le monete di Tyrion poiché le prostitute hanno goduto l'esperienza così tanto che non hanno voluto alcun pagamento. Tyrion e Bronn sono stupiti e pretendano che Podrick racconti loro tutto ciò che è accaduto, con "numerosi dettagli".

Ros si incontra spesso con Varys nel bordello, occasioni in cui rivela all'eunuco le ultime novità su Petyr. Racconta delle incredibili doti di Podrick Payne e aggiunge che Ditocorto non ha avuto reazioni a riguardo, perché troppo impegnato ad architettare piani per Sansa. Porge quindi a Varys un elenco degli oggetti che Petyr vuole caricare sulla nave in partenza per la Valle di Arryn: la presenza di due letti tra gli oggetti elencati fa dedurre a Varys che Ditocorto ha intenzione di portare con sé un ospite di riguardo, molto probabilmente Sansa. Questo induce Varys a convincere Olenna Tyrell ad organizzare un matrimonio tra Sansa e suo nipote Loras Tyrell.

Petyr Baelish incarica uno dei ragazzi che lavorano nel suo bordello, Olyvar, di sedurre Loras Tyrell, il quale è omosessuale. Durante un rapporto, Olyvar viene a sapere del matrimonio con Sansa e perciò informa Baelish il quale rivela il complotto a Cersei Lannister. Avendo quindi anche scoperto che Ros è una spia per conto di Varys, dà la ragazza a re Joffrey Baratheon, che desiderava provare qualcosa di “nuovo e audace”. Joffrey la lega al baldacchino, la usa come bersaglio umano e la uccide brutalmente con molti dardi scoccati dalla balestra.

Quarta stagione

Ad Olyvar viene lasciato il compito di gestire i bordelli di Ditocorto, presumibilmente sostituendo Ros. Quando Oberyn Martell e Ellaria Sand arrivano a Approdo del Re, visitano il bordello e Olyvar presenta tre prostitute alla coppia. Dopo che Ellaria ne sceglie una per sé e respinge le altre due, Oberyn rivolge le sue attenzioni a Olyvar, nonostante egli non sia incluso nell'offerta. Oberyn chiede se Olyvar sia mai stato con un principe, poi, gli ordina di togliersi i vestiti e lo afferra per il mento. Tuttavia, i due vengono interrotti quando Oberyn sente un paio di uomini dei Lannister che cantano "Le piogge di Castamere". Oberyn inizia una tesa discussione con i due, soprattutto dopo che i due soldati scambiano Ellaria per una prostituta, iniziando a schernirla. Quando la conversazione di fa più tesa, prima che uno dei due soldati possa impugnare la spada, Oberyn infilza con un pugnale la mano del soldato. In questo istante arriva Tyrion Lannister, che chiede a Oberyn di poter parlare con lui in privato fuori dal bordello. Oberyn rivela al Folletto la sua reale motivazione riguardo al loro arrivo ad Approdo del Re: lui è in cerca di vendetta per la morte della sorella Elia Martell, stuprata e uccisa assieme ai suoi figli da ser Gregor Clegane, detto la Montagna, durante il sacco di Approdo del Re per ordine di Tywin Lannister.

Nei giorni successivi alla morte di Re Joffrey, Ellaria e Oberyn fanno di nuovo visita al bordello cittadino di Ditocorto. In questa occasione, Ellaria viene servita da Marei e da un'altra donna; mentre Oberyn gode della compagnia del giovane Olyvar. Ellaria ruba un bacio da Olyvar, ma il ragazzo si scusa e le spiega che semplicemente non ha sviluppato alcun gusto per le donne, prediligendo la compagnia degli uomini. Olyvar domanda poi al principe di Dorne quale sia il suo reale orientamento sessuale, e Oberyn gli spiega che egli, come la compagna Ellaria, non si limita all'intimità con un solo genere, ma gradisce la compagnia di entrambi, in modo da avere più esperienze sessuali possibili prima di diventare vecchio. Oberyn riceve una visita da Lord Tywin Lannister che gli propone di unirsi a lui e a Mace Tyrell quale giudice nel processo di Tyrion.

Quinta stagione

Un giorno, un gruppo di fanatici religiosi del Culto dei Sette noti come "i Passeri" irrompono nel bordello di Ditocorto e trovano e catturano l'Alto Septon che sta tendendo un'orgia in maschera con alcune prostitute. I passeri costringono quindi il sacerdote a camminare nudo per le strade in una pubblica umiliazione per aver violato e oltraggiato i suoi sacri voti di castità. Cersei Lannister nomina l'Alto Passero, leader dei Passeri, nuovo Alto Septon e autorizza poi la ricostituzione, dopo secoli dal suo scioglimento, del Credo Militante, un gruppo armato al servizio della Fede dei Sette. I Passeri armati passano dunque all'azione violenta in città, aggredendo e catturando coloro che ritengono "peccatori". Tra le azioni contro gli oltraggi alla fede, i membri del Credo irrompono anche nel bordello di Ditocorto, percuotendo sia i clienti che le prostitute, castrando i clienti intenti in prestazioni omosessuali e devastando l'intero locale. Dapprima Olyvar tenta di fermarli, ma quando la situazione diventa pericolosa fugge terrorizzato.

Petyr Baelish ritorna nella capitale su richiesta della Regina madre Cersei Lannister e trova il suo bordello devastato e distrutto dai Passeri. Qui si incontra di nascosto con Olenna Tyrell, arrivata anche lei dopo aver sentito dell'arresto dei suoi nipoti Loras e Margaery da parte del Credo Militante. Olenna è certa che l'uomo sia coinvolto nell'arresto di Loras e dunque lo minaccia, dicendo che se i Tyrell venissero compromessi dalle sue trame, lei confesserebbe l'assassinio di Joffrey portando alla luce la complicità di Lord Baelish. Petyr rassicura la donna, promettendole lo stesso dono fatto a Cersei: il giovane Olyvar. 

Dietro le quinte

  • Le riprese in esterna del bordello di Petyr Baelish per la Prima Stagione sono state girate a Mdina, a Malta.
  • Per il set degli interni del bordello sono state usate alcune raffigurazioni di scene erotiche dipinte sulle pareti ispirate agli affreschi di Pompei, in Italia.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.